50 anni da favola

Marito fedele (su di lui nemmeno l’ombra di un pettegolezzo per una scappatella). Padre attento. Uomo generoso. Attore, produttore e regista impegnato. Tanto perfetto da sembrare quasi noioso. E invece no. Perché oltre a tutte queste qualità è pure bello: ben sei volte nominato tra gli uomini più sexy del pianeta senza farsi scalzare dalle giovani new entry di turno. Non solo. Oggi, 18 dicembre, giorno del suo 50esimo compleanno si dichiara anche “felice di invecchiare”. Insomma noi di difetti non ne abbiamo ancora trovati. E per ora gli facciamo solo tanti auguri.

Provate voi, dopo aver ‘sfogliato’ la nostra gallery a scovarne qualcuno… Altrimenti, come noi, lo amerete più di prima!

Buon compleanno Brad Pitt

Tanto perfetto da non sembrare vero. Forse un po' noioso ma da far invidia al mondo (maschile e femminile) perché è un marito fedele, un padre attento, un uomo generoso e persino un bravo attore. Leggere per credere

Una coppia perfetta

Per i cinquant'anni dell'attore Angelina Jolie compra un isola a forma di cuore, in cui sono situate due case progettate dall'architetto preferito di Brad, Frank Lloyd Wright. L'isola, dal valore di 12.2 milioni di dollari, è situata nella costa orientale degli stati uniti, a 50 miglia da New York e lui, per poterla sorvolare, non ha noleggiato un elicottero ma si è regalato un Caccia Spitfire della Seconda Guerra Mondiale. Prezzo: 4 milioni. Un cinquantenne in splendida forma cui piacciono le sue rughe ed è amato non solo dalle donne ma anche dagli uomini che lo trovano un bravo attore. Uno dei suoi meriti è quello di avere una gran tempra: perché per stare con una donna “impegnativa” come la Jolie, ci vuole carattere. Lei è molto più ricca di lui stando alle classifiche di Fortune e di Forbes. Lei ha vinto un Oscar e lui no. E tutte le donne in carriera sanno quanto sia difficile trovare un compagno che non soffra la competizione. Insomma Brad: chapeau!

Una moderna famiglia allargata

La famiglia è il mio vero progetto di vita” ha detto Brad Pitt in una recente intervista. E lo ha dimostrato con la sua. Che è davvero numerosa. Ecco le tappe salienti della sua formazione: il 19 gennaio 2006, dopo aver presentato tutti i documenti necessari, un giudice della California ha approvato la sua richiesta di adottare legalmente i due figli adottivi della Jolie: Chivan Maddox e Zahara Marley i cui cognomi sono stati formalmente cambiati in "Jolie-Pitt".

Il 27 maggio 2006 diventa padre della sua prima figlia naturale, Shiloh Nouvel, nata in Namibia. La coppia ha venduto le prime foto di Shiloh per oltre 4milioni dollari donando i proventi ad associazioni di beneficenza per bambini africani.

Il 15 marzo 2007, la Jolie ha adottato un bambino di tre anni, Pax Thien, proveniente da un orfanotrofio di Ho Chi Minh City, in Vietnam. Poiché il Vietnam non permette a coppie non sposate di adottare, Angelina ha adottato Pax come genitore single per poi presentare richiesta per cambiare legalmente il cognome del figlio da "Jolie" a "Jolie-Pitt". Richiesta approvata poi il 31 maggio 2007.

Dopo mesi di gossip insistenti, durante il Festival di Cannes 2008, la compagna annuncia di essere in attesa di due gemelli. Il 12 luglio 2008, Brad Pitt, diventa padre di due gemelli, Knox e Vivienne, nati al Lenval Hospital di Nizza, in Francia. I diritti per le prime immagini di Knox e Vivienne sono state vendute alle note riviste People e Hello per 14 milioni di dollari. Denaro che la coppia ha donato interamente alla Fondazione Jolie- Pitt.

Pensavo fosse amore...con Jennifer

Insomma, insieme hanno realizzato la favola d’amore (e la migliore azienda) con la A maiuscola. Prima dell’arrivo di Brad, Angelina passava da un uomo all’altro (e pure da qualche donna) senza controllo né decenza: ha sempre avuto la fama di quella un po’ instabile (pensate che del primo marito, Billy Bob Thornton, portava un flaconcino del suo sangue appeso al collo come lei stessa aveva ammesso) fino a quando non è arrivato il momento di girare quel fil Mr and Mrs Smith che li ha fatti innamorare e li ha resi la coppia perfetta. Lui però era sposato da cinque anni con la (tuttora) fidanzatina d’America Jennifer Aniston: un fidanzamento, un anello, un matrimonio e una vita perfetta fino all’entrata in scena della bella Angelina. E pensare che era stata proprio la Aniston a spingere perché il marito accettasse di recitare quel copione.

