1/11 – Introduzione

Ad onor del vero considerare un cocktail salutare risulta un tantino azzardato. I cocktail contengono più o meno alcool che se ingerito con moderazione in soggetti sani è generalmente tollerato e comunque specialmente nella stagione calda, non aiuta l’idratazione. Diversamente i Long Drink che sono quasi tutti analcolici (o contengono al massimo il 20% di alcool) e a base di frutta, sono una bomba di vitamine e antiossidanti che specialmente d’Estate, costituiscono una fonte di nutrimento e di idratazione per tutto l’organismo. Tuttavia se consideriamo il potere digestivo e rinfrescante di alcuni di essi, proviamo ad includere nell’elenco anche 5 cocktail alcolici su 10.

2/11 – Mojito

Il nome deriva da Mojo che vuol dire “incanto”. È un cocktail di origine cubana molto rinfrescante e dissetante, ideale da bere sulla spiaggia. È costituito da:- 50 ml di Rum bianco cubano;- 8 foglie di menta da strizzare e sbriciolare sul fondo del bicchiere prima di versare gli altri componenti;- il succo di un lime;- 3 cucchiaini di zucchero di canna;- Angostura, Ghiaccio trito e acqua q. B. Meglio se diluito 2:1 rispetto al rum, comunque va tenuto conto che più è diluito, più risulta tollerato.

3/11 – Caipirinha

È un cocktail brasiliano e deriva dal termine portoghese “caipira”, cioè semplice, umile. È considerato il digestivo totale dai Sudamericani, tanto che nei ristoranti tipici dove si serve solo carne, si pasteggia appunto con la caipirinha. Si prepara così:- il succo di mezzo lime;- 3 cucchiaini di zucchero di canna;- 50 ml di cachaca;- Ghiaccio trito q. B.

4/11 – Daiquiri

Di origine caraibica, è forse il più semplice da realizzare e costituisce un ottimo dopopranzo/cena. Pare che la sua invenzione sia dovuta ad un marinaio americano che durante la guerra tra Spagna e USA a Daiquiri, un villaggio cubano, non trovando il suo Whisky preparò un mix di tutto quello che ebbe a portata di mano, consistente appunto in:- 4.5 cl di rum bianco;- 2 cl di succo di lime;- 0.5 cl di sciroppo di zucchero.

5/11 – Margarita

Non esiste una storia all’origine del Margarita se non il fatto che sia nato nel più semplice dei modi. Secondo la tradizione messicana si beve pura, avendo prima riempito la bocca di una manciata di sale e spremendo un lime direttamente in gola subito dopo. Il Margarita si prepara appunto in una coppa simile ad un sombrero rovesciato sul bordo della quale si fa aderire del sale per metà della circonferenza, mentre l’altra metà ospita una fetta di lime. La composizione:- 5/10 di tequila;- 3/10 di triple sec;- 2/10 succo di limeOltre al sale fino e la fetta di lime come decorazione prima descritta.

6/11 – Moscow Mule

Va servito in un bicchiere di rame o in un vetro old fashioned, con una robusta fetta di cetrioloIl mix prevede:- 4.5 cl di Vodka;- 12 cl di Ginger Beer;- 0.5 cl di succo di lime;- una fetta di lime come guarnizione. In Russia era considerato un rimedio per l’influenza.

7/11 – All shook up

D’ora in poi consideriamo gli analcolici. L’All shook up è quasi un frappè, composto da:- 25 gr fragole;- 25 gr lamponi;- 125 ml di latte freddo;- 125 ml yogurth naturale freddo;
– 1 cucchiaino di acqua di rose;- 1/2 cucchiaino di miele chiaroTutti i componenti vanno inseriti nel frullatore per 30 secondi, meno il miele che viene aggiunto dopo. Va servito in un bicchiere alto con qualche foglia di menta e qualche lampone come guarnizione.

8/11 – Anita

Veramente molto semplice:- 1 parte di succo d’arancia;- 1 parte di succo di limone;- 3 gocce di angostura;- soda per riempire;- 3 cubetti di ghiaccio. Non c’è bisogno di usare lo shaker, basta mescolare con un cucchiaino. Dissetante come nessun altra bevanda.

9/11 – Banshee

Componenti:- 5 parti di crema di banana;- 2 parti di crema di cacao bianco;- 3 parti di crema di latte (latte condensato)- 2 cubetti di ghiaccio trito. Shakerare il tutto per 3 minuti, filtrare con un passino da the e servire in coppette. Se si preferisce una consistenza minore basta shakerare qualche minuto in più.

10/11 – Carrot cream

Ingredienti per 4 porzioni:- 250ml succo di carota;- 300 ml panna;- 4 tuorli d’uovo;- 125 ml succo d’arancia;- 20 cubetti di ghiaccio;- 1 fettina d’arancio per guarnizione. Shakerate il tutto tranne il ghiaccio che aggiungerete dopo (5 cubetti in ogni coppa). Da consumare entro 6 ore. Se avanza potete tenerlo in frigo altre 6 ore (d’Estate).

11/11 – Frozen mela kiwi

Ingredienti:- 30 ml succo di mela verde;- 30 ml succo di kiwi;- 15 ml succo di pompelmo;- 7.5 ml succo di lime;- 2 gocce di aroma di mentaInserite tutto nel blender con aggiunta di 20 cubetti di ghiaccio e frullate per 40 secondi. Servite guarnendo con qualche fogliolina di menta:
.