cose che non sai sulla lavanda

Pianta della lavanda: 5 utilizzi che (forse) non sai

La pianta della lavanda è davvero strepitosa: bella e benefica. Scopri se ci sono delle cose che non sai sull'utilizzo di questa pianta

Come usare la pianta della lavanda: 5 cose che non sai

La pianta della lavanda ci porta alla mente l'immagine della Provenza, che si colora di lilla nelle sue diverse intensità tra giugno e luglio. La fioritura dei campi di lavanda dipinge paesaggi tra i più belli al mondo. Ma la bellezza di questa pianta non è la sua unica virtù, è una pianta che sorprende anche grazie alle sue tante proprietà benefiche.

Le coltivazioni di lavanda oggi hanno preso piede anche in Italia, e in alcune regioni sono presenti bellissimi campi dai suggestivi paesaggi. Ma è soprattutto una pianta che non può mancare in giardino, in terrazza o sul balcone della propria casa, perché le sue proprietà sono sorprendenti. Ecco dunque come usare la pianta della lavanda, scoprirai alcune cose che (forse) non sai.

Tutte le straordinarie proprietà della lavanda e come usarla

VEDI ANCHE

Tutte le straordinarie proprietà della lavanda e come usarla

E' un rimedio per le malattie da raffreddamento

Il prezioso olio essenziale estratto dalla pianta può essere utilizzato per profumare in modo semplice e naturale la casa, ma è un rimedio utile anche per la salute.

Grazie alle sue proprietà antisettiche, antibiotiche e analgesiche, la lavanda dona sollievo nelle malattie da raffreddamento, quali tosse, influenza e raffreddamento, oltre a combattere naso chiuso, sinusite e catarro. È possibile utilizzare l'olio essenziale per via inalatoria o frizione locale.

Inoltre puoi preparare un efficace suffumigio preparando una bacinella d'acqua bollente a cui aggiungere olio essenziale o fiori di lavanda e bicarbonato: appoggia l'asciugamano sulla testa e aspira profondamente. Adatto anche ai più piccoli, aiuterà la respirazione: per potenziare l'effetto puoi aggiungere eucalipto o menta.

Ha un potere calmante e favorisce il relax

Tradizionalmente la lavanda viene utilizzata per favorire la quiete e il relax. Sfrutta le sue qualità per preparare una tisana: non sempre si apprezza questa pianta attraverso l'infuso che, invece, contribuisce al tono dell'umore e aiuta una buona funzionalità a livello digestivo e gastrointestinale.

Puoi acquistare i fiori di lavanda in erboristeria: metti a bollire una tazza d'acqua, poi aggiungi un cucchiaino di fiori e attendi qualche minuto. L'infuso alla lavanda potrà diventare un piacevole rito della sera.

Se ami il suo profumo intenso aggiungi sul cuscino qualche goccia di olio essenziale oppure lascia un sacchettino con i fiori di lavanda vicino a te, l'aroma intenso ti accompagnerà nei sogni.

Se hai a disposizione un cespuglio di lavanda cogli l'occasione per confezionare un sacchetto di cotone profumato da chiudere con un nastro: tienilo in borsa e ogni volta che il di testa o un senso di stanchezza ti assale prova a avvicinarlo al viso e respirare profondamente, per alcuni minuti, il suo aroma ineffabile. Chiudi gli occhi e continua la respirazione, con calma e profondità. Gli effetti benefici non tarderanno a farsi sentire.

Svolge un'azione analgesica e allevia i dolori

Sai che la lavanda è un valido aiuto contro il mal di testa? Questa meravigliosa pianta dalle sfumature fra il viola e l'azzurro non possiede soltanto un effetto calmante, ma è preziosa per dare sollievo agli spasmi muscolari e agire sul sistema nervoso grazie all'azione analgesica.

Sul palmo della mano lascia cadere alcune gocce di olio essenziale di lavanda, poi con due dita massaggia delicatamente al centro della fronte, sulle tempie e sulla gola o alla base dei lobi.

Il mal di testa può avere molte forme e spesso è difficile da combattere poiché può apparire in forma diversa in ognuno di noi, tuttavia anche nei casi di cervicale il profumo di lavanda può dare un immediato beneficio.

La lavanda allevia i dolori dovuti a strappi muscolari, reumatismi, eritemi e irritazioni. Grazie al potere antinfiammatorio e cicatrizzante l'olio essenziale di lavanda dona sollievo anche alla pelle punta da insetti e zanzare: puoi utilizzare l'olio massaggiando due gocce direttamente sulla pelle.

Le piante amiche che ci proteggono dalle zanzare in modo naturale

Combatte la ritenzione idrica e la cellulite

L'olio essenziale di lavanda aiuta a combattere cellulite e ristagno dei liquidi. Aggiungi l'olio essenziale di lavanda a un olio naturale, per esempio avocado o mandorle, e usalo per massaggiare le gambe procedendo dal basso verso l'altro.

A fine giornata una manciata di fiori di lavanda insieme a un cucchiaio di sale e bicarbonato nel pediluvio aiuteranno i piedi gonfi e stanchi. Per un bagno tonificante aggiungi una decina di gocce di olio essenziale nell’acqua della vasca insieme a un rametto di lavanda, mezza scodella di sale, poi immergiti: oltre all'azione rilassante e decongestionante, articolazioni e ritenzione idrica ne avranno beneficio.

Calma gli spasmi addominali e combatte le infezioni urinarie

Grazie all'effetto antispasmodico, la lavanda calma gli spasmi addominali dando sollievo ai dolori mestruali.

Puoi utilizzare la lavanda come infuso rilassante e potenziare l'effetto con un profondo massaggio sulla pancia aggiungendo alcune gocce di olio essenziale a un olio naturale. Combinata con una borsa dell'acqua calda da appoggiare sull'addome, la pianta aiuterà il rilassamento fisico e mentale aggiungendo un fresco tocco di buon umore. Se desideri godere della sua intensa fragranza diffondi l'olio essenziale nell'ambiente con un brucia essenze oppure lascia cadere una decina di gocce nella vasca da bagno. A causa delle proprietà antisettiche la lavanda è utile per combattere infezioni dell'apparato urinario come la cistite.

Conosci altre erbe della salute? Ecco 10 erbe benefiche da conoscere e utilizzare

Riproduzione riservata