Valigia vestiti cappello

Come si prepara la valigia perfetta

Arrotolare o piegare: il dibattito è aperto. In ogni caso, per i tre tipi di bagaglio (a mano!), ti suggeriamo tre metodi per impacchettare. E partire senza troppi pesi e pensieri

Preparare la valigia è un’arte

C’è una regola da seguire quando si prepara un bagaglio: se devi sederti sopra per chiuderlo, il contenuto va rivisto. Considerando che le nostre vacanze non durano più un mese intero ma sono break brevi, perché farsi venire crisi d’ansia da valigia? Eppure, se c’è chi, come Louis Vuitton, l’ha chiamata poeticamente “Art of Packing”, lanciando 10 anni fa esatti dei tutorial (cercali su YouTube) per insegnare a riempire al meglio tre dei suoi bagagli compatti, qualcosa di buono questa incombenza l’avrà! Preparare la valigia è un’arte: non è indispensabile avere alle spalle 163 anni di valigeria di lusso come il brand francese né essere consumate globetrotter. Bastano 3 mosse: scegli bene il tuo bagaglio, seleziona in modo furbo i tuoi look e piega tutto con criterio. Andiamo!

La scelta della valigia: rigida o morbida

Diceva lo scrittore Ira Levin: «Chiunque abbia bisogno di più di una valigia è un turista, non un viaggiatore». Ergo, lascia stare la valigia: è out. Per partire con il minor carico di pensieri, vai di bagaglio a mano: risparmi soldi, tempo e ti muovi più agilmente. Se ti sposti in treno o auto, usa il borsone morbido, si incastra meglio negli spazi a bordo. In aereo il trolley rigido è l’ideale (occhio al peso e alle dimensioni ammessi dalle compagnie). Ma se la tua sarà una vacanza “zaino in spalla” scegli la capienza più adatta alla durata del viaggio. In ogni caso, riponi con cura cercando di ottenere il massimo rendimento con il minimo sforzo. La sfida è degna di Mary Poppins e Mago Merlino insieme: portare il maggior numero di capi senza che facciano una piega.

Il look giusto per le tue vacanze

VEDI ANCHE

Il look giusto per le tue vacanze

L’organizzazione infallibile del bagaglio

Che sia di carta o digitale (ci sono tante app dedicate), la lista è il metodo infallibile per ridurre il bagaglio. Con pochi pezzi passe-partout in colori neutri non sbagli mai: bianco, nero e sabbia si abbinano facilmente tra loro, creando combinazioni sempre chic, tanto per i tocchi di colore ci sono gli accessori. Tieni buono questo sistema: se il viaggio dura una settimana, porta con te due capi di ogni tipo, se dura due aggiungine uno e così via. Per avere una visione d’insieme della lista che hai stilato, metti tutto sul letto e se sei indecisa, segui il Chanel-pensiero: «Prima di uscire, guardati allo specchio e levati qualcosa».

E ora, riponiamo. Il bagaglio si compone partendo dalle scarpe: dividi ogni paio in sacchettini antipolvere e mettili sul fondo, insieme agli altri oggetti pesanti. Due, tre paia sono sufficienti. Parti indossando le più ingombranti (in genere, le sneakers) e opta per i toni laminati: oro e argento si abbinano con tutto. Camicie e abiti da sera stanno sopra.

Valigia sempre pesante? 10 trucchi per eliminare il superfluo

VEDI ANCHE

Valigia sempre pesante? 10 trucchi per eliminare il superfluo

Il metodo Marie Kondo

Il metodo KonMari, perfetto (anche) per il trolley. Marie Kondo, la guru giapponese dell’ordine in casa e negli armadi, invita ad applicare i suoi consigli anche nel nevrotico momento di preparare i bagagli. Il suo metodo consiste nel piegare i vestiti a pacchetto o “a origami”, trasformandoli in piccoli rettangoli da posizionare nella valigia, ma in verticale. Si piegano entrambi i lati verso il centro, poi si piega il capo a metà, lasciando qualche centimetro a partire dal bordo e infine si ripiega nuovamente in due o in tre.

Si procede così anche con pantaloni (mettendo una gamba sull’altra, piegandoli a metà e poi in due o in tre), giacche e camicie (a cui prima avrai sollevato il colletto). I vestiti, come se fossero una lunga maglietta, si piegano lungo i fianchi e poi ancora più volte su se stessi, fermo restando che i maxi dress e gli abiti eleganti vanno messi in valigia per ultimi.

Lo zaino sempre in ordine


Partendo dal presupposto che i backpack lovers difficilmente si portano dietro lunghi abiti di organza e stiletto, arrotolare i capi basic è senz’altro il metodo migliore per riempire lo zaino. Dividi i capi per tipologia: T-shirt, pantaloni, lingerie, costumi... Li pieghi, li arrotoli, li infili in sacchettini di plastica con chiusura ermetica (che ben compressi creano un sottovuoto) e quindi li sistemi nello zaino. In questo modo potrai trovare ciò che ti serve al primo colpo, senza mettere tutto in disordine.

