Come realizzare un abito da sposa economico

1/6 – Introduzione

Un abito da sposa è quel genere di abbigliamento speciale e bellissimo che viene acquistato o confezionato in casa ed è dedicato al momento più importante della propria vita. Tuttavia, di solito è davvero molto costoso. In effetti, le spese per il matrimonio sono così tante da raggiungere a volte delle somme da capogiro, ecco perché si potrebbe prendere in considerazione l’idea di realizzare l’abito da sposa con le proprie mani o al massimo rimodellandone uno usato, senza pensare all’acquisto del nuovo. Il capo potrebbe essere modificato con particolari eleganti e sofisticati secondo il gusto personale. Infatti, ci sono molte persone che preferiscono questa opzione al fine di apportare le proprie personalizzazioni senza spendere una cifra. Allora, a questo punto non resta che vedere insieme come realizzare un abito da sposa economico.

2/6 Occorrente

  • Stoffa, decorazioni, velo e guanti, filo, forbici, spilli, macchina da cucire, cartamodelli, manichino

3/6 – Seguire i cartamodelli

Ogni futura sposa può lavorare di originalità e creatività perché per fortuna al giorno d’oggi le proposte non mancano sicuramente, basta avere dimestichezza con il cucito ed il tempo necessario per realizzare l’abito. In edicola si trovano riviste con cartamodelli già preparati e pronti all’uso oppure le future spose più esperte potrebbero disegnare il proprio modello senza problemi. Inoltre, a seconda del disegno e della stagione si può modificare il tipo del materiale e gli accessori. Di conseguenza, tutti i dettagli seguiranno lo stile che interessa maggiormente.

4/6 – Tagliare la stoffa

Dopo avere scelto il cartamodello e preso le proprie misure si ritaglia la stoffa desiderata con attenzione, seguendo tutti i suggerimenti per il cucito e per le modifiche da apportare, come quelle che riguardano la scollatura o la lunghezza, l’ampiezza della gonna e tante altre ancora. Si consiglia di non dimenticare che quando si taglia il tessuto è fondamentale lasciare alcuni centimetri in più di stoffa che potrebbero servire per gli orli o per coprire eventuali errori oppure per fare delle variazioni. Comunque sia, l’abito va fissato con gli spilli e poi imbastito lungo le cuciture. I tessuti più comuni per l’occasione sono la seta o il raso, il tulle o il pizzo, mentre i colori possono variare a seconda del modello e del gusto della sposa.

5/6 – Cucire e perfezionare l’abito

Si consiglia di prendere un manichino dove si può vedere il capo nei suoi progressi, oltre a provarlo personalmente diverse volte. E quando si è sicuri della perfezione del vestito si può iniziare a cucirlo con la macchina da cucire. A questo punto l’abito deve essere misurato ancora e solo dopo si può pensare alle varie decorazioni da aggiungere come: nastri, perline e fiori di stoffa, che andranno a completare l’opera, unica e originale. Sarà una creazione meravigliosa dove non tralasciare i guanti e il velo che di solito si acquistano già pronti, e alla fine si consiglia anche di pensare all’acconciatura che più si avvicina allo stile dell’abito da sposa da noi confezionato.

6/6 Consigli

  • Si consiglia di scegliere bene il modello del vestito da sposa per non avere dei ripensamenti futuri
Riproduzione riservata