https://www.donnamoderna.com/ambiente/imparare-riciclare-acqua-pasta

Riciclare l’acqua della pasta è un gesto green: ecco come fare

Ecologia, risparmio e benessere: tre parole chiave per vivere green. Scopri come e perché riutilizzare l'acqua della pasta

5 modi per riciclare l'acqua di cottura della pasta

L'acqua di cottura della pasta è preziosa, in cucina e non solo. Invece di versarla direttamente nel lavandino, utilizza un coperchio scolapasta, che ti aiuterà a raccoglierla più facilmente.

L'utilizzo più immediato? Ricca di amido e sali minerali, sarà un ingrediente utile per stemperare sughi concentrati o il pesto (bastano uno o due cucchiai) oppure da aggiungere all'impasto di pane e pizza.

Puoi utilizzare l'acqua di cottura per mettere a mollo i legumi, che andranno poi risciacquati, e bollire le verdure: in questo caso, così come per gli impasti, ricorda di non salare ulteriormente.

Ma l'acqua della pasta è utile anche per il benessere della tua pelle

10 modi smart di riutilizzare l’acqua di cottura della pasta

VEDI ANCHE

10 modi smart di riutilizzare l’acqua di cottura della pasta

Pediluvio emolliente

L'amido è contenuto in diverse fonti alimentari. L'acqua calda, ricca di amido, è una carezza lenitiva e idratante per la pelle.

Puoi versare l'acqua di cottura della pasta in una bacinella: una volta tiepida, aggiungi una manciata di sale grosso e qualche goccia di olio essenziale. Lavanda, eucalipto, pino, tea tree ti aiuteranno a rinfrescare e migliorare la circolazione, oltre a disinfettare grazie al potere antibatterico, mentre il sale donerà sollievo ai piedi sgonfiando e drenando.

Impasto per paste modellabili

Se ami il bricolage o hai bambini puoi utilizzare l'acqua riciclata per la preparazione della pasta di sale, con cui dare vita a decorazioni e statuine. Acqua, farina, sale in proporzioni uguali ti permetteranno di ottenere l'impasto di base, a cui aggiungere un cucchiaino di olio e uno di colla vinilica.

Per realizzare sfumature differenti usa i coloranti alimentari oppure gli acquarelli. Il fissante ti aiuterà a conservare le tue creazioni a lungo nel tempo.

Maschera per pelle e capelli

Le farine vegetali possono essere efficacemente utilizzate per detergere la pelle sensibile con dolcezza.

Dopo aver lasciato raffreddare l'acqua della pasta, versane qualche cucchiaio in una ciotola, dove aggiungerai farina di avena o di ceci, in grado di agire con un'azione esfoliante: a piacere versa qualche goccia di olio essenziale di rosa o vaniglia per un aroma rilassante come un caldo abbraccio.

In alternativa, puoi aggiungerla all'acqua del bagno oppure come ingrediente per un impacco con cui ammorbidire i capelli.

Rimozione sporco e incrostazioni

Versa l'acqua della pasta direttamente nel lavandino, dopo aver posizionato il tappo sul fondo. Grazie a questo semplice accorgimento potrai risparmiare acqua preziosa e al tempo stesso ammorbidire le incrostazioni di pentole e padelle. Aggiungi qualche goccia di detersivo e ricordati di lavare subito le stoviglie! Pulire è più facile quando i piatti vengono lavati subito dopo il pasto.

Potrebbe interessarti anche 7 giorni green challenge: 7 passi per iniziare a sprecare meno acqua

Riproduzione riservata