Natale ad Assisi: cosa vedere e fare con tutta la famiglia

La magia del Natale è sempre un qualcosa capace di toccare i cuori delle persone. Ancora di più se si trascorre in una città che è resa mistica proprio grazie alle sue origini spirituali e culturali e che, nel tempo, l’hanno trasformata in meta turistica per eccellenza. Si tratta di Assisi che, proprio nei primi dieci mesi dell’anno, ha registrato presenze turistiche record e per la quale si prospetta un Natale dedito all’accoglienza delle famiglie con attività ludiche, laboratori ed esperienze creative.

Assisi in Luce
Assisi San Francesco
Foto

Assisi è conosciuta anche come la “Città dei Presepi” e, anche quest’anno, farà da palcoscenico a una moltitudine di presepi esposti nei luoghi più suggestivi della città medievale. Le Sale dei palazzi storici, dalla piazza e per le vie del centro, ospiteranno la “Mostra dei Presepi dela Terra Santa”, il “Presepe Artistico Napoletano del ‘700”, la “Mostra dei Presepi artistici” e la “Mostra d’arte presepiale”. Ma questo sarà solo un piccolo assaggio in quanto ogni angolo e via del centro storico saranno impreziositi da tanti presepi di diverse dimensioni realizzati dai cittadini stessi, dagli alunni delle scuole, dalle associazioni e dalle parrocchie in una sinergia tesa a trasmettere il vero significato del presepe. Inoltre, nelle frazioni di Armenzano, Petrignano e San Gregorio si potranno ammirare anche dei presepi Viventi.

I bambini potranno dall’8 dicembre visitare la Casa di Babbo Natale al Monte Frumentario dove verranno accolti dal padrone di casa e dai suoi Elfi per far vivere la magia delle feste.

Oltre alle luci e ai presepi, la città ospiterà il Concerto di Natale Gospel del gruppo “New Direction Gospel Choir of Tennessee State” presso l’Abbazia di San Pietro. Musica antica, di repertorio medievale e rinascimentale invece si potrà ascoltare nella Sala degli Sposi di Palazzo Vallemani, tra i dipinti della Pinacoteca e gli affreschi del Palazzo. Per poi arrivare al Gran Concerto di Capodanno al Lyrick.

Ma non è finita qui, perché la scoppiettante città di Assisi offre anche la celebrazione del pittore post-futurista Antonio Fiore Ufagrà presso il Palazzo Monte Frumentario per celebrare i suoi 80 anni di vita e 40 di carriere. Così come una mostra a ingresso libero: “Assisi amata città – Ano Morelli e l’arte della Conciliazione, Opere 1922-1931” tesa a omaggiare il pittore che ha eseguito la decorazione dell’iconica Sala della Conciliazione nel Palazzo dei Priori.

Ad Assisi si prospetta un dicembre carico di iniziative, proposte, eventi che coinvolgono sia grandi che piccini e che rendono questa città ancora più magica e unica.

Riproduzione riservata