In cucina con i bambini

Credits: Olycom
1 5

IMPARARE GIOCANDO

«Ho iniziato a cucinare non solo per la famiglia, ma anche con i bimbi: nei primi mesi li mettevo in fascia, chiedendo aiuto a qualcuno quando dovevo avvicinarmi ai fornelli, in seguito li portavo sulla schiena, poi li infilavo nel seggiolone vicino a me e infine stavano in piedi sulle loro sedioline come fanno ora, accanto al piano di lavoro. Fin dall'inizio ho cercato di stimolare i loro sensi, in particolare tatto e olfatto» spiega così il suo approccio alla cucina Giulia Mandrino, che insieme alla biologa nutrizionista Antonella Alfieri è autrice del libro The family food. Ricette naturali per famiglie incasinate. Manipolare il cibo, imparare a muoversi in cucina e usare i sensi è un gioco in grado di stimolare la curiosità dei bambini, ma costituisce anche un contatto importante con la nutrizione. Trasmettere ai piccoli un'educazione alimentare consapevole è più facile quando le buone abitudini costituiscono uno stile di vita a misura di tutta la famiglia.

/5

Impastare, conoscere gli ingredienti, usare i 5 sensi

 

Stuzzicare la curiosità dei bambini aiuta i piccoli a sviluppare interesse nei confronti di se stessi e del mondo. Secondo il metodo Montessori è importante stimolare fin da piccoli autonomia e capacità di scelta. Il modo migliore per farlo? Senza urlare e attraverso il gioco. Perché solo sbagliando si impara: l'esperienza è una lezione di vita.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te