Narcisi autunnali

  • 1 6
    Credits: Shutterstock

    Crescono spontanei nei giardini e sono così colorati da riempire di vita balconi e terrazzi. Stiamo parlando dei narcisi, bulbi adatti a essere piantati proprio alla fine dell'estate.

    Si tratta di una varietà botanica semplice da coltivare e anche da mantenere bella e rigogliosa. Infatti, il narciso richiede poche e semplici accortezze. Ma regala una fioritura resistente e soddisfacente anche quando le temperature si fanno più rigide.

    Sfoglia la gallery e segui i nostri consigli per narcisi bellissimi e sani

  • 2 6
    Credits: Shuttesrtock

    Il terriccio

    Uno degli aspetti fondamentali di un buon giardinaggio è, senza dubbio, la scelta del terreno. In questo caso, il narciso può essere considerato un fiore "facile" perché non richiede terricci particolari.

    Meglio, però, acquistare un terriccio morbido e mantenerlo drenato. Attenzione al vaso: si consiglia uno spazio abbastanza ampio per favorire la riproduzione del bulbo.

  • 3 6
    Credits: Shutterstock

    Quando piantarlo

    Il bulbo del narciso andrebbe messo a dimora a fine estate o, comunque, agli esordi dell'autunno. Per quanto riguarda la fioritura, molto dipende dalla conservazione del bulbo.

    Se il bulbo viene conservato al fresco, infatti, la fioritura è anticipata. Al contrario, con una conservazione al caldo, assisteremo a una fioritura più tardiva.

  • 4 6
    Credits: Shutterstock

    Quando e quanto innaffiarlo

    I bulbi del narciso non richiedono innaffiature rigorose. Infatti, necessitano sì di acqua ma temono l'eccesso. Dunque, è bene affidarsi alle stagioni e alle piogge. Soprattutto se consideriamo che il narciso è un bulbo autunnale e che, dunque, potrà essere adeguatamente bagnato dalla pioggia.

    È importante che l'acqua non sia troppa perché, altrimenti, il bulbo potrebbe affogare.

  • 5 6
    Credits: Shutterstock

    Decorativi e rigogliosi

    Perché scegliere di piantare i bulbi dei narcisi sul balcone? Per rinnovare il terrazzo in vista dell'imminente stagione autunnale, grazie ai bellissimi colori pieni che il fiore è in grado di regalare. Ma non solo: il narciso si abbina perfettamente ad altre varietà botaniche autunnali e invernali come, per esempio, erica e ciclamino.

    Attenzione, però: il narciso tende a diventare selvatico ed è, quindi, importante garantirgli sempre uno spazio sufficiente per crescere.

  • 6 6
    Credits: Shutterstock

    Un fiore per chi si innamora di sé

    Il significato del narciso è piuttosto emblematico. Eppure, regalare o regalarsi questo fiore non significa cedere alla vanità. Il suo significato cambia da luogo a luogo, a seconda delle diverse culture e credenze popolari.

    A noi piace pensarlo "cinese": in Cina, infatti, il narciso simboleggia fortuna e prosperità. I narcisi si regalano quando si inizia un nuovo lavoro oppure si deve sostenere un esame. Un vero e proprio "in bocca al lupo" floreale.

/5

Scopri come coltivare i bellissimi narcisi autunnali: per un balcone stupendo, nella stagione dei mille colori

I narcisi sono fiori molto conosciuti per il loro caratteristico aspetto e per le meravigliose nuance cromatiche. Nonostante questa notorietà, però, il narciso è ancora un fiore poco coltivato. Ed è un vero peccato perché i narcisi autunnali riescono a riempire di vita ed energia anche il più spoglio dei balconi.

Inoltre, il narciso è una varietà botanica molto forte e resistente, in grado di passare indenne dal caldo al freddo. Anche quando con freddo si intendono i gelidi mesi invernali.

Terreno e coltivazione

I narcisi autunnali sono resistenti al freddo ma, quando iniziano le prime gelate, è importante imparare a proteggerli. Il terreno prediletto dal narciso è soffice e drenato. Ma è fondamentale eliminare per bene ogni residuo di fioritura passata poiché questo bellissimo fiore ha un'anima selvatica e tende a "impadronirsi" di terrazze e giardini.

Il momento migliore per piantare i bulbi del narciso è la fine dell'estate, proprio in coincidenza con l'esordio autunnale. A tal proposito, è molto importante tenere in considerazione la conservazione dei bulbi prima della messa a dimora in giardino o in vaso. Infatti, se il bulbo è stato conservato al caldo la fioritura sarà tardiva. Al contrario, un bulbo conservato al freddo regalerà una fioritura precoce.

Innaffiature e fioritura

Di quanta acqua ha bisogno il narciso? La buona notizia è che non sarà necessario dedicarsi costantemente al fiore. Infatti, il bulbo messo a dimora in vaso necessita di innaffiature regolari ma non così "rigide". Anzi, meglio fare molta attenzione alla quantità di acqua poiché il bulbo rischia di affogare.

Il bulbo del narciso si riproduce da sé, generando nuovi bulbi. Quindi, è importante cambiare vaso da una stagione all'altra distanziando le piante tra loro. Per quanto riguarda la potatura, è sufficiente eliminare foglie e fiori secchi ogni tanto ma la manutenzione richiesta è davvero esigua.

I narcisi sono, quindi, i fiori perfetti per l'autunno e anche per chi non ha un pollice verdissimo: in questo caso, è utile sapere che la varietà di narcisi più semplice da coltivare e da mantenere nel tempo è quella con il fiore bianco.

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te