Intelligenza emotiva: come svilupparla con l’educazione

Credits: Olycom
1 5

EDUCARE ALLE EMOZIONI
Secondo gli studi i bambini allenati dal punto di vista emotivo sono in grado di superare più velocemente le esperienze negative: una risorsa importante che consente di affrontare gli eventi della vita con maggior fiducia e sicurezza di sé. «Genitori attenti, affettuosi, assidui, spesso hanno nei confronti delle proprie emozioni e di quelle dei figli atteggiamenti che interferiscono con la capacità di comunicare con i figli quando questi ultimi sono tristi o spaventati o in collera» scrive John Gottman, professore di psicologia presso l'Università di Washington, in Intelligenza emotiva per un figlio: una guida per i genitori. Come spiega il filosofo Umberto Galimberti, siamo tutti analfabeti emotivi. Questa semplice verità, che spesso deriva dalle difficoltà e dall'educazione che noi stessi abbiamo ricevuto, ci rende spesso incerti e, altrettanto di frequente, incapaci di interagire in modo rilassato e autentico con le emozioni espresse dai bambini.

/5

5 ispirazioni per crescere con empatia e consapevolezza

Peter Gray, psicologo biologo, ha indagato il ruolo del gioco nello sviluppo cognitivo. Nel mondo attuale, in Occidente, i bambini hanno ben poche possibilità per sperimentare l'ambiente da soli, giocare all'aperto o trovarsi liberamente fra amici, bussando direttamente alla porta come accadeva un tempo. A volte questo non è possibile a causa della vita frenetica che conduciamo (bambini compresi!) e dalle città, che rendono più difficili gli spostamenti. Ecco perché diventa particolarmente importante aiutare i bambini a sviluppare l'autonomia. Quando viene allenata da piccoli, la capacità di fare scelte felici per se stessi costituisce una risorsa in grado di superare gli ostacoli e migliorare la qualità della vita, a ogni età.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te