Ragazza rispetta regole della netiquette

5 cose da evitare quando vieni inclusa in una chat di gruppo

Possono essere utili, ma anche complicate: ecco cosa ti suggerisce la netiquette delle chat di gruppo, per renderle meno croce e più delizia per tutti.

Tra i vari capitoli della buona educazione 2.0, le chat di gruppo meritano senza dubbio un capitolo a parte.
Come sai, i social network sono piattaforme che permettono il collegamento, la comunicazione e la condivisione tra persone in un ambiente virtuale.

Anche se online, i social rappresentano comunque luoghi di incontro e confronto, e hanno un protocollo di buone maniere che tutti dovrebbero seguire.
Le chat di gruppo non sono altro che una sorta di social più ristretto. Di fatto, quindi, devi stare attenta ad alcune indicazioni per non risultare maleducata (proprio come i social hanno il loro galateo).

Ricordati l’educazione base

L'educazione innanzi tutto. Prova a pensare che una chat di gruppo sia una stanza condivisa con più persone: uno spazio del condominio in cui fare le assemblee o qualsiasi luogo in cui ti riunisci con altre persone con cui hai qualcosa in comune (il condominio, appunto, il lavoro, l’insegnante di yoga, le maestre dei figli, etc).
Ti immagini di entrare in una stanza per una riunione senza salutare? Ecco, le chat di gruppo sono appunto delle riunioni virtuali e, come tali, prevedono che le persone siano educate.

Non c’è bisogno di chiedere ad ogni singolo partecipante come sta, ma se devi scrivere una comunicazione o chiedere qualcosa, è sempre bene esordire con un saluto.
Discorso simile per i ringraziamenti: non c’è bisogno di dilungarsi in chissà quali convenevoli, un «grazie» o un «per favore» vanno più che bene. Senza dimenticare un semplice «ciao» (altri saluti, dipende dai rapporti e dal tono della chat) quando “entri” nella conversazione e quando “esci”.

Ovviamente, il linguaggio volgare o anche solo un po’ troppo colorito va evitato.

Iniziare discussioni e botta e risposta

Proprio perché una chat di gruppo rappresenta una riunione di un gruppo di persone, potresti non trovarti sempre d’accordo con tutti. Con alcune persone ti trovi meglio, le senti più affini e altre, invece, vorresti non sentirle? È normale, capita a tutti e in tutti i gruppi (tranne quelli delle tue amiche, forse).

Evita le discussioni

Proprio per queste inevitabili differenze, potresti non essere sempre d’accordo con le opinioni altrui. Quando ti capita, lascia stare. È meglio evitare di essere coinvolta in discussioni inutili. Prova a considerare la questione in questo modo: se in una chat di gruppo leggi qualcosa che non ti piace, puoi serenamente ignorare il messaggio, a meno che non sia rivolto esplicitamente a te.

Niente botta e risposta

Ricordati che ogni messaggio viene letto da tutte le altre persone che fanno parte della chat. Per cui, evita a tutti i costi i botta e risposta, che potrebbero degenerare facilmente in uno scambio a due che disturba il resto del gruppo.

Se proprio non puoi ignorare un messaggio fastidioso, piuttosto sposta la conversazione in un piano privato. La soluzione ideale, tuttavia, è ignorare dove si può. Se proprio devi rispondere, sii chiara, educata e conclusiva.

Pubblicare contenuti non pertinenti

Questo è forse il punto più importante della nostra mini-guida su come comportarsi in una chat di gruppo.
Nella maggior parte dei casi, un gruppo viene creato con un obiettivo specifico, quindi le comunicazioni dovrebbero ruotare intorno a un tema preciso.
Una cosa davvero importante, che tutti dovrebbero seguire riguarda quindi la pubblicazione di contenuti.

Dovrebbe essere la tua regola d’oro (insieme all’educazione): evita di scrivere messaggi irrilevanti ai fini della conversazione.
Sono assolutamente vietati tutti i vari «Buongiornissimo», catene di Sant’Antonio, appelli e tutto ciò che, appunto, può essere considerato spam o non pertinente. No, nemmeno foto di gattini e cuccioli vari o scatti personali: sono fuori luogo.

Diffondere notizie non certe

Potrebbe essere quasi un corollario del punto precedente, ma è così importante da meritare una trattazione a parte. Dal momento che una chat di gruppo viene creata per favorire le comunicazioni, devi stare attenta a non diffondere fake news e informazioni non verificate. In un gruppo, ogni membro ha la responsabilità di condividere e pubblicare solo notizie verificate o, in alternativa, di non pubblicare nulla.

Abbandonare senza spiegazioni

C’è un capitolo finale, in questa piccola guida di galateo 2.0, che riguarda il caso in cui tu voglia lasciare una chat di gruppo. Devi sapere che si tratta di una scelta su cui ragionare, perché potrebbe avere ripercussioni social(i). In fondo, se abbandoni la conversazione del gruppo, è come se dicessi che non sei più interessata a partecipare, quindi devi farlo nel modo giusto.

Potresti decidere di abbandonare la chat perché la discussione ha preso una brutta piega o perché il volume (e spesso, l’inopportunità) dei messaggi è diventata ingestibile e fastidioso.
Hai tutto il diritto di lasciare (soprattutto, se hai provato a silenziare la chat o a riportarla “sulla retta via”, con garbo).

Prima di andartene, però, la netiquette delle chat di gruppo prevede che tu informi gli altri partecipanti sulle ragioni che ti hanno portato a questa decisione.
Di sicuro, è bene che tu dia qualche spiegazione almeno a chi ha creato la chat. Decidi tu se preferisci farlo privatamente o a tutti. Ricordati che non serve nemmeno che tu entri nel dettaglio, a meno che tu non voglia, ma in tal caso è appunto meglio optare per una conversazione privata.
Altrimenti, un breve messaggio in cui annunci il tuo ritiro (con una spiegazione anche solo accennata), augurando buona continuazione agli altri e salutando tutti è la scelta migliore, prima di selezionare l’opzione «abbandona gruppo».

Riproduzione riservata