isola giudecca

Tre indirizzi in italia

Attenti al design e con servizi su misura: gli “ostelli belli” prendono piede anche da noi.

A Venezia, sull’Isola della Giudecca, un vecchio granaio è diventato il Venezia Generator, un gioiello dell’ospitalità con 36 camere, 240 posti letto e un’area lounge (da 12 euro, tel. 3425767349).

A Roma, vicino a Santa Maria Maggiore, c’è il Blue Hostel (via Carlo Alberto 13): camere eleganti con bagno privato da 49 euro.

A Siracusa trovi Lol Hostel: centrale e strategico per raggiungere Ortigia o il Parco  Archeologico, occupa le sale di un bel palazzo di fine Ottocento (da 14 euro, tel. 0931465088).

Ostelli a cinque stelle in Italia e in giro per il mondo

Girare il mondo, fare tappa nelle grandi città, riposare in camere meravigliose. Sì, ma dov’è la novità? Negli alberghi! Molto comodi, molto carini e molto low budget.

Cape Town: 16 euro a notte

Capitale del Design, nel 2014 Città del Capo diventerà il punto d’incontro di artisti e architetti.

Dove stare

The Backpack è un buon esempio di ostello di stile a prezzi contenuti: ha stanze di ogni tipo, dalla singola alla camerata alla  “suite” familiare, un delizioso lounge bar e piscina con vista sulla Table Mountain (16 euro a notte). Ed è nel cuore della città. Da lì, ti sposti nel quartiere Woodstock, con gallerie e club molto cool, mentre su Albert Road, nella ex fabbrica Old Biscuit Mills, trovi ottimi ristoranti e shopping irresistibile. Il miglior caffè lo bevi al Truth Coffee (36 Buitenkant St), servito da camerieri in bombetta e gilet.

Cosa non perdere  Il 2 gennaio si  festeggia il Cape Minstrel Carnival, un secondo Capodanno con musica e sfilate per le strade

New York: 44 euro a notte

Gennaio è il momento di volare nella Grande Mela: partono i saldi postnatalizi con sconti che arrivano subito al 70 per cento. Da Macy’s, sulla 34esima, trovi capi griffati a prezzi low. Se preferisci i negozi indipendenti prenota un tour tra Soho e NoLita, con Free Tour by Foot, specializzato in visite a tema. Stanca? Un brunch da The Smith dà la carica per ricominciare a setacciare i negozi.

Dove stare  Sarebbe sciocco spendere in hotel quello che hai risparmiato con lo shopping: scegli l’Urban Oasis, un ostello pop e centralissimo (sta davanti all’Empire State Building) con camere da 44 euro.

Cosa non perdere
il Super Bowl del 2 febbraio è uno degli appuntamenti più seguiti dagli americani: quest’anno, nell’intervallo, si esibirà Bruno Mars.

Mexico City: 11 euro a notte

Inizia la visita a Città del Messico dallo Zócalo, una delle piazze più grandi del mondo, poi spostati al Palacio de Bellas Artes che custodisce murales straordinari. Il quartiere da vedere è Coyoacán con i caffè bohémien e la Casa Azul di Frida Kahlo e Diego Ribeira (calle Londres 247): qui scopri le opere della pittrice e ti rilassi nel giardino-oasi tropicale. Sabato, fai un salto al bazar di San Angel, famoso per l’artigianato locale.

Dove stare  Cinema à la carte, beer patio, piscina in terrazza: all’ostello Down Town Beds, nel centro storico, a 5 minuti dallo Zócalo, hai questi lussi con 11 euro a notte (Isabel La Católica 30).

Cosa non perdere
È aperta fino al 2 marzo la mostra di disegni La enseñanza del dibujo en México, al Museo nazionale d’arte.

Miami beach: 22 euro a notte

Il centro della vita artistica e culturale della Florida è Miami. Anzi Miami Beach. E gennaio è il mese perfetto: il clima non è afoso e il mare è tranquillo.

Dove stare  Scegli il Freehand Miami (22 euro), l’ostello ospitato nello storico edificio dell’Indian Creek Hotel. La piscina con solarium e il lussureggiante giardino non ti invoglieranno ad arrivare alla spiaggia, che è a 5 minuti di distanza!  Per un’ottima insalata tropicale e un frullato spostati a South Beach: sulla 14esima c’è La Sandwicherie. Poi, fai un salto alla galleria di Romero Britto, artista pop della città.

Cosa non perdere

Il Coconut Grove Arts Festival, dal 15 al 17 febbraio, richiama a Miami Beach artisti, chef e performer.

Singapore: 32 euro a notte

Da una vertigine di grattacieli a un giardino tropicale, da un quartiere cinese a uno indiano, in pochi chilometri quadrati: Singapore è un microcosmo dove trovi tutta l’Asia. E non solo. Cerchi una serata romantica? Prenota da The White Rabbit, un ristorante d’atmosfera ospitato in un’ex chiesa sconsacrata (39C Harding Rd). Per tirare l’alba, entra allo Zouk Club, il night club più famoso della Malesia. Mentre ai Giardini Botanici, passeggi fra le orchidee.

Dove stare  Si chiama Adler il primo ostello di lusso della città orientale. In meno di un anno è diventato il punto di riferimento di migliaia di viaggiatori per tre motivi: posizione strategica a Chinatown, cabine-letto su misura (puoi  scegliere il tuo cuscino preferito) e ottimo rapporto qualità prezzo (32 euro).

Cosa non perdere Il Capodanno cinese cade nella notte tra il 31 gennaio e il primo febbraio. Trovi appuntamenti e informazioni su yoursingapore.com.

Riproduzione riservata