Come usare smartphone senza esserne schiava

5 modi per superare la dipendenza da social network (e usarli consapevolmente)

L’uso eccessivo di queste tecnologie online potrebbe condurti a molto malessere. Una volta individuato il problema, tuttavia, puoi combattere la dipendenza dai social network e imparare a usarli con più equilibrio.

Non è giusto demonizzarli, ma è importante sapere cos’è la dipendenza dai social network e imparare a usarli in modo consapevole. Di per sé, Internet e i social sono strumenti utili e non si può negare che sono ormai entrati a far parte della nostra quotidianità.

Questo non è necessariamente un male: l’importante è che tu sia consapevole dell’impatto che i social hanno sulla tua vita e riflettere se non li usi in modo eccessivo.
Se anche dovessi sospettare di soffrire di dipendenza dai social network, sappi che esistono strategie valide per eliminare questo problema e imparare a usarli come strumenti utili, senza esserne schiava.

Conoscere il problema per gestirlo

La dipendenza dai social network esiste davvero, è un problema serio. Ancora nel 2017 (ben prima, tra l’altro, della pandemia e delle sue conseguenze!) veniva stimato che circa 210 milioni di persone ne siano affette.
Potrebbe sembrarti strano, ma tante persone restano “intrappolate nella rete”, nel senso che abusano dei social al punto da non riuscire più a uscire di casa e incontrare gli amici di persona.
Certo, poiché Internet fa parte della nostra vita, anche lavorativa, non è facile capire se soffri di dipendenza dai social network, ma ci sono dei segnali che potrebbero aiutarti a capirlo.

Molto probabilmente, potresti ritrovarti con almeno uno (o più) segnali che indicano un uso eccessivo dei social media. In modo e misura diversa, quasi tutti avviamo prima o poi comprendiamo quanto questo problema influisca negativamente sulla salute e sul nostro benessere.

Se pensi di avere questo problema, non allarmarti, perché si può risolvere. Nello stesso tempo, considera che combattere la dipendenza dai social media non è qualcosa che può essere fatto dall'oggi al domani.
Prima di tutto, dovresti formulate una rivalutazione del tuo equilibrio tra la vita reale e quella digitale.
Tuttavia, potresti trovare utili alcuni passaggi che puoi intraprendere per ridurre l'uso e la dipendenza dai social media e per aiutarti a riprendere il controllo del tirannico smartphone.

Disattiva le notifiche

Se hai un problema di dipendenza dai social network, potresti fare fatica difficile staccarti da loro se il telefono continua a trillare e illuminarsi per ogni nuova notifica.
Prestare attenzione a ogni notifica diventa un automatismo, che però ti fa male a tutti gli effetti. Prima di tutto, ti deconcentra da ciò che stai facendo. Per di più, a furia di controllare le notifiche, aggiornare il profilo, controllare i commenti e i «Mi piace», aumenterà in te l’ansia e il bisogno di cercare conferma proprio suo social.

Non tenere il telefono vicino mentre dormi

Un’altra strategia semplice per combattere la dipendenza dai social network è mettere il telefono lontano da te, quando dormi.
Ci sono tanti studi che dimostrano gli effetti negativi sul sonno se dormi con lo smartphone vicino. Pensi «Controllo solo quel post e poi dormo». E poi ti accorgi che nel frattempo sono passate due ore, e invece dovevi dormire.

Se il telefono è fuori portata, sei meno tentata di controllarlo. Spesso è una reazione automatica prendere il telefono e scorrere i social media a letto. Se devi alzarti dal letto per farlo, probabilmente penserai al motivo per cui vuoi il tuo telefono, ed è probabile che questo ti aiuti a ridurre quanto lo usi di notte.

Elimina il telefono dalla routine mattutina

Per molte di noi, la prima cosa che facciamo al mattino è controllare il telefono. Esattamente come di notte, un’altra cattiva abitudine da perdere per superare la dipendenza dai social network è accendere e controllare il telefono appena ti svegli o ti alzi dal letto.

Dovresti evitarlo a tutti i costi e consentirti una colazione senza smarthone “dentro” la tazza del caffè. Non solo questo controllare il telefono di prima mattina dimostra una dipendenza malsana, ma è anche dannoso, perché l'improvvisa quantità enorme di contenuti mentre scorri è troppo da gestire per la mente appena sveglia. Questo può stancarla in maniera eccessiva e renderti sempre più debole la tua capacità di concentrarti per la giornata.
Prova a prender e in mano il telefono almeno dopo la colazione e la routine del mattino.

Dai minor peso al tuo aspetto sui social media

Sì, per tutti è facile dirlo e molto meno fare le cose. Tuttavia, uno dei maggiori segni di dipendenza dai social network è che passi molto tempo a pensare alle tue foto e a pianificare i tuoi post. Questo ti provoca ansia e stress. Se dai meno importanza a come e cosa pubblichi, sarai in grado di liberare la tua mente da questo stress.

Scegli alternative analogiche

Un modo molto efficace per attenuare la dipendenza dai social network è coltivare degli hobby e degli interessi che non comportino l’uso di internet. Che si tratti di sport, di lettura, di lavori manuali, etc, l’importante è che ti tenga lontano dal telefono, permettendoti di concentrarti su qualcosa “fuori” dallo schermo.

Disintossicazione digitale

Un rimedio forse un po’ drastico è il digital detox, cioè la disintossicazione digitale. Non consiste nell’abbandonare i social media, ma significa solo passare un po' di tempo completamente lontano da essi.
È un buon metodo per superare la dipendenza dai social network perché ti insegna che puoi vivere e rimanere i contatti con gli altri anche in altri modi, allenandoti anche a decidere tu quando e quanto tempo riservare ai social, senza esserne schiava né dipendente.

Di fatto, tutti i suggerimenti sopra menzionati sono passaggi verso una disintossicazione digitale. Tuttavia, i vantaggi di una disintossicazione digitale totale non hanno eguali a quelli di qualsiasi altro suggerimento sopra menzionato. È solo quando rimuovi i social media dalla tua routine quotidiana che ti rendi conto di quanto tempo hai per te stessa durante la giornata e di quanto ti liberi la mente.

Riproduzione riservata