Come accrescere l'autostima

Avere una buona autostima è fondamentale per la vita di ognuno di noi, perché influenza il modo in cui ci rapportiamo agli altri e in cui affrontiamo le situazioni che ci si pongono davanti ogni giorno. Volersi bene e accettarsi per quello che si è non è facile, soprattutto quando alcuni eventi hanno minato la nostra serenità e l'immagine che abbiamo di noi stessi. La cosa positiva, però, è che non è mai troppo tardi e che si può sempre fare qualcosa per migliorarsi. Ecco come.

I trucchi per migliorare la propria autostima

Avere stima di se stessi è essenziale per affrontare le insidie della vita. Ecco qualche consiglio per accrescere l'autostima e vivere più felici

Fare del training autogeno non è mai una cattiva idea. L'autostima, ad esempio, rappresenta un aspetto fondamentale della percezione del sé: è l'immagine che ognuno ha di se stesso, il modo in cui crediamo di apparire agli altri e che influenza in modo determinante le relazioni con gli altri.

Spesso una bassa autostima deriva da insicurezze dettate dall'aspetto fisico o da traumi non del tutto superati e che si protraggono anche in età adulta. È importante però sapere che tutto è migliorabile e che anche l'idea che abbiamo di noi stessi può essere modificata in meglio. Nella gallery ti suggeriamo come accrescere la tua autostima con dei piccoli accorgimenti quotidiani.

Pensa positivo

Spesso siamo proprio noi i peggiori nemici della nostra autostima. Sono i nostri pensieri a influenzare il modo in cui ci comportiamo e ci poniamo verso ciò che ci accade. Continuare a ripetere che non riuscirai a superare determinate situazioni non migliorerà le cose, anzi: servirà solo a far precipitare l'umore e a trascinare ulteriore negatività. Prova invece a pensare ai traguardi che hai già raggiunto anche quando pensavi di non farcela e vedrai che tutto ti sembrerà risolvibile.

Cura il tuo aspetto

Spesso una bassa autostima deriva dall'aspetto fisico che non sempre ci soddisfa. Tutti hanno qualcosa che vorrebbero cambiare, ma questa non è una scusa sufficiente per lasciarsi andare e autodemolirsi. Se c'è una particolare parte del corpo che non ti piace, fai di tutto per migliorarla, non tanto per gli altri ma per te stessa. Devi guardarti allo specchio e fare di tutto perché l'immagine che vedi riflessa ti soddisfi. Sorridi e fai attività fisica: non solo ti terrai in forma, ma stimolerai le endorfine, gli ormoni che determinano il buonumore.

Impara a conoscerti

Un basso livello di autostima è dettato da una cattiva considerazione di noi stessi. Ma il giudizio che diamo è affidabile e giustificato? Prima di valutarci dovremmo conoscerci a fondo, con pregi e difetti. Per farlo basta tenere un diario in cui appuntare pensieri, impressioni, azioni e obiettivi. Scrivi tutto quello che ti capita di fare nella giornata, cosa è andato bene, cosa è andato male e cosa ti ha stupito. In questo modo avrai un quadro più chiaro e oggettivo della situazione, come vista dall'esterno. Solo così sarai in grado di giudicarti davvero.

Porsi obiettivi raggiungibili

Per migliorare l'idea che hai di te stessa è necessario pensare ai successi già ottenuti (e ce ne saranno tanti), ma bisogna proiettarsi anche nel futuro. Evita di porti obiettivi più grandi delle tue possibilità, punta a fare piccoli passi che ti rendano orgogliosa ogni volta che raggiungi la meta che ti eri posta. Col passare del tempo, guardandoti indietro vedrai che la strada che hai percorso non era poi così in salita come credevi. Ogni piccola vittoria che otterrai accrescerà il tuo senso di autostima e ti permetterà di scalare vette sempre più alte.

Dedica del tempo a te stessa

Il cibo è uno degli elementi che più è in grado di influenzare l'umore di una persona. La tavola è simbolo di convivialità, anche quando vissuta in solitudine. Mangiare bene, apparecchiare con cura, preparare piatti stuzzicanti da godere senza televisione o altro che possa distrarre, aiuta a concentrarsi su se stessi e a sentirsi più appagati e soddisfatti.

Impara a dire di no

Le persone con poca autostima in genere sono le più accondiscendenti. Questo perché temono le reazioni degli altri o non si sentono abbastanza sicuri delle loro posizioni. Saper dire no quando serve, invece, è sintomo di autorevolezza. Essere in grado di affermare le proprie posizioni è un modo per farsi rispettare. Per questo riuscire a dire di no ogni tanto, quando lo riteniamo giusto, è il modo migliore per accrescere l'autostima.

Riproduzione riservata