Taylor Russel protagonista di Quello Che Tu Non Vedi

Quello che tu non vedi: lo struggente film sulla schizofrenia su Amazon Prime

Il dramma romantico di Thor Freudenthal affronta il delicato tema del disagio mentale senza retorica: Quello Che Tu non Vedi è su Amazon Prime

Una storia d'amore ma anche un tema di drammatica importanza, in Quello Che Tu Non Vedi, già disponibile nel nuovo catalogo Amazon Prime. Il regista tedesco Thor Freudenthal affronta con coraggio la questione della malattia mentale, scegliendo il volto di Taylor Russell per il ruolo di Maya.

La talentuosa protagonista femminile è al centro del racconto al fianco di Charlie Plummer, che per l'occasione ha vestito i panni di Adam, affetto da una forma di schizofrenia diagnosticata in giovane età. Il potere salvifico dell'amore sarà ancora una volta fondamentale per decidere le sorti dei personaggi coinvolti nella storia di un dramma adolescenziale da non perdere.

Trama di Quello Che Tu Non Vedi

La storia del nuovo film in catalogo su Amazon Prime si sviluppa sulle vicende del giovane Adam (Charlie Plummer), da sempre attratto dal mondo della cucina. Il suo sogno di diventare un grande chef si spezza già al liceo, quando inizia a soffrire di allucinazioni visive che lo allontanano dalla scuola e dalle amicizie.

Le figure che lo perseguitano sono tre e molto diverse tra loro. Adam, che all'apparenza è un adolescente come molti, deve convivere con la presenza di Rebecca, una frizzante ragazza hippie, e quella di Joaquin, guardia del corpo accompagnata dal suo clan.

Il primo episodio preoccupante si scatena al liceo, tanto da spingere i genitori a intervenire sul futuro di Adam e trasferirlo in una scuola privata - di matrice cattolica - per terminare gli studi superiori. Alle premure di sua madre Beth (Molly Parker) si uniscono i timori del patrigno Paul, che inizia a considerarlo come un pericolo.

Il ragazzo cerca di nascondere i suoi problemi con tutte le forze, lasciando cadere le difese di fronte alla forza di Maya, che gli sconvolge completamente la vita.

Adam si libera così dai demoni che lo rincorrono e trafiggono quotidianamente, ma solo grazie all'amore di Maya può sperare di finire la scuola e tentare l'accesso all'ambito corso di cucina che sogna fin da piccolo. L'aiuto dei farmaci non è però sufficiente a garantirgli una vita normale e serena, per la quale ha bisogno di un sostegno costante. Adam si accorge di non potercela fare da solo: sarà l'amore a salvarlo?

Quello Che Tu Non Vedi, la schizofrenia tra black humor e horror

In Quello Che Tu Non Vedi, Thor Freudenthal sviscera il tema della schizofrenia e del disagio mentale in una maniera nuova e ricca di spunti di riflessione. Il ritmo serrato è la caratteristica principale di questa pellicola, che coniuga la commedia adolescenziale a una tematica spesso affrontata con timore.

La storia d'amore tra i protagonisti si intreccia così alle continue allucinazioni di Adam, in un crescendo che rischia di diventare pericoloso per lui e per tutti quelli che gli stanno attorno. La malattia viene qui raccontata con una variegata quantità di sfumature, tra black humor provocatorio e passaggi horror.

L'ingrediente principale di una narrazione, complicata fin dal principio, è l'equilibrio. La malattia è spiegata con un mix perfetto di umorismo e profondità, fino a toccare delicatamente l'intenso dolore provocato dalla patologia.

Il disagio delle allucinazioni viene trattato con l'escamotage dell'ucronia, che se da un lato potrebbe far sorgere dai dubbi sulla solennità del racconto, dall'altro restituisce uno spaccato estremamente reale della condizione in cui versa il protagonista.

La prova di Quello Che Tu Non Vedi è una maniera inedita per raccontare un disturbo psicotico ancora poco conosciuto e poco affrontato pubblicamente. La trama cerca di liberarsi dai pregiudizi legati alla malattia e prova a spiegare quali siano le diverse vie per affrontarla. Emblematico anche il messaggio finale: Adam non è schizofrenia, Adam è Adam.

Words on Bathroom Walls ha ispirato Quello Che Tu Non Vedi

Tra le tante certezze di questa pellicola firmata Thor Freudenthal, si insinua però il dubbio della scelta del titolo in italiano, meno efficace di quello originale. Il film si ispira, infatti, all'opera di Julia Walton, Words On Bathroom Walls, legato ai pregiudizi subiti da Adam e da quelle scritte nei bagni della scuola che lo mettono costantemente di fronte ai suoi demoni.

Il cast di Quello Che Tu Non Vedi

Il regista di Quello Che Tu Non Vedi affronta questa prova con un cast giovane ma già capace di calarsi nei panni dei personaggi scelti per la storia. Irresistibile la protagonista femminile Maya, impersonata da Taylor Russell, e il personaggio interpretato da Molly Parker (Beth). Al giovane Charlie Plummer, già insignito del premio Mastroianni per il ruolo di Charley Thompson nel 2017, si unisce il volto dell'intramontabile Andy Garcia, il reverendo dell'istituto privato frequentato dal giovane Adam.

  • Charlie Plummer (Adam)
  • Taylor Russell (Maya Arnez)
  • AnnaSophia Robb (Rebecca)
  • Walton Goggins (Paul)
  • Andy Garcia (Patrick)
  • Molly Parker (Beth)
  • Devon Bostick (Joaquin)
  • Beth Grant (Catherine)
  • Lobo Sebastian (Bodyguard)
  • Jared Bankens (Darkness)
  • Drew Scheid (Ted)
  • Evan Whitten (Ricky)
  • Peyton Belcher (Lo studente del coro)
  • Cruz Abelita (Danny)
  • Aaron Dominguez (Todd)
  • Reinaldo Faberlle (Manuel)

Riproduzione riservata