Pulizie di primavera: PULIRE

  • 1 5

    Monster EZ 2 Floor lava e igienizza tappeti e pavimenti (Eurofex, 119 euro).

    PULIRE i vetri
    1 Se sono molto sporchi, i vetri si lavano tre volte. La prima con un panno asciutto, per raccogliere la polvere; la seconda con acqua tiepida, per togliere lo sporco; la terza, per lucidare, con acqua tiepida più un cucchiaino di alcol denaturato e una goccia di detersivo per i piatti. 2 Importante: i vetri vanno sempre puliti sia all'interno sia all'esterno. E, per non lasciare aloni, si passano prima i lati poi il resto del vetro. 3 Un trucco per averli super brillanti: lavarli con un mix di acqua fredda, ammoniaca e un po' di borotalco.

  • 2 5

    È pratico il lavavetri WV 50, che viene fornito con panno in microfibra (Karcher, 65 euro).

    PULIRE i pavimenti
    1 Per pulire a fondo i pavimenti in ceramica, chi possiede l'apparecchio, può usare il getto di vapore. 2 In alternativa, va bene un mix di acqua, aceto, alcol più un goccio di detersivo per piatti. E, per profumare, anche qualche goccia dell'essenza preferita. 3 Un rimedio ecologico per pulire le fughe delle piastrelle? Mescolare un bicchiere d'acqua ossigenata a 130 volumi (nei negozi di fai da te) con tre cucchiai di fecola di patate. Stendere la "cremina" con un cotton fioc su tutte le fughe, lasciare agire un'ora e sciacquare.

  • 3 5

    La lavapavimenti intelligente ha il dosatore per il detergente sull'impugnatura. Si chiama Flooremate (Hoover, 349 euro).

    PULIRE le ceramiche
    1 Quattro volte l'anno le piastrelle del bagno vanno pulite da cima a fondo. Si comincia dagli angoli e dalle parti vicine a doccia e vasca, che vanno disinfettate con un apposito prodotto antimuffa o con una soluzione di acqua e ammoniaca. 2 Per eliminare il calcare dalle piastrelle, va bene il getto di vapore. In alternativa, si passa un panno con una soluzione di acqua calda, aceto e bicarbonato. 3 Un panno asciutto con un goccio di candeggina profumata, infine, è l'ideale per asciugare e far brillare le piastrelle.

  • 4 5

    Per 40 minuti, con la scopa elettrica senza fili Aspirabella si pulisce in autonomia tutta la casa (Ariete, 49,90 euro).

    PULIRE i fornelli e i piani lavoro
    1 Per pulire a fondo il fornello, bisogna togliere i frangifiamma e passare una spugna imbevuta di acqua calda e bicarbonato oppure acqua calda e aceto bianco (perfetto sull'acciaio). 2 Se la fiamma non esce a dovere dai fori, si possono liberare con un ferro da calza sottile. 3 Per evitare le macchie di ossidazione, bisogna asciugare bene con un panno morbido. 4 Se si preferiscono i detersivi a spruzzo, attenzione: mai usarli in prossimità delle manopole. Potrebbero penetrare nelle parti elettroniche.

  • 5 5

    Vaporetto Lecoaspira ha la spazzola per il parquet. E può essere usato come pulitore a vapore o aspirapolvere (Polti, 490 euro).

    PULIRE le tende
    1 Dopo l'inverno, anche quando non sembra, le tende sono sempre sporchissime. Per prima cosa, vanno staccate e messe in ammollo sei ore in acqua calda con un bicchiere di sale grosso. 2 Dopo l'ammollo, si mettono in lavatrice: negli ultimi modelli c'è un programma apposito, altrimenti basta selezionare un ciclo a 30° o 40° al massimo e togliere la centrifuga. 3 Alcune tende non vanno stese né stirate e si possono appendere umide. Le altre, invece, vanno stese all'ombra per evitare che il sole diretto le macchie.

/5

Quando si spegne il riscaldamento, serve una pulizia più radicale. Per disinfettare i locali, sgrassare a fondo il piano cottura e togliere lo sporco dalle fughe delle mattonelle. E per far entrare in casa il sole? Ci vuole un trattamento d'urto alle finestre

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te