Dolores O'Riordan sarà pure piccina ma ha uno sguardo che non dà tregua. Punta i tuoi occhi come s

Dolores O'Riordan sarà pure piccina ma ha uno sguardo che non dà tregua. Punta i tuoi occhi come se ti stesse rivelando dei segreti mai detti, e se distogli lo sguardo fa in modo di riprenderselo. Il suo nuovo disco da solista si intitola No Baggage (Nessun Bagaglio). Anticipato dal singolo "The Journey".

(A inizio intervista mi rivela la corretta pronuncia del suo cognome, un enigma irrisolto. Si pronuncia "O-Rìordan")

Esce tra poco il tuo secondo album da solista intitolato No Baggage,  che significa "nessun bagaglio". Di che bagaglio parli?

Credo che noi abbiamo una sola vita, una sola possibilità. Mi sono accorta che con il passare degli anni, la forza di gravità sul corpo prende il sopravvento, ma la mia anima e il mio spirito si sono rafforzati. E ho imparato a semplificare la mia vita, e a godere del fatto di avere meno di... alleggerire il bagaglio.

Intervista a Dolores O’Riordan, ex-Cranberries

Dolores O'Riordan sarà pure piccina ma ha uno sguardo che non dà tregua. Punta i tuoi occhi come se ti stesse rivelando dei segreti mai detti, e se distogli lo sguardo fa in modo di riprenderselo. Il suo nuovo disco da solista si intitola No Baggage. Nessun Bagaglio. Anticipato dal singolo "The Journey"

 

 Sei una donna molto impegnata: hai quattro figli, un marito, e fai musica. Non è difficile fare mu

Sei una donna molto impegnata: hai quattro figli, un marito, e fai musica. Non è difficile fare musica e avere la famiglia come priorità?
Questo è il motivo per cui ho lasciato i Cranberries, volevo passare più tempo con i miei figli, non volevo pagare qualcuno che godesse del loro splendido affetto.  Volevo quell'affetto per me. Volevo fare il mio mestiere di madre, che è un dono. E non c'è nulla nella vita che prendo così seriamente. E poi, avere un figlio è più divertente che avere una band.

 Riepilogando: fai la cantante, fai la madre, sei pure pittrice, ci risulta che conosci diverse ling

Riepilogando: fai la cantante, fai la madre, sei pure pittrice, ci risulta che conosci diverse lingue (parla benissimo il francese). C'è qualcosa che non sai fare?
(Fa un gesto come per dire "Sapessi!") Non so fare tutto quello che richiede l'uso delle ginocchia. Nel 1994 ho avuto un incidente sulle piste da sci; pensa, era il mio secondo giorno di lezione, e sono andata con il maestro su una pista piuttosto difficile. Mi sentivo troppo sicura, e scendendo ho cominciato a prendere velocità.  Sono caduta e mi sono rotta i legamenti del ginocchio, mi hanno messo quattro chiodi dentro e ora non posso correre, non posso andare a cavallo.  C'è da dire che ero una disperata allora, e questo incidente mi è servito per darmi una calmata.

In compenso però sei una gran line dancer  (fa balli di linea,  tipo country). Almeno così dicono.
Beh, io adoro ballare. Mi piace anche nuotare,  andare in bicicletta. E poi cammino molto. Solo che non posso saltare troppo di qua e di là.

 È  vero che sei la donna più ricca d'Irlanda?  Pensavo fosse Enya!Questa è una gran fe

È  vero che sei la donna più ricca d'Irlanda?  Pensavo fosse Enya!
Questa è una gran fessseria. Tu non hai idea di quanto costino i miei figli. Sono sempre lì a dirmi "Mamma voglio l'i-pod", "Mamma voglio questo e quello". Sono bimbi molto cari, e anche mio marito lo è. Dispenso soldi a tutti, quindi non c'è verso. Certo anche io me li godo: non potrò portarli con me quando morirò.

Tuo marito (Don Burton) era il manager dei Duran Duran. Il tuo matrimonio è impregnato di anni 80! Come vi siete conosciuti?
È una storia molto divertente. Hai presente Yasmin Parvenah, la moglie di Simon Le Bon?  Bellissima modella e splendida donna. A lei piaceva molto una canzone dei Cranberries dal titolo  Linger, e ha detto a Simon: "Ma perché non te li porti in tour?". E così è stato, e durante il tour ho incontrato mio marito. Non avrei mai pensato di incontrarlo grazie a quell'uomo che stava appeso sul poster in camera mia quando avevo 12 anni. La vita è magica e imprevedibile.

 Ma ce la fate a passare un po' di tempo insieme?Mio marito mi segue ovunque (proprio in questo mome

Ma ce la fate a passare un po' di tempo insieme?
Mio marito mi segue ovunque (proprio in questo momento è al di là del vetro che ci sorveglia n.d.r.). Lui è il mio angelo custode,  sa che non posso girare da sola perchè sono pazza e mi perdo ovunque. E poi, dovendo affrontare il pubblico, ho bisogno di qualcuno che abbia un occhio su di me tutto il tempo.

Pensi di essere stata più wild, più ribelle in passato di quanto lo sei ora?
Sì, mi sono calmata un po'.Anche se ho mantenuto quella vena di follia.  È giusto che stia lì dov'è,  penso faccia parte di me.

Riproduzione riservata