donne, amiche che si abbracciano, relazioni d'amore tossiche

Come spiegare a un’amica che la sua relazione d’amore non è sana?

Quando è opportuno intromettersi nella relazione di un’amica? La risposta non è assoluta, ma di certo esistono alcuni consigli che si possono dare a chi si trova in una relazione d’amore non sana

Le relazioni d’amore tossiche sono difficili da comprendere per via delle loro infinite sfumature. Spesso capita che ci si senta impotenti mentre osserviamo una nostra cara amica che si distrugge in una relazione malsana.

Quando è accettabile darle una mano? Fino a che punto possiamo spingerci, in qualità di amiche, a disperare consigli dall’alto della nostra saggezza – o magari da una visione esterna della storia? Si tratta di domande molto difficili che trovano risposta solo nel tuo buonsenso, ma a cui possiamo aiutarti a dare risposta.

Come si riconoscono le relazioni d’amore tossiche?

Le relazioni d’amore tossiche sono quelle in cui uno dei due partner sta causando dolore emotivo, fisico o psicologico all’altro. Eccoti alcune caratteristiche comuni – le red flags – che ti aiutano a riconoscerle:

  • Il partner critica e ridicolizza alcuni aspetti del tuo carattere che ti contraddistinguono, e che non possono essere cambiati. Lo stesso trattamento viene riservato dal partner a membri della famiglia e amici, atteggiamento che tende a sminuire e minimizzare il loro valore nella vita del partner.
  • Atteggiamenti passivi-aggressivi. Avere “la miccia corta” è una prerogativa di tante persone. Quello che conta è non riversare la propria frustrazione su chi ci sta accanto.
  • Il partner accusa l’altro per i suoi problemi.
  • Si rifiuta di perdonare gli errori più piccoli o le dimenticanze, facendo pesare anche il fatto più piccolo.
  • Abusi di ogni genere: fisici, sessuali, psicologici, verbali e addirittura economici.
  • Il partner soffre di un narcisismo spiccato, e/o ha la mania del controllo. Deve sapere tutto quello che fai, con chi sei, quando torni e difficilmente ti lascia sola.
  • Minacce di diffusione di immagini compromettenti (revenge porn)
  • Mancanza di fiducia e atteggiamenti sgradevoli come il controllo del telefono
  • Eccessiva gelosia. Se il partner ti accusa di essere stata notata per ciò che indossi o per un tuo particolare atteggiamento, è il momento di fare due riflessioni sulla relazione.

Esistono moltissime altre sfaccettature di una relazione tossica. Purtroppo ognuna di esse è unica nel suo genere, e spesso riconoscerne i sintomi non è facile. Ecco perché a volte l’amica del cuore può aiutare, “togliendo le fette di prosciutto” dagli occhi di una compagna che non si rende conto di essere precipitata in una spirale discendente.

Ascolta ciò che la tua amica ha da dire

Imparare ad ascoltare sospendendo per qualche minuto il proprio giudizio è quintessenziale per capire se la nostra amica ha bisogno d’aiuto. Ascolta ciò che ha da dire e, quando ha finito il racconto, dille con compostezza ciò che pensi stia succedendo. Le relazioni d’amore tossiche sono tali perché sono come una droga. Fanno male, ma non si riesce a farne a meno. Il primo passo verso la guarigione è capire che la dinamica è nociva.

Per fare ciò tu, da brava amica, dovrai ascoltare ed essere paziente. Non importa se senti l’impulso di andare dal partner e cantargliene quattro di persona. Non perdere la testa se la tua amica non riesce ad ascoltarti subito, o non obbedisce pedissequamente ai tuoi ordini. Non imporle di lasciare immediatamente la relazione, e non spingerla ad atti a cui non è pronta. Tu puoi pensare, a giusto avviso, che prima tronca meglio è. Tuttavia, dare degli ultimatum alla tua amica la farà solo chiudere di più, allontanandola da te.

Condividi esperienze poco sane che hai avuto tu stessa

L’arma più forte a tua disposizione per disinnescare le relazioni d’amore tossiche è l’esperienza. Condividere momenti difficili della propria vita sentimentale, in cui si è sperimentato un abuso o un equilibrio impossibile, renderà la nostra amica meglio disposta ad ascoltarci.

Parlane in modo discreto, e spiegale come anche tu, alcune volte, hai fatto finta di niente perché ti credevi troppo innamorata. In retrospettiva non si trattava d’amore vero, ma quando ci si ritrovava invischiate era difficile mettere a fuoco la verità.

Relazioni d’amore tossiche e autostima

Probabilmente ti sei accorta che la tua amica si trovava in una relazione d’amore non sana perché hai notato un crollo della sua autostima. Insieme alle tue preoccupazioni per il suo benessere psicofisico, ricordale che meravigliosa persona era prima di incontrare un partner tossico. Falle sapere cosa pensi di lei, e quali sono sempre stati i suoi punti di forza.

Se il partner le dice qualcosa di crudele, tu analizza per filo e per segno la critica e distruggila con la verità. Non focalizzarti su quanto sia stato meschino lui: concentrati sul ridonare autostima e felicità a lei, perché il suo sorriso è importante. La tua amica non merita di soccombere alle critiche, ma ha bisogno di qualcuno che le ricordi chi è veramente. E quanto le persone la ammirano per ciò che è e che può tornare ad essere in qualsiasi momento. A patto che lo voglia.

Relazioni d’amore tossiche: fai sapere alla tua amica che tu ci sei, sempre

Assicurati che la tua amica sappia che tu sei sempre a sua disposizione per uno sfogo o una parola gentile, in qualsiasi momento. Se non si fa sentire per qualche giorno, prendi l’iniziativa e scrivile. Falla sentire importante e mai abbandonata.

Riproduzione riservata