donna alla finestra

Che cos’è davvero la fame d’amore?

La fame d'amore può farti male: impara a riconoscerla e a combatterla (per innamorarti davvero)

Si chiama fame d’amore, si legge dipendenza affettiva. Un pericolo e un meccanismo in cui, purtroppo, può capitare a tutti di inciampare. Tutti sognano di trovare l’amore e di vivere una relazione che sia importante e appagante, un legame che consenta di sentirsi al sicuro e supportati, costruendo, un passo dopo l’altro, il futuro.

Cos'è la fame d’amore

Ma cosa accade quando questo desiderio è così forte da renderti cieca? Tutto questo ti porta a non valutare nel modo giusto il valore di una relazione, ignorando segnali d’allarme e bandiere rosse che in altre situazioni ti avrebbero fatta fuggire a gambe levate. Perché la fame d’amore fa questo: cancella la tua capacità di giudizio riguardo i legami sentimentali, portandoti dritta verso la dipendenza affettiva.

Come riconoscerla

La fame d’amore dunque ti porta ad essere dipendente, sia fisicamente che emotivamente, da un’altra persona, nel tentativo di far funzionare anche una relazione che non avrebbe futuro. Quali sono i segnali per riconoscere questo problema?

Metti tutti gli altri in secondo piano

La fame d’amore ti spinge ad annullare tutto ciò che è distante dal tuo partner. Ciò significa che ogni cosa ruota intorno a lui e gli altri – dagli amici alla famiglia – finiscono in secondo piano. Gli incontri solo nei ritagli di tempo, quando il tuo compagno ha altro da fare. Questo perché è come se una voce dentro di te ti dicesse che il periodo in cui starete insieme è limitato e non durerà per sempre, per questo devi usarlo e sfruttarlo totalmente.

Cambi per essere come vorrebbe lui

Ciò che fa la fame d’amore è renderti fragile e vulnerabile. Ti spinge a cercare l’approvazione del partner e a fare di tutto perché l’altro ti apprezzi. Per questo cambi, muti e – andando anche contro te stessa – cerchi di diventare come ti vorrebbe. Il risultato? Finisci per perderti. Guardando tutto secondo la sua prospettiva, pensando spesso a cosa farebbe o direbbe, impegnando tutte le tue energie per non deluderlo in nessun modo.

Dubiti di te

Chi sperimenta la fame d’amore si trova in uno stato costante di insicurezza. Ti senti inadeguata ed esausta emotivamente a causa del tuo sforzo continuo di compiacere l’altra persona. Tutte le tue energie sono concentrate solo su un obiettivo: compiacerlo. Un desiderio che diventa ancora più forte e pressante quando lui tende ad allontanarsi.

Accetti anche ciò che non ti piace

La paura è ciò che caratterizza maggiormente la fame d’amore e la rende così pericolosa. Una paura profonda e ancestrale, che ti spinge ad accettare anche ciò che non ti sarebbe mai piaciuto, solo per non perdere l’altro. Coì ti ritrovi a dire sì a cosa che non tolleri, ad esempio delle gravi mancanze nei tuoi confronti, un linguaggio offensivo o un atteggiamento cattivo.

In più trovi sempre una scusa per giustificare il suo comportamento. E spesso quelle scuse sono legate a te: ti accusi – con durezza – di essere la responsabile delle sue azioni, discolpandolo totalmente.

Ignori le red flags

Le red flags sono dei campanelli d’allarme che ci mettono in allarme, aiutandoci a capire che la relazione in cui ci troviamo non fa per noi e non è sana. La fame d’amore però ti rende cieca, anche di fronte a ciò che sarebbe chiaro a tutti e ti porta a ignorare i pericoli di una storia d’amore tossica.

Vivi nella paura

Vivere nella dipendenza affettiva significa essere preda della paura, costantemente. Per questo hai la sensazione continua di impazzire. Ti senti in trappola, in un labirinto da cui non riesci a uscire, non ti riconosci più e temi di perdere quell’amore che desideri tantissimo. Di conseguenza tutto si trasforma in un dramma con litigate furiose per qualsiasi motivo, anche il più sciocco. Ogni cosa porta a scontri furibondi, tutto ti fa tremare e temere che la tua relazione potrebbe finire da un secondo all’altro.

Come uscirne

La fame d’amore è dannosa e non ti consente di vivere appieno la relazione che meriti. Ma c’è una buona notizia: uscirne è possibile. Per prima cosa impara mettere dei limiti, imparando a stabilire ciò che non puoi accettare dall’altra persona. Se il compagno che hai accanto non rispetta quei confini chiediti se è davvero il tipo di partner che vuoi. 

Se avverti delle sensazioni negative non ignorarle. Non nasconderti, analizza i tuoi sentimenti e come ti senti rispetto al vostro rapporto. Prova a chiederti per quale motivo ti senti così e rifletti su quello che ti sta dando la tua relazione. Sei sicura di meritarti questo?

Impara ad amarti e pratica l’autostima. La più grande storia d’amore che vivrai mai è quella con te stessa. Perciò impara ad apprezzarti e a capire quanto vali. Solo in questo modo potrai mostrarlo anche agli altri. L’autostima è un’arma potentissima. Ti insegnerà a dire ciò che pensi, senza più autocensurarti e ti consentirà di essere fedele a te stessa. Sappiamo che non è facile, ma il primo passo sta nell’essere consapevole che non vuoi più condannarti all’infelicità e che quella fame d’amore vuoi e puoi curarla. Ci riuscirai, chiedendo aiuto agli amici più cari e, se necessario, a un professionista.

Riproduzione riservata