A ciascuno il suo garofano

Credits: Shutterstock
1 5

SUL BALCONE

Coltiva i garofani nani che hanno bisogno di poca terra. Mettili in una cassetta con del terriccio universale leggero, bagnali poco ma con costanza, in modo che il terreno resti sempre fresco. Ogni 10 giorni aggiungi un po’ di concime.

Fioriranno dalla primavera all’autunno con una pausa nel periodo più caldo: approfittane per eliminare le foglie secche e i capolini sfioriti.

/5

Maxi, mignon, ricadenti. Tinta unita, bordati o screziati. Ne esistono oltre 100 varietà, facili da far fiorire. Basta che abbiano tanto sole

L’altezza può andare da 10 cm fino ai 50 e più. I fiori dal rosso al rosa, dal bianco al giallo. Ma trovi garofani anche variegati o bordati. «Sono piante che crescono bene in Italia, appartengono alla tradizione, ma nello stesso tempo sono attuali» dice Federico Billo, che nel suo vivaio coltiva più di 100 varietà (floricolturabillo.com).

Quello che non cambia è il loro profumo, delicato e  pungente. E il bisogno di stare al sole.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te