donna seduta in spiaggia

5 abitudini green da portare in spiaggia

Dal pranzo sino alle creme solari: 5 abitudini green da portare in spiaggia con te quest'estate

L’obiettivo delle tue vacanze? Portare in spiaggia le abitudini green! Si può infatti essere sostenibili anche durante le ferie estive, fra una passeggiata sul bagnasciuga, un tuffo in mare e uno spuntino con una vista mozzafiato.

Il green è uno stile di vita, da rispettare e seguire sempre, anche durante una giornata o una settimana al mare. Basta poco per dare un contributo importante e sensibilizzare anche gli altri riguardo la necessità di preservare l’ambiente marino. Dallo spuntino alle creme solari, sino all’uso della plastica: cinque abitudini green da mettere in pratica in spiaggia per essere super sostenibili.

Scegli creme solari che non inquinano

Le abitudini green partono senza ombra di dubbio da un accessorio indispensabile in spiaggia: le creme solari. La protezione è fondamentale per proteggere la pelle dai raggi del sole, regalandoti un’abbronzatura splendida, ma soprattutto sicura. Oltre l’epidermide è importantissimo salvaguardare anche il benessere del mare. Come? Scegliendo dei solari sea friendly, ossia formulati rispettando la biodiversità marina, proteggendo la flora e la fauna nel migliore dei modi.

Come trovare i solari ecosostenibili? Per scegliere i marchi cosmetici che preservano l’habitat marino leggi con attenzione le etichette. Assicurati che la formula del prodotto sia biodegradabile e ovviamente water resistant per garantire una dispersione minore dei componenti nell’acqua del mare. In particolare i solari considerati sea friendly vengono segnalati con il bollino Ocean Friendly, un simbolo che indica la conformità del prodotto con il trattato dell’Hawaii Reef Bill. Ciò significa che la protezione che stai utilizzando possiede una formulazione priva di sostanze che danneggerebbero l’ambiente marino. Un altro elemento da prendere in considerazione è la confezione dei prodotti: punta su confezioni realizzate con materiali riciclabili e plastic free.

No a souvenir marini

La sabbia non è un souvenir! Anche se a volte la tentazione è grande, dovremmo imparare a lasciare i granelli – per quanto belli e particolari siano - nel loro luogo di origine. La Natura impiega millenni per creare la sabbia e un gesto che può sembrare anche innocuo – come portare via un po’ di granelli – potrebbe creare un grave danno agli ecosistemi già fragili. Dunque ammira la bellezza del paesaggio, scatta foto e goditi il momento: non ti servono souvenir marini per poterti ricordare la bellezza della tua vacanza al mare.

Allo stesso modo ricordati di non portare via le conchiglie o i sassi che trovi sul bagnasciuga. Sarebbe utile inoltre sensibilizzare gli altri, in particolare i bambini, riguardo l’importanza di rispettare il mare e le sue creature. Non è raro infatti vedere in spiaggia secchielli con meduse oppure stelle marine: la curiosità dei piccoli verso la fauna e la flora marina è tanta, ma è fondamentale insegnare loro come comportarsi per preservarla e comprenderne il valore.

Lo spuntino green

Un buon libro, il sole, il rumore del mare e lunghe passeggiate: stare in spiaggia è rilassante e ci fa venire spesso voglia di…uno spuntino! Sceglierlo con cura è importante per vivere una vacanza davvero green. Punta su frutta e verdura che sia di stagione e sempre a chilometri zero. Se porti in spiaggia un panino sceglilo con pochissimi incarti e confezioni. Nel caso di un pranzo invece punta su posate e piatti biodegradabili oppure che non siano monouso.

Qualche esempio? Per pranzo scegli una pasta fredda con pomodorini e basilico fresco, ma anche una insalata di riso con legumi, ricordando di sfruttare fagioli, piselli, ceci e lenticchie per sostituire la carne rossa, altamente inquinante. Come spuntino punta sulla frutta di stagione, come l’anguria, il melone, le pesche o le albicocche. Hai voglia di verdura? Largo spazio a carote (ricche di betacarotene, ottimo per un’abbronzatura strepitosa), cetrioli e sedano.

Zero rifiuti

I rifiuti sono da sempre un problema gravissimo, soprattutto quando parliamo dell’inquinamento dei mari. Per questo dovremmo impegnarci al massimo per non produrne, riducendo il rischio che plastica o altri rifiuti possano finire in acqua. Porta con te sempre un sacchetto che potrai usare per raccogliere tutti gli scarti prodotti e smaltirli usando la raccolta differenziata una volta a casa.

I mozziconi di sigaretta rappresentano fra i rifiuti maggiormente diffusi nelle spiagge. Una soluzione sono i portaceneri portatili che sono sostenibili e pratici da usare. Bandite pure le bottiglie di plastica, super inquinanti: meglio optare per le borracce, moderne e comodissime.

Riduci lo spreco d’acqua

L’emergenza acqua è ormai una realtà per questo, soprattutto d’estate, è fondamentale non sprecarla. In particolare negli stabilimenti balneari dove si hanno a disposizione docce e bagni da usare per eliminare la salsedine e la sabbia da corpo e capelli. Per prima cosa riduciamone l’uso, sfruttando l’acqua solamente quando serve davvero. Va inoltre bandito l’utilizzo di bagnoschiuma e shampoo che rilasciano sostanze dannose nell’ambiente.

5 abitudini di benessere da portare con te in spiaggia

VEDI ANCHE

5 abitudini di benessere da portare con te in spiaggia

Le abitudini più sane che dovresti ricordare quando vai in spiaggia

VEDI ANCHE

Le abitudini più sane che dovresti ricordare quando vai in spiaggia

Riproduzione riservata