Piante esotiche da salotto

Credits: G. Mazza

La pianta del caffè

Da dove viene
È una pianta tipica del Brasile, anche se la sua vera origine è la penisola arabica.

Com'è fatta
Diventa alta circa un metro. In primavera, fa fiori bianchi che, se impollinati, danno chicchi di caffè.
Di che cosa ha bisogno
Va tenuta in un posto molto luminoso e poi va bagnata un paio di volte alla settimana. Da aprile a settembre, è bene darle del fertilizzante di tipo bilanciato.

Credits: G. Mazza

Il beloperone

Da dove viene
Vive sugli altopiani del Messico.
Com'è fatta Con tutti quei rami ricadenti, sembra quasi un cespuglio. Infatti in due anni diventa larga mezzo metro. Fiorisce in tutte le stagioni.

Di che cosa ha bisogno
Per il Beloperone bisogna trovare un posto luminoso, ma senza sole. In inverno, beve solo mezzo bicchiere d'acqua alla settimana. D'estate, ogni tre giorni. Da marzo ad agosto, serve un fertilizzante bilanciato.

Credits: G. Mazza

La paphiopedilum

Dove viene
Questa bellissima orchidea nasce nelle foreste pluviali della Thailandia.
Com'è fatta
Fiorisce d'inverno. Le sue corolle maculate durano da quattro a sei settimane.

Di che cosa ha bisogno
Vive bene in leggera penombra. Va innaffiata due volte alla settimana, senza lasciare, però, ristagni d'acqua. Da luglio a settembre, una volta al mese, bisogna dare il concime per orchidee.

Credits: Sisimages

Il banano

Da dove viene
La varietà tipica delle Hawaii (musa coccinea) è la più adatta a stare in casa.
Com'è fatta
Ha foglie grandi e ogni anno fa nuovi getti. Può raggiungere anche un metro di altezza.
Di che cosa ha bisogno
Il banano va messo in un vaso lontano dai caloriferi e vicino alla finestra. Va bagnato due volte alla settimana, senza far cadere acqua sul getto da cui nascono le foglie. Si rinvasa ogni anno, in primavera.

Foto

I meravigliosi fiori profumati dei Paesi tropicali sono talmente semplici da coltivare, che vivono benissimo anche in appartamento. Dove fanno un figurone senza chiedere in cambio molte cure

 

Riproduzione riservata