Idee in cucina

Cos’è e come si usa lo zenzero in cucina

Credits: Shutterstock

Lo zenzero è un rizoma dalle innumerevoli proprietà. Grazie al suo principio attivo, il gingerolo, apporta infatti benefici a tutto l'organismo e aiuta persino a perdere peso più velocemente

Se utilizzato nel modo corretto, lo zenzero può diventare un vero e proprio alleato di salute e benessere nei regimi alimentari detox come nelle diete dimagranti. Questa sorta di radice bitorzoluta (un rizoma in realtà) di una pianta originaria delle regioni tropicali dell’Asia è infatti molto usata nella medicina ayurvedica e nella cucina orientale ed è ricchissima di proprietà e benefici per il nostro organismo.

Zenzero: cos'è? Qual è la sua pianta?

Benché comunemente sia da tutti riconosciuto come una radice (e così lo chiameremo anche noi per praticità), lo zenzero, in inglese "ginger", si classifica in verità come rizoma, ovvero un inspessimento sotterraneo del fusto della pianta dalla forma irregolare a bitorzoli. La sua pianta, Zinziber officinale, per un occhio poco esperto simile a una orchidea dai profumatissimi fiori, viene attualmente coltivata soprattutto nei Paesi di fascia tropicale, in particolare in India, ma essendo il suo uso largamente diffuso anche in Europa è facilissimo da reperire in ogni stagione anche nei comuni supermercati. Ingrediente molto usato nella medicina ayurvedica come nella cucina orientale, è famoso in tutto il mondo fondamentalmente per i benefici portati dal suo principio attivo: il gingerolo.

Zenzero fresco, essiccato in polvere, candito e in salamoia

Lo zenzero si può consumare sia fresco, sbucciandone la radice come fosse una patata, sia in polvere essiccata. Quest'ultima è forse la versione più utilizzata e anche la più semplice da conservare. La radice fresca, invece, va tenuta in frigorifero una volta tagliata e conservata possibilmente in un vasetto di vetro per non alterarne gusto, l'aspetto e le proprietà. In commercio si trovano poi anche lo zenzero candito quello in salamoia, accompagnamemto tipico del sushi, e le tisane.

Il sapore dello zenzero in tutte le sue "forme" è in realtà piuttosto piccante, per questo viene consumato solitamente insieme ad altri alimenti o sotto forma di decotto. Anche se non sono pochi coloro che osano gustarlo in purezza, tagliato a fettine sottili da solo oppure aggiunto all'insalata. 

Proprietà e benefici della radice di zenzero

Lo zenzero agisce in modo benefico sul nostro organismo grazie al suo potente principio attivo, il gingerolo. Le sue proprietà sono talmente numerose da rendere questa radice un vero e proprio farmaco, da tenere sempre in casa.

Prima di tutto, lo zenzero è un riconosciuto antiossidante naturale e ha anche un effetto antinfiammatorio. Dunque, possiamo parlare di una radice dalle proprietà anti-age e adatta per contrastare le infiammazioni dell'organismo alla base di molti disturbi (anche importanti, tanto che vi sono recenti studi che correlano lo stato infiammatorio dell'organismo alla maggior incidenza di alcuni tipi di tumore). 

Inoltre, la radice di zenzero è un vero e proprio toccasana per lo stomaco. Si tratta appunto di un rimedio digestivo, efficace contro i bruciori di stomaco e in caso di gastrite. Lo zenzero è anche la cura dolce naturale più consigliata se si è soggetti a nausea dovuta a cattiva digestione. Masticare un pezzetto di zenzero oppure assumere una capsula a base di estratto secco della radice può alleviare moltissimo questo disturbo, fino a farlo sparire. Infatti il gingerolo, le resine e le mucillagini svolgono una potentissima azione antiemetica, agendo proprio sulle pareti dello stomaco.

Allo stesso modo, lo zenzero si rivela un ottimo rimedio in caso di vertigini o di patologie infiammatorie dell'apparato muscolo-scheletrico. Ma c'è di più: sorseggiare un decotto di zenzero o mangiare la radice fresca sono soluzioni naturali che aiutano in modo marcato a superare fastidi stagionali quali il mal di gola, il raffreddore, gli stati influenzali e la febbre. Lo zenzero, a tal proposito, svolge anche un'azione preventiva e quindi utile durante tutto il corso della stagione fredda. 

Zenzero per dimagrire e per il detox

La radice di zenzero è utilizzata da tempo immemore dalla medicina ayurvedica per favorire il naturale detox di tutto l'organismo. Infatti, il gingerolo e gli altri attivi presenti nella pianta sono portentosi per aiutare a liberarsi dalle tossine ai cambi di stagione e nei periodi in cui ci si sente più gonfie e stanche. 

Ma lo zenzero aiuta anche a bruciare i grassi e a dimagrire più rapidamente, sempre se associato a una corretta alimentazione. Questa proprietà è dovuta alla termogenesi innescata dal gingerolo. Termogenesi significa produzione di calore: l'organismo si riscalda internamente e brucia di più in modo del tutto naturale. 

Controindicazioni per ipertensione e non solo

Lo zenzero solitamente è ben tollerato, se si ama il gusto deciso e piccante! Però, come per tutte le spezie, è sempre sconsigliato eccedere e ne va limitato il consumo in particolare per chi soffre di ipertensione, in quanto si potrebbe verificare un leggero rialzo dei valori pressori.

Lo stesso discorso vale per chi è allergico al principio attivo della radice: in questo caso, ci si accorge dell'allergia e si sospende il consumo e l'utilizzo dello zenzero in toto.

