La nostra mentor Francesca Marziali ci dà tutti i consigli utili nel caso in cui tu non sia soddisfatta dei risultati del tuo allenamento

Lock down, anno nuovo, buoni propositi, matrimonio in arrivo… ci possono essere tanti motivi per cui qualcuno decida di iniziare ad allenarsi o di intensificare i propri workout per raggiungere i risultati desiderati.

Purtroppo però, può capitare di non vedere alcun miglioramento evidente nel nostro corpo, anche se aumentiamo la frequenza degli allenamenti e facciamo di tutto per rispettare il calendario che ci siamo programmate.

Ma perché? Non si diceva che bisognava muoversi per ottenere il corpo dei nostri sogni e di certo questo non arriva rimanendo sul divano?

Oggi vediamo insieme i problemi più comuni che si fanno inconsapevolmente, che rallentano la nostra tabella di marcia e ci allontano dai nostri obiettivi.

10 strategie d’allenamento che ti porteranno a fare di più e meglio

VEDI ANCHE

10 strategie d’allenamento che ti porteranno a fare di più e meglio

1. Non cambi stimolo allenante

Per quanto certi esercizi possano essere molto intensi anche con solo due bottiglie d’acqua, dobbiamo sapere che ogni volta che miglioriamo nel nostro workout, e diventiamo più forti, è necessario cambiare stimolo allenante. Questo può essere fatto, ad esempio, aumentando il carico: quindi eseguirò sempre le stesse serie e ripetizioni ma con un carico maggiore. In tal caso sarà necessario procurarsi un minimo di attrezzatura, come dei manubri modulabili, in cui si può aumentare il peso, e occupare poco spazio in casa.

Se ciò non è possibile, possiamo lavorare sul volume, quindi userò sempre il solito carico a disposizione ma aumento le ripetizioni, le serie, o il tempo di esecuzione.

Questi sono solo alcuni esempi, ma ricorda sempre che la forza è alla base dell’estetica e non il contrario.

Per migliorare il nostro tono muscolare, per alzare i nostri glutei non è necessario fare mille mila ripetizioni che colpiscano solo quel determinato punto (anche perchè, ti ricordo che il dimagrimento localizzato non esiste), ma, piuttosto, è necessario cambiare stimolo allenante che renda i nostri muscoli più forti e resistenti per far si che questi abbiano poi un cambiamento anche estetico.

2. Esegui male gli esercizi

Alcuni esercizi, diciamoci la verità sono noiosi e, soprattutto, complicati. Di conseguenza, non curare la tecnica o non riuscire ad eseguirli correttamente, farà si che lavorino altri muscoli e non quelli focus, con il risultato che anche dopo tanti workout, rimarremo sempre uguali.

Come risolvere questo problema? Approfondisci e studia il tuo workout con video-tutorial che ti spieghino bene come devi muoverti; segui un programma di allenamento adatto al tuo livello di esperienza con gli esercizi; trova un personal trainer che crei una programmazione su misura per te e ti corregga nei movimenti.

3. Non segui una dieta personalizzata

Spesso si pensa che allenandosi, anche tutti i giorni, dia il via libera a mangiare senza regole, perchè tanto “abbiamo bruciato”.

Purtroppo se abbiamo un obiettivo estetico, come ad esempio perdere 2-3 kg o più, l’alimentazione ha un ruolo importantissimo in quanto incide del 60-70% sul nostro percorso, mentre l’allenamento solo un 10-15% (il resto è dato dalle nostre attività quotidiane: quanto camminiamo, quanto stiamo in piedi, etc..).

Quindi, capiamo bene, che se ci alleniamo 1 oretta 3 volte a settimana, ma poi stiamo tutto il giorno sedute e in più mangiamo senza sapere qual è il nostro fabbisogno giornaliero e quanto per essere in ipocalorica (cioè mangiare meno di quanto consumiamo giornalmente), ci manterrà sempre lontane dal nostro obiettivo e ci sembrerà di girare sulla ruota come un criceto, senza alcun risultato.

4. Fai pause troppo lunghe

Sei andata da un nutrizionista, segui la dieta, sei  attive durante la giornata, ti alleni con una scheda personalizzata fatta dal tuo personal trainer, ma ancora nessun risultato?

Beh, forse non ti stai allenando bene. O meglio: ti stai allenando bene, ma le pause che fai tra un esercizio e l’altro sono talmente lunghe da abbassare il livello di densità del tuo allenamento. E ciò che dovrebbe essere un Super Sweaty Workout  diventa un saltare da un post di Instagram all’altro con esercizio in mezzo come pausa.

Quando ti alleni, seleziona la tua playlist musicale preferita, metti via il telefono e concentrati: oltre a renderti più focalizzata sul tuo workout, ti aiuterà a staccare per un’ora da tutti i pensieri della tua quotidianità (o di quella altrui) e imparare a vivere il qui e ora, come se fosse una pratica meditativa, riducendo l’ansia e cacciando, anche solo per poco tempo, i cattivi pensieri.

Francesca Marziali
Francesca Marziali
Personal trainer e nutrizionista

Mi chiamo Francesca e nella vita studio, oltre a fare mille altre cose.

Mi piace definirmi Science Blogger in quanto sono un preparatore atletico, personal trainer e sto prendendo la seconda laurea per diventare Biologa Nutrizionista.

Condivido la mia quotidianità e stile di vita sui social network dal 2014, dando origine ad una community chiamata #NonMangioStranoMangioSano e a Lady inVictus (su youtube), un canale divulgativo che ha l’obiettivo di informare su ciò che la scienza dice e non di creare insensate mode in ambito alimentare e dell’allenamento.

Non supporto stereotipi di ragazze con più o meno “carne” addosso. Supporto lo stereotipo del corpo sano, perché se si mangia regolarmente bene, in modo proporzionato alla propria costituzione e si pratica attività fisica, un bel fisico viene naturalmente, senza patire la fame o privarsi dei piaceri della
vita.

Io voglio essere la prova. Io voglio che un giorno qualcuno mi guardi e dica: grazie a te, io non ho mollato.

Riproduzione riservata