Un duetto fashion

Dura solo un paio di anni (dal 1995 al 1997) il love affair tra l’algida Gwyneth Paltrow e il tenebroso Brad Pitt ma insieme piacciono: tutti e due modaioli, belli, raffinati e sull’onda del successo. I paparazzi si scatenano e la gente sogna già il lieto fine che però non arriva…

Troppo giovani

Prima della Paltrow, Brad Pitt si innamora della giovanissima Juliette Lewis (lei ha solo 17 anni e lui dieci in più): si conoscono nel 1990 sul set del film ‘Vite dannate’ e tra loro scoppia una passione travolgente che dura tre anni. Tra alti e bassi, tira e molla, Pitt ha sempre ammesso che la Lewis è stato il suo primo grande amore. E che non è durata perché dalla vita volevano cose diverse…

Brad: un uomo generoso

Brad Pitt è sempre stato molto generoso con la beneficenza. Nel 2006 insieme ad Angelina è volato ad Haiti, dove hanno visitato una scuola sostenuta da Yele Haiti , un ente di beneficenza fondato da un haitiano. Nel maggio 2007 , Pitt e la Jolie hanno donato 1 milione di dollari a tre organizzazioni in Ciad e Sudan dedicati alle persone colpite dalla crisi nella regione del Darfur. Insieme a Clooney, Damon, Don Cheadle, David Pressman e Jerry Weintraub, Pitt è uno dei fondatori del Not On Our Watch , un'organizzazione che concentra l'attenzione mondiale per fermare le atrocità di massa.

Nel 2006 si è impegnato per la ricostruzione di nuove casa e New Orleans, dopo la devastazione causata dall'uragano Katrina, donando 5 milioni di dollari e finanziando la ricostruzione di 150 alloggi. Nel settembre 2009, Pitt ha ricevuto un premio come riconoscimento dal US Green Building Council, un'organizzazione commerciale senza scopo di lucro che promuove la sostenibilità degli edifici. Nel settembre 2006 , Pitt e Jolie creano un'organizzazione caritatevole , la Jolie-Pitt Foundation , per aiutare in cause umanitarie in tutto il mondo. La fondazione ha fatto donazioni iniziali di 1 milione di dollari per Global Action for Children e un altro per Medici Senza Frontiere. La fondazione ha donato 2,4 milioni nel 2006 e 3,4 milioni nel 2007.

Nel 2009 hanno donato circa 5 milioni di dollari alla Make It Right Foundation, per la costruzione di case a New Orleans, per le famiglie dei lavoratori rimasti senza tetto dopo il disastroso uragano Katrina, 1 milione di dollari è stato donato al Fondo di emergenza delle Nazioni Unite per il Pakistan, istituito dopo le violente alluvioni che hanno devastato il paese, 700,000 dollari per finanziare la ricerca per il cancro nei bambini. Quasi 500,000 dollari sono poi andati nella città di Joplin, nel Missouri, devastata da un tornado, mentre altri migliaia di dollari sono stati donati in Cambogia, dove è nato uno dei figli della coppia.

E se questo non vi basta, Brad Pitt sostiene i diritti della comunità gay e si è sempre dichiarato favorevole al matrimonio fra persone dello stesso sesso affermando che il riconoscimento delle unioni omosessuali è necessario ed inevitabile. L'attore e la compagna Angelina hanno più volte affermato di non sposarsi negli Usa fino a quando ciò sarà concesso anche a persone dello stesso sesso.

Belli e giovani per sempre

Il celebre museo delle cere di Londra inaugura le due nuove creazioni in occasione del compleanno dell'attore, che oggi spegne 50 candeline. Così, se ci sembrano tanto bravi e troppo belli per essere veri, ora ci sono anche due statue a sostenere questa teoria.

Brad è uno che se entra nella tua vita è per restarci per sempre, è uno che ti sostiene sempre, anche nei momenti più duri, non solo in odore di red carpet. È uno che se ti molla un attimo è solo per dare una mano a qualcun altro. È uno che tutte le donne sognano di avere al proprio fianco.

Auguri Brad! Buon compleanno!

Riproduzione riservata