Viola

Due cassette mezze vuote sul balcone, la bordura spelacchiata dell’aiuola in giardino e la terra nuda alla base della rosa sono solo alcune delle tante impronte grigie lasciate dall’inverno. Ma cancellarle è facile: basta procurarsi qualche viola.

Una piantina in vaso di 10 cm di diametro viene 1,5 euro circa. La trovi nei garden center più forniti.

Giardinaggio d’inverno? Scegli la viola

Fiorisce nella fredda stagione, è bella fino a primavera inoltrata e non ha bisogno di troppe cure. Come non innamorarsi di questo fiore?

La Delta Beaconsfield è la varietà più trendy

Una delle più belle è la varietà Delta Beaconsfield che ha, prima di tutto, un colore meraviglioso: l’intensa tonalità vellutata blu inchiostro riempie la parte inferiore del fiore facendo contrasto con il lilla tenue della zona superiore. Ha una corolla piatta che diventa grande fino a 6 cm. E, infine, produce tantissimi boccioli che fanno capolino tra le soffici foglie verdi a forma di cuore.

Insomma è una varietà bellissima, ma anche molto interessante perché resiste bene in diversi climi: fiorisce in questi giorni, anche sotto la neve, e regala fiori fino a giugno superando senza problemi i primi caldi di stagione.

La viola in vaso o in terra

Compri la viola nei vasetti, ma trapiantala subito per far crescere bene le radici. Scava delle buchette grandi e profonde quanto la zolla e usa il terriccio universale comune, non concimato. Se la pianti in giardino lascia 25 cm tra un fiore e l’altro. Sul balcone non metterne più di tre in una cassetta lunga 40 cm.

L’esposizione a nord è sconsigliata: la viola ha bisogno di almeno mezza giornata di sole.

Acqua, ma non troppa per la Viola

In inverno innaffiala poco e a giorni alterni. Se dovesse nevicarci su, smetti di bagnarla e scuoti le corolle: eviterai che gli steli si spezzino.

Da marzo vorrà più acqua. Perché rifiorisca, elimina tutte le corolle appassite e concimala due volte al mese con il fertilizzante per gerani.

Riproduzione riservata