In gravidanza, se vi è forte nausea, spesso sono gli stessi medici a consigliare capsule e rimedi a base di estratto di zenzero per il loro effetto antiemetico. Ma i pareri in merito sono contrastanti quindi il consiglio è di attenersi scrupolosamente soltanto a quanto prescritto dallo specialista, evitando tassativamente il fai da te. Ricorda che tutti i rimedi naturali in stato interessante, in allattamento e nella prima infanzia devono infatti essere sempre preventivamente autorizzati dal medico.

Come e quando usarlo in cucina

Ora entriamo in cucina e vediamo come usare lo zenzero per sfruttare appieno tutte i suoi benefici su salute, benessere e linea indipendentemente dal classico centrifugato depurativo. Primo consiglio: lo zenzero in polvere o grattugiato fresco è perfetto per condire tutti i tipi di verdura (cruda e cotta). Infatti, il sapore piccante e lievemente "limonato" aggiunge freschezza al solito contorno. Ma non solo: l'estratto è ottimo anche per insaporire il pollo e le carni bianche in generale come il pesce e i crostacei. Sia in cottura che come condimento a crudo. 

Chi ama i sapori esotici, può provare ad arricchire il riso basmati oppure gli spaghetti di soia e di riso con una buona quantità di zenzero fresco. Un'idea gustosa, sana, e che porta in tavola i sapori dell'estate anche in pieno inverno è poi l'insalata mista con zenzero e avocado. Per prepararla occorre semplicemente unire valeriana o lattughino, rapanelli tagliati finemente, avocado a pezzetti, zenzero a listarelle e arancia rossa o pompelmo rosa tagliati al vivo: un pieno di vitamine, minerali e antiossidanti. 

Decotto di zenzero e tisana zenzero e limone

Ovviamente, lo zenzero si può aggiungere liberamente anche a e tisane. Ma ciò che funziona maggiormente e che meglio esprime le potenzialità della radice, è il decotto.

Il decotto di zenzero si prepara tagliando a fettine lo zenzero fresco sbucciato che deve essere immerso in acqua fredda e poi lasciato sobbollire. Dal momento dell'ebollizione, lascialo cuocere per circa 15 minuti. Poi preleva le fettine di radice (le puoi consumare a parte se ti fa piacere) e filtra il decotto. Quest'ultimo va bevuto amaro lungo tutto l'arco della giornata: otterrai un forte effetto drenante detox

Molto benefica e anche gradevole come gusto è inoltre la famosa tisana zenzero e limonezenzero e lime. I due ingredienti infatti si sposano alla perfezione! Per prepararla puoi usare sia lo zenzero fresco (il procedimento è lo stesso di quello del decotto) sia lo zenzero essiccato. Fai bollire per 15 minuti la radice oppure sciogli la polvere di zenzero direttamente in acqua bollente. Aggiungi fuori dal fuoco succo di limone, scorzette non trattate e, a piacere, del miele. Questa tisana svolge un'azione potente in caso di raffreddore, influenza, febbre, cattiva digestione e nausea.

Ricette con lo zenzero facili e leggere

  • Adori i sapori fusion, la cucina giapponese o quella thai? Per portare in tavola lo zenzero potresti provare a cimentarti in una ricetta dal gusto orientale! Per esempio i noodles: i tradizionali vermicelli di riso. Un piatto facilissimo da cucinare, saporito e stuzzicante che ti proponiamo in versione vegetariana con verdure e zenzeroClicca qui per leggere come si preparano.
  • Il salmone con lo zenzero è invece un secondo di mare light (cotto senza grassi aggiunti) che unisce il gusto sfizioso di questo pesce nordico all'esotica piccantezza della nostra preziosa radice e del lime. In più è ricco in acidi grassi Omega-3 importanti per salute e benessere! Clicca qui per leggere la facile ricetta. Enon dimenticare che si prepara in soli 30 minuti.
  • Una marinata di zenzero fresco, succo di limone, timo e olio extravergine d'oliva è il segreto del sapore e del profumo degli spiedini di pollo allo zenzero. Un piatto facile e veloce da cucinare che puoi cuocere in meno di 10 minuti sulla bistecchiera o sulla griglia in ghisa. Altro che il solito petto di pollo... Puoi leggere qui la ricetta di Donna Moderna.
  • Non solo il pesce e le carni bianche, anche il riso, come abbiamo appena sopra accennato, si sposa alla perfezione con lo zenzero (sia fresco che in polvere). Perché allora non approfittare di questa accoppiata vincente per portare in tavola un primo piatto sfizioso e ricco di principi attivi? Noi ti proponiamo un piatto unico freddo come l'insalata di riso con fagiolini e rucola (qui trova la ricetta) ma se lo preferisci puoi provare a cucinare anche un nutriente risotto allo zenzero oppure un originale riso saltato con gamberi e zenzero, più esotico.
  • I dolci allo zenzero più famosi sono i biscotti tradizionali di Natale: gli omini di pan di zenzero, buonissimi ma sicuramente non light... I budini di zucca con zenzero e cannella sono invece un ottimo compromesso per chi non è capace di resistere alla voglia di dolce ma non rinuncia a tenere sotto controllo il peso. A base dell'ortaggio più amato dell'autunno (disponibile in realtà per grande parte dell'anno), questo profumatissimo dessert al cucchiaio dalla consistenza di una soffice mousse apporta infatti solo 135 calorie per porzione. Clicca qui per la ricetta. Assolutamente da provare.
  • Non bisogna infine dimenticare che la radice fresca di zenzero si presta a insaporire anche numerose conserve dolci e salate. Ha potere antisettico, sempre utile in questo genere di preparazioni, e può donare il suo inconfondibile gusto fresco e piccantino a sottoli e sottaceti con frutta e verdura di tutte le stagioni, confetture, marmellate o chutney, Prova per esempio le zucchine al profumo di arancia, zenzero e mentatrovi qui la ricetta.
Riproduzione riservata