Paella: origine e ricetta base

Credits: Corbis

La paella è un piatto tradizionale della cucina valenciana (in Spagna) un vero e proprio piatto unico a base di riso, zafferano e pesce e/o carne. Scopri tutto ciò che devi sapere per prepararlo con le tue mani!

La paella è un piatto tipico spagnolo, in particolare della zona di Valencia. Il nome deriva dalla pentola nella quale si cucina: una padella con due maniglie, in ferro o acciaio, di un diametro di circa 20 centimetri. Per preparare una paella per 2 persone servirà una paellera da 28 centimetri, 30 centimetri per 3 persone, 40 per una da 8.

La paella nasce circa nel XV secolo ed era il pranzo per i contadini, ovviamente nella sua versione meno ricca, perché gli ingredienti utilizzati erano quelli di campagna. Oggi invece parliamo di paella de marisco, quando intendiamo la versione di mare, o mista, se troviamo sia carne che pesce.

Per tradizione, la paella si consuma a pranzo e non a cena, in particolare, per gli spagnoli, è il piatto del pranzo della domenica. Importante, quando si prepara questa golosità, è scegliere il giusto tipo di riso: i valenciani optano tendenzialmente per l'Arroz Bomba, una varietà pregiata, D.O.C, ha un chicco corto o rotondo, bianco perlato. Assorbe tanta acqua, pur resistendo alla cottura, e non risulta colloso perché non contiene troppo amido.

Come fare la paella mista? Ecco la ricetta tradizionale trascritta da Donna Moderna e adattata per essere cucianta con gli strumenti comuni delle cucine italiane. Preparala con i tuoi amici o la tua famiiglia per un pranzo originale, sfizioso e divertente!

Gli ingredienti che ti servono sono 300 g di riso Bomba, 1 kg di pollo, 200 g di salsiccia piccante (chorizo), 250 g di piselli sgusciati, 350 g di pomodori, 8 scampi, 16 cozze, 500 g di calamari, 200 g di vongole, un peperone verde e un peperone giallo.

Sbuccia i pomodori e tritali. Pulisci i peperoni e tagliateli a tocchetti. Sgrana i piselli e scottali qualche minuto in acqua bollente (se preferisci puoi anche usarli surgelati). In una grossa padella in acciaio o in una teglia rosola il pollo con dell'olio extravergine d'oliva per 10 minuti. A parte soffriggi un misto di aglio, cipolla e prezzemolo tritati con l'olio. Aggiungi poi i pomodori, la salsiccia e i piselli. Dopo qualche minuto unisci anche gli scampi, mescola bene, poi aggiungi il tutto al pollo. Fai lo stesso con i calamari, i peperoni, le vongole e le cozze. Filtra il brodo preparato con il pollo. Aggiungi il riso nella padella, versaci sopra il brodo in cui avrai sciolto lo zafferano, porta ad ebollizione, poi copri con un foglio di alluminio e metti la paellera in forno già caldo per circa mezz'ora a 200° C. Togli dal forno e lascia riposare.

Vuoi saperne di più? Clicca qua per leggere punto per punto la ricetta classica della paella valenciana e tante varianti facili e sfiziose. Buon appetito!

Riproduzione riservata