Stile d'arredo belga, cos'è

Che cos’è (e a chi è adatto) lo stile d’arredo belga?

Colori neutri, mobili importanti, fibre naturali, elementi antichi e moderni. Ecco cos'è lo stile d'arredo belga e a chi è adatto.

Nulla è lasciato al caso nello stile d'arredo belga dove antichità e modernità si incontrano. Le stoffe naturali, tra cui spicca l'intramontabile lino, valorizzano gli ambienti conferendogli un tocco di delicatezza. I mobili antichi, alternati a pezzi moderni, rendono l'atmosfera preziosa. I colori neutri, dal beige al bianco sporco passando per il tortora, ammorbidiscono i toni. I complementi d'arredo, cuscini, tende, tappeti, donano calore. La casa in stile belga di ispirazione shabby si fa sicuramente riconoscere senza bisogno di eccessi e stravaganze. Scopriamo a chi è adatto questo stile e che cos'è.

Uno stile che coniuga antico e moderno

Moderno e antico non sempre vanno d'accordo, ma esistono delle eccezioni. Nello stile d'arredo belga di ispirazione shabby, epoche diverse convivono in perfetta armonia, senza eccessi. Armonia a cui contribuisce senz'altro il minimalismo di base. I toni neutri, protagonisti indiscussi della casa in stile belga, dal bianco sporco al beige, dal tortora alle sfumature di marroncino, danno calore senza appesantire. Mentre i materiali naturali, dal legno alla ceramica passando per la pietra, insieme alle finiture opache, conferiscono quel tocco rustico che lo distingue dallo chic puro. Perché elegante lo è senz'altro, merito anche dei preziosi e imponenti mobili antichi, ma senza tradire lo spirito rustico.

A proposito di elementi "rubati" al passato, attenzione perché le antichità sono benvenute ma la voluta trascuratezza, tipica dello shabby chic, non è di casa. No quindi ai mobili decapati e sì al riciclo di oggetti ma avendo cura che siano impeccabili. Infine non dimenticare l'importanza dei tessuti, in primis il lino, che ben si presta a valorizzare la casa in stile belga. A livello strutturale, le travi a vista sono l'ideale, verniciate possibilmente di bianco.

Chic ma anche rustico, è perfetto per chi ama l'eleganza

Chic senza risultare patinato. La complicità tra elementi del passato e modernità, tra la pura eleganza e lo stile rustico, conferiscono all'arredamento belga un aspetto inconfondibile. Qui intimità e comfort vanno a braccetto. Sembrerebbe impossibile far convivere elementi tanto diversi, invece è un sogno a portata di mano. All'eleganza contribuiscono sia le tonalità neutre che l'alternanza di mobili moderni e antichi, sempre selezionati con estrema cura. L'essenzialità del contesto e la luminosità veicolata dai colori chiari valorizza anche i pezzi più maestosi. Nonostante i mobili della casa in stile belga siano infatti solidi e di grandi dimensioni, l'atmosfera generale è improntata alla leggerezza. L'aspetto rustico dei tessuti grezzi e degli elementi strutturali, come le travi a vista, contribuiscono d'altra parte al senso di dolce e delicata intimità.

Neutro e minimalista, è ideale per chi ha un animo delicato

Le tonalità neutre di pareti, pavimenti e soffitti, ma anche i colori delle stoffe naturali, creano un ambiente rilassato, intimo e al tempo stesso minimalista. Ma con carattere. I materiali organici si sposano perfettamente con il contesto della casa in stile belga. Il legno scalda, le finiture opache, mai lucide, ammorbidiscono i toni. E anche se i tessuti abbondano tra tende, tappeti, cuscini, non si respira affatto pesantezza. Merito della naturalezza delle fibre e dei loro colori delicati che virano dal bianco al beige, dall'inconfondibile tortora, più caldo del classico grigio, alle molteplici sfumature di marrone. Essenzialità e calore qui riescono a convivere in perfetta armonia.

Armonioso ed equilibrato, si addice a chi non ama gli eccessi

La casa in stile d'arredo belga non ama gli eccessi. Non a caso le tinte accese non sono ammesse, la priverebbero della sua inconfondibile delicatezza, destabilizzando l'armonia sapientemente costruita. Per far convivere elementi tanto diversi, modernità e antichità, eleganza e stile rustico, l'equilibrio è essenziale. D'altronde a questo stile non interessa stupire, il suo scopo è rendere gli ambienti accoglienti e confortevoli, chic ma senza strafare. Anche qualche pianta verde, ma non fiori colorati, è ammessa, purché non si esageri.

Si presta alle personalizzazioni

L'apparenza minimalista può ingannare: le personalizzazioni, in un contesto simile, possono sembrare fuori luogo. In realtà la casa in stile belga è essenziale ma in continua evoluzione. Aperta alle sperimentazioni purché non sia il caso a guidare le tue scelte stilistiche. Il minimalismo che la caratterizza non si sposa bene con l'accumulo, e nemmeno con oggettistica antica di dubbia qualità. O mobili vintage dall'aspetto trasandato. Ci vuole eleganza ma si può anche osare. Per esempio gli elementi naturali sono sempre benvenuti. Persino dei semplicissimi rami secchi raccolti in giardino si prestano a valorizzare gli ambienti.

L'importante è non distribuirli in ogni angolo, ma inserirne qualcuno in un bel vaso di vetro, collocandolo in un punto strategico. Eventuali tovaglie in lino, scovate per caso in un mercatino, sono perfette in un contesto simile. Perché nonostante l'apparenza per certi versi sontuosa, questo stile d'arredo è più versatile e aperto di quanto lasci intendere. Basta non stravolgerlo con elementi, colori, fantasie non in sintonia con l'essenzialità e la ricercata leggerezza del contesto.

Riproduzione riservata