l'ultimo paradiso riccardo scamarcio

L’Ultimo Paradiso, la storia vera e l’amore impossibile dietro al film con Riccardo Scamarcio

Interamente scritto, prodotto e interpretato da Riccardo Scamarcio. Il suo nuovo film s’intitola “L’ultimo Paradiso” e sarà disponibile su Netflix dal 5 febbraio. Scopriamo qualcosa sulla vera storia dietro la pellicola

L’Ultimo Paradiso è il nuovo film di Riccardo Scamarcio in arrivo su Netflix il 5 febbraio. Prodotto da Lebowski e Silver Productions, è diretto da Rocco Ricciardulli ed è stato scritto da lui stesso insieme all’attore principale. Tra gli interpeti di questa fantastica pellicola ci sono anche Gaia Bermani Amaral, Antonio Gerardi, e Valentina Cervi.

L’Ultimo Paradiso è stato girato tra Gravina, Trieste e Bari nel 2019, per una durata totale delle riprese di circa 7 settimane. Mentre la febbre per l’uscita del film cresce, anche grazie al trailer che ha calamitato l’attenzione del pubblico italiano, andiamo a scoprire qualcosa sulla trama.

L’ultimo paradiso: la trama

L’anno è il 1958. La location è un piccolo paese dell’Italia del Sud, per l’esattezza in Puglia, dove Ciccio (interpretato da Riccardo Scamarcio) è un contadino quarantenne che sogna di cambiare il mondo. La sua vita è accesa dalla febbrile passione per la lotta contro l’oppressione dei poveri, e l’irrefrenabile bisogno di tutelare gli interessi dei più deboli contro i soprusi dei ceti più alti. Ciccio è sposato con Lucia (Valentina Cervi) e ha un figlioletto di 7 anni.

È segretamente innamorato di Bianca (Gaia Bermani Amaral), figlia del cumpà Schettino (Antonio Gerardi), crudele e spietato latifondista che, da anni, spadroneggia sui contadini della zona. Il sogno di Ciccio è quello di fuggire con Bianca, scappare da qualche parte e ricominciare tutto da capo.

La verità è che ad attenderlo dietro l’angolo ci sono una serie di eventi che andranno a sconvolgere per sempre la sua vita. Queste sono le basi su cui il film L'Ultimo Paradiso prenderà il volo, lasciandoci addosso una sensazione di dolceamara bellezza.

Una storia d’amore impossibile

Nel film non saranno esplorati solo gli argomenti sempre caldi della lotta sociale e della giustizia, ma anche tutti quegli elementi che andranno a comporre la struggente e bellissima storia d’amore tra la figlia di un tenutario e un semplice contadino, per giunta già sposato

È qui che la dura lotta tra classi sociali va a scontrarsi sull’ineluttabile scoglio delle cose, così come stanno, e che si vorrebbe potessero cambiare per vivere una vita senza più giudizi degli altri. Il periodo sarà quello del dopoguerra nell’Italia del sud, tra boom economico e impegno assoluto per la lotta ai diritti dei lavoratori. Una battaglia mai così viva come in quel periodo storico.

I temi sociali e individuali non mancheranno in quella che sembra sarà una delle uscite cinematografiche più attese della stagione di Netflix.

Riccardo Scamarcio e Netflix

Riccardo Scamarcio è forse uno dei volti italiani più amati e apprezzati sulla piattaforma di streaming. Pensiamo che dal 2019 ad oggi l’attore, originario di Trani, conta all’attivo tre diversi film usciti su Netflix: “Lo spietato”, dove ha interpretato il gangster nella Milano da bere degli anni ’80, “Gli infedeli”, una commedia episodica sui tradimenti con Valerio Mastrandrea e Massimiliano Gallo) e “Il legame”, un horror di Domenico de Feudis.

L’ultimo paradiso segnerebbe il quarto film con la piattaforma, una delle piccole tappe nel suo brillante futuro. Scamarcio proseguirà infatti con “L’ombra di Caravaggio” di Michele Placido, “La scuola cattolica” di Stefano Mordini e “Tre piani” di Nanni Moretti. I primi due film saranno basati su storie vere e fatti reali: il primo sulla vita di un pittore misterioso e rivoluzionario, il secondo sul massacro del Circeo.

Riccardo Scamarcio: dalle origini a oggi

Classe ’79, Riccardo Scamarcio è figlio di una pittrice e un rappresentante di alimenti. La sua passione per il mondo dello spettacolo è nata in giovane età, e lo ha spinto sin da subito a una vita turbolenta alla ricerca della sua vocazione. In Italia, la sua professionalità ha fatto breccia nel cuore degli spettatori grazie al ruolo di Step nei film tratti dai libri di Federico Moccia, “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te”.

Da quei tempi, però, Scamarcio è cresciuto tanto a livello professionale, e col passare degli anni si è aggiudicato una quantità di ruoli assai più maturi e tridimensionali. Tra i più celebri, non possiamo dimenticare la sua interpretazione in “Loro” di Paolo Sorrentino.

Tra i film di maggiore successo della sua carriera, Riccardo Scamarcio ha partecipato a “To Rome with Love”, “Pasolini”, “I Villeggianti”, “Il Testimone Invisibile” e, nel 2019, “Il ladro di giorni” con Vanessa Scalera. Il suo impegno è anche per la produzione cinematografica e per il teatro, a cui è legato in maniera speciale.

Vita privata

Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, Riccardo Scamarcio è stato molto legato a Valeria Golino, attrice apprezzata soprattutto all’estero e più grande di lui di circa 14 anni. Dopo la rottura, Scamarcio ha cominciato a frequentare l’agente di spettacolo Angharad Wood, anche lei più grande del tenebroso pugliese. Al momento, secondo i gossip, i due starebbero aspettando un figlio insieme, ma di matrimonio ancora non se ne parla.

Riproduzione riservata