Come cucinare i cetrioli: 20 ricette light

Rifrescanti, diuretici, depurativi: i cetrioli sono verdure estive ricchissime di proprietà benefiche, contengono minerali utili come il potassio e il fosforo e molte vitamine (C e K in particolare). Grazie all’alto contenuto di acqua (ne sono composti per oltre il 95%) e fibre saziano in fretta e, al tempo stesso, apportano pochissime calorie: meno di 15 kcal ogni 100 grammi! Sono praticamente l'ortaggio perfetto per chi in estate ama piatti freschi e leggeri ma anche per chi è a dieta o deve seguire un regime alimentare ipocalorico o un programma detox.

Come scegliere i cetrioli? Non troppo grossi (più i cetrioli sono piccoli meno semi contengono) ed è meglio se hanno una buccia lucida senza grinze. Conservati in frigorifero ti durano fino una settimana, in freezer invece è meglio non metterli: una volta congelati perdono infatti consistenza.

Per pulire i cetrioli taglia loro prima le due estremità poi, utilizzando un pelapatate, separa la buccia verde. A questo punto puoi ridurli a fettine sottili con la mandolina oppure puoi tagliarli prima a metà e poi a dadini con un coltello. C'è chi preferisce eliminare i semi, per farlo, una volta divisi in due gli ortaggi nel senso della lunghezza puoi scavarne la parte centrale con un cucchiaino. Per eliminare l’acqua di vegetazione, ti basta invece salare e mettere in uno scolapasta i cetrioli già tagliati. Trascorsi una quindicina di minuti, sciacquali e strizzali con molta delicatezza. 

Imparare a cucinare i cetrioli al meglio è in realtà un gioco da ragazzi. Con la selezione di ricette light di Donna Moderna potrai gustarli trasformati in cremosa salsina, pensa al famosissimo tzatziki allo yogurt di tradizione greca, oppure portarli in tavola in insalate, insalatone, zuppe fredde, carpacci e tartare. O ancora... farcirli con tonno, verdurine e formaggi. Chi mai potrebbe resistere al richiamo delle barchette di cetrioli ripieni!