riciclo

Non buttare i gusci delle uova: prova invece a riciclarli

I gusci delle uova sono considerati scarti alimentari ma con un pizzico di fantasia possono avere una seconda vita utilissima

In cucina gli sprechi alimentari sono all’ordine del giorno ma con un po’ di ingegno è possibile limitarli enormemente. Oltre a ricordarci di mangiare per tempo le cose che abbiamo nel frigorifero e non doverle poi buttare perché scadute, esistono infatti un sacco di elementi che normalmente vengono considerati rifiuti ma che invece possono avere una seconda vita. Tra queste i gusci delle uova, che di norma si presentano con una colorazione biancastra oppure di una sfumatura a metà strada tra rosa e marrone.

Quando cuciniamo questo alimento solitamente li buttiamo ma le alternative a questo gesto esistono. Ecco le più originali.

Fertilizzare la terra

I gusci delle uova sono fatti principalmente di carbonato di calcio e piccole quantità di fosfato di calcio e carbonato di magnesio e questa composizione li rende ottimi fertilizzanti.

Per fare in modo che i fiori e le piante che abbiamo in casa ne beneficino, i gusci devono essere triturati e mescolati al terriccio, cercando di posizionarli più in profondità possibile.

Donando un considerevole apporto di calcio, nella terra irrobustiscono soprattutto le piante a crescita rapida, rinforzano quelle il cui fusto deve reggere frutti molto pesanti e aiutano a prevenire le macchie marrone che si formano sia sui pomodori e sui peperoni che nascono dalla piantine casalinghe.

I gusci delle uova possono anche essere usati come primi contenitori di semi interrati. Solitamente quando si decide di far crescere alcuni ortaggi sul proprio balcone si piantano i semi nelle vaschette di plastica riempite di terra.

A queste però si possono sostituire i gusci delle uova se si riesce a mantenerli parzialmente integri. Una volta che le piante crescono poi, possono essere trasferite in vasi più grandi e i gusci usati come fertilizzante.

Farne antiparassitari naturali

Rimanendo in ambito giardinaggio, un’altra idea molto utile è quella di mettere alcuni pezzi di gusci di uova intorno alle piante nell’orto come la lattuga, in modo da formare una barriera naturale contro insetti e parassiti. Per questo uso i pezzi devono essere di medie dimensioni e conficcati nel terreno con i bordi taglienti rivolti verso l’alto.

Eliminare gli aloni dalle stoviglie

Può capitare che nonostante un lavaggio accurato, su tazzine o bicchieri che abbiano contenuto vino rosso o caffè permanga un leggero alone. Per farlo sparire possono venirci in soccorso proprio i gusci d’uovo, che se messi in ammollo in acqua calda una notte insieme alle stoviglie sono in grado di far sparire ogni segno sgradito.

Rimuove le incrostazioni dalle pentole e affilare le lame

I gusci delle uova sono anche perfetti per far sparire lo sporco ostinato da padelle, pentole o teglie. In questo caso il trucco è molto semplice: basta strofinare pezzi di guscio sulla parte da pulire, che torna a splendere all’istante.

Un ulteriore uso in cucina di questi elementi solitamente scartati è come affilatori di lame del frullatore. Per funzionare devono essere messi al suo interno insieme a un po’ di acqua, dopo essere stati congelati e prima di mettere in funzione la macchina.

Alleviare pruriti e dolore

I gusci delle uova possono anche aiutare a placare il prurito e le piccole irritazioni. Basta triturarli, metterli a macerare insieme a un po’ di aceto o qualche goccia di limone e applicare il composto sulla parte interessata.

Preparare maschere viso home made

Sempre grazie alle presenza di calcio, i gusci delle uova possono essere usati per creare maschere viso nutrienti, rimedi anti age o composti rinforzanti per le unghie.

Per fare la maschera polverizzare un guscio, aggiungerlo a un albume e montate il tutto a neve con la frusta. Una volta ottenuto un composto omogeneo, stenderlo sul viso e tenerlo in posa circa quindici minuti prima di sciacquare la pelle con acqua tiepida

Anche per il rimedio contro gli anni che passano è necessario polverizzare i gusci. Dopo aver compiuto questa operazione metterli dentro alle vaschette porta ghiaccio insieme a un po’ di acqua e congelare. Una volta che i cubetti saranno pronti, strofinarli sul viso con movimenti circolari in modo da distendere i segni del tempo.

Infine, i gusci delle uova, sempre polverizzati e aggiunti allo smalto sono ottimi per rinforzare le unghie.

Fare integratori di calcio

Anche se solitamente vengono buttati, i gusci delle uova possono anche essere ingeriti, a patto che siano biologici. La loro composizione, infatti, li rende ottimi integratori di calcio naturali.

Per usarli in questo modo devono essere messi in forno alcuni minuti ad alte temperature, in modo da sterilizzarsi. Successivamente è necessario polverizzarli a mano o facendosi aiutare da un frullatore e poi mettere la polvere a macerare insieme ad aceto o limone, elementi che favoriscono l’assorbimento delle sostanze. Quando il composto risulta abbastanza omogeneo filtrarlo e utilizzarlo per condire alcune pietanze come secondi piatti o insalate.

I gusci d’uova come integratori possono essere somministrati anche ai propri animali domestici ma in questo caso meglio chiedere consiglio al proprio veterinario prima di farlo perché non tutti assorbono il calcio allo stesso modo.

Riproduzione riservata