Cambio degli armadi dei bambini

Il cambio degli armadi sembra non essere mai un momento piacevole, figuriamoci quando si tratta di gestire i vestiti dei bambini che cambiano taglia in continuazione! Per rendere questa operazione più semplice ti diamo 5 semplici suggerimenti che ti aiuteranno anche a mantenere ordine nell'armadio dei piccoli. Se i bambini sono abbastanza grandi puoi farti aiutare: coinvolgerli può rendere più piacevole scegliere e ordinare t-shirt, pantaloncini e felpe...

5 consigli per organizzare l’armadio dei bambini

Approfitta del cambio stagione per sistemare vestitini e accessori in modo funzionale e ordinato

Hai bisogno di accessori salvaspazio per il tuo armadio? Cerca la soluzione adatta a te!

Riordinare è un gioco da ragazzi! Tanti suggerimenti per insegnare ai bambini a mettere in ordine i giocattoli!

Il cambio stagione dei bambini

L'armadio dei bambini, a differenza del nostro, è in continua evoluzione: gonne e t-shirt diventano piccoli e vanno messi da parte, va cambiata la stagione, vanno gestiti i vestitini nuovi che hai magari comprato in saldo per la prossima taglia o devi gestire i capi regalati da amiche se sei solita al riciclo. Insomma, una gran confusione! Se poi i figli sono più di uno il caos sembra moltipolicarsi!

Il primo consiglio è di togliere il guardaroba invernale, selezionando già quello che sicuramente non andrà più bene l'anno prossimo: prepara delle buste da regalare a qualche ente di beneficenza o alle amiche se hanno figli più piccoli dei tuoi. Lascia a portata di mano qualche capo più caldo per le giornate fresche o per una gita in montagna. In questo modo avrai messo da parte solo quello che ti sarà effettivamente utile nella prossima stagione. Se hai poco spazio nell'armadio puoi utilizzare una cassapanca o scatole colorate (magari dipinte dai tuoi bambini) da disporre in cameretta.

Archivia i vestiti in modo ordinato

Se hai l'abitudine di acquistare in anticipo approfittando dei saldi e scambiare i vestitini usati con le amiche potresti ritrovarti a gestire molti capi di taglie e stagioni diverse. Se li riponi alla rinfusa il rischio è di non trovare quello che ti serve al momento giusto e magari di correre ad acquistare qualcosa che hai già "archiviato". Una soluzione molto economica è quella di dividere i vestiti per stagione e taglia, riponendoli in buste da shopping evidenziando bene di cosa si tratta. In questo modo sarà facile trovare i vestiti per il cambio stagione o sistemare i nuovi acquisti.

Io mi vesto da solo!

Il terzo consiglio è di pensare "in piccolo" per la disposizione dei capi di uso quotidiano. Pigiamini e biancheria, t-shirt e pantaloni dovrebbero essere sistemati in cassetti e antine accessibili ai bambini per renderli autonomi già da molto piccoli. Anche un bambino di 3-4 anni è in grado di scegliere i vestiti da mettere in giornata se li disponi alla sua altezza. Un accorgimento: metti a portata di mano del piccolo solo quello che può effettivamente usare giornalmente. Non lasciare tute e felpe per la scuola nello stesso cassetto di camicie e pantaloni più "da cerimonia", così il bambino non sbaglia.

Gli accessori

Cerca di disporre con razionalità gli accessori: cinture, cappellini, sciarpe e costumi da bagno. Eviterai così di perdere mezza giornata a cercare quel costumino che ti ricordavi di aver messo chissà dove alla prima gita in piscina della stagione! Il modo più pratico è di utilizzare delle scatole dedicate solo agli accessori, magari dividendoli per stagione o tipologia. Molto carini da lasciare anche in cameretta sono i bauli "Orsetto" di Maisons du Monde.

Acquista solo quello che ti manca

Adesso che hai catalogato e ordinato tutti i capi dei bambini puoi aver chiaro cosa ti manca e fare shopping mirato! Concediti un giro piacevole per negozi da bambini. La consapevolezza di spendere solo per il necessario ti consentirà di fare shopping senza sensi di colpa!

Riproduzione riservata