Sesso e adolescenza: c’è un momento giusto per cominciare?

  • 1 7
    Credits: Photoshot
  • 2 7
    Credits: Photoshot

    Sesso e adolescenza? A che età è “giusto” iniziare a fare sesso? Esiste un momento giusto, per un adolescente, per iniziare a scoprire il mondo del sesso? Abbiamo chiesto aiuto al Professor Roberto Pani, psicologo clinico e psicoterapeuta, per capire qualcosa di più sul mondo dei nostri ragazzi.

    Ci ha aiutato a capire se esiste, e quale potrebbe essere per un adolescente il momento giusto per cominciare, e in che modo i genitori possono aiutare i propri figli ad avere una sessualità sana e … serena.

  • 3 7
    Credits: Photoshot

    Da una ricerca pubblicata dall’SIP (Società Italiana di Pediatria) sul tema sesso e adolescenza, risulta che la maggior parte degli adolescenti ha il primo amore intorno ai 13 anni ma ritiene che per il sesso ci sia tempo.  Solo il 12% ritiene che 14 anni sia già un’età ragionevole per avere rapporti sessuali completi. La maggioranza relativa (47%) risponde che: “non c’è un’età precisa, ma, quando ci si sente pronti”.

  • 4 7
    Credits: Photoshot

    Abbiamo domandato al Professor Pani: “esiste un momento giusto per cominciare a fare sesso, nella vita di un adolescente?” Ci ha risposto: “penso che l’atto sessuale vada inquadrato in una situazione di amore anche se ingenuo e adolescenziale. Non credo ci sia un’età precisa: ci dovrebbero essere condizioni di autenticità e non forzatura. Il contesto  dovrebbe  essere sereno e spontaneo”.

  • 5 7
    Credits: Photoshot

    Quanto al ruolo dei genitori, il Professor Pani ci ha spiegato che:  “i genitori potrebbero domandarsi a che punto della maturità si trovano i propri figli e nei vari discorsi di scambio comunicativo, accorgersi se la loro non-conoscenza o ingenuità sull’argomento della sessualità sia ancora grande. In tal caso, sarebbe opportuno, senza insidiarsi nella loro privacy, cercare di informare i loro figli su come gli scambi di amore e di affetto possono avvenire fisiologicamente e biologicamente (ammesso che la scuola o qualcun altro non li abbia già informati).

  • 6 7
    Credits: Photoshot

    “Un aspetto molto importante riguarda l’igiene” - continua il Professor Pani – “informare bene sulla facilità con la quale virus e batteri possono essere scambiati nella coppia coinvolta affettivamente. Non basta conoscere l’altro e basarsi sull’aspetto rassicurante, occorre sapere qualcosa di più sulla storia del partner e comunque, usare le precauzioni igieniche necessarie. Troppo moralismo non aiuta. Infine, abbiamo chiesto al Professor Pani, come possono i genitori vigilare sui figli adolescenti senza essere invadenti? Ci ha spiegato che è meglio “non vigilare troppo”.

  • 7 7
    Credits: Photoshot

    Il Professor Pani spiega infine che è “meglio, se possibile, abituare i ragazzi ad essere sinceri e saperli ascoltare e osservare. Non mostrare di essere troppo possessivi e di scandalizzarsi in base ai racconti: i figli potrebbero spaventarsi e imparare a nascondere tutto e non far sapere mai niente di se stessi. Se c’è qualcosa di nuovo nei figli, i genitori possono imparare a accorgersene e a sapere loro parlarne, specie nel momento nel quale si ravvede che i figli sono turbati o emozionati in modo differente dal solito”.

/5

Sesso e adolescenza: c’è un momento giusto per iniziare? Ne abbiamo parlato con il Professor Roberto Pani, psicologo clinico e psicoterapeuta

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te