Si parte inserendo sneakers o scarpe da trekking (da utilizzare a loro volta come contenitori per calze e piccoli oggetti), infradito di gomma e ballerine pieghevoli per la sera, tutte riposte nei sacchettini antipolvere. E ora un tip astutissimo: usa il tubetto vuoto di un burrocacao finito per conservare piccoli bijoux nel beauty case.

Costumi per l’estate 2022: bikini e interi

VEDI ANCHE

Costumi per l’estate 2022: bikini e interi

L’ultimo trend per il borsone

Eccoci al metodo bundle packing, che significa “impacchettare avvolgendo” e consiste nel piegare i vestiti l’uno dentro l’altro per scongiurare ogni piega. Prima di tutto, prepara un beauty case compatto riempito con calze, lingerie e costumi: sarà il centro del tuo “fagotto”, il cuore attorno al quale verranno avvolti gli indumenti. Poi, posiziona i vestiti seguendo un ordine preciso che inizia con la giacca o il giubbotto: lo abbottoni e fai ricadere le maniche aperte. Appoggiaci sopra, nell’ordine, gonne o abiti corti, maglie o camicie a maniche lunghe, T-shirt o camicie a maniche corte, pantaloni o abiti lunghi, maglioni, pantaloncini.

Ogni capo andrà piazzato nel verso opposto rispetto al precedente, facendo coincidere le maniche. I pantaloni si pongono in orizzontale, piegati nel senso della lunghezza. Sopra tutto si inserisce il beauty e si inizia a piegare ogni indumento intorno a lui, partendo dall’ultimo della pila fino alla giacca iniziale. Ora non ti resta che infilare il pacchetto anti-piega così ottenuto nel borsone.


Primo: scegli bene con cosa viaggiare. Secondo: fai una lista. Ecco i due principi fondamentali.


E PRIMA DI CHIUDERE TUTTO... A questo punto sei un asso nel fare i bagagli, arrotolando e infagottando. Resta solo l’avvertimento più importante: non riempire mai la valigia fino all’orlo. Durante la vacanza, puoi starne certa, troverai un sacco di irresistibili souvenir, in buona parte capi di abbigliamento e accessori. Con l’impegno che hai messo nel preparare il bagaglio perfetto, te li sarai stra-meritati. E così si ricomincia: piega, arrotola, insacchetta...

Star con la valigia

Heidi Klum, Laura Pausini, Olivia Pulpo, Caroline Daur, Izabel Goulart, Helen Mirren: vuoi sapere come essere glam anche quando giri il mondo con la tua valigia? Fatti ispirare da loro. Guarda la gallery:

Ipa
1 di 31 - Heidi Klum
Ipa
2 di 31 - Caroline Daur
Ipa
3 di 31 - Izabel Goulart
Ipa
4 di 31 - Olivia Culpo
Ipa
5 di 31 - Adriana Volpe
Ipa
6 di 31 - Alessandra Ambrosio
Ipa
7 di 31 - Alexis Ren
Ipa
8 di 31 - Angelina Kirsch
Ipa
9 di 31 - Caroline Daur
Ipa
10 di 31 - Cathy Hummels
11 di 31 - Chiara e Valentina Ferragni
Ipa
12 di 31 - Chiara Ferragni
Ipa
13 di 31 - Chiara Ferragni
Ipa
14 di 31 - Chiara Ferragni
Ipa
15 di 31 - Chiara Ferragni
Ipa
16 di 31 - Helen Mirren
Ipa
17 di 31 - Izabel Goulart
Ipa
18 di 31 - Karlie Kloss
Ipa
19 di 31 - Katie Price
Ipa
20 di 31 - Laura Pausini
Ipa
21 di 31 - Laura Whitmore
Ipa
22 di 31 - Lily-Rose Depp
Ipa
23 di 31 - Lorella Boccia
Ipa
24 di 31 - Maria Menounos
Ipa
25 di 31 - Maria Sharapova
Ipa
26 di 31 - Olivia Culpo
Ipa
27 di 31 - Petra Nemcova
Ipa
28 di 31 - Chiara Ferragni
Ipa
29 di 31 - Olivia Culpo
Ipa
30 di 31 - Verona Pooth
Ipa
31 di 31 - Xenia Adonts
Un’estate da travel blogger

VEDI ANCHE

Un’estate da travel blogger

Vacanze al mare per l’estate 2022

VEDI ANCHE

Vacanze al mare per l’estate 2022

Vacanze in montagna per l’estate 2022

VEDI ANCHE

Vacanze in montagna per l’estate 2022

Riproduzione riservata