I cappelli più belli della primavera estate 2018

I cappelli sono l'accessorio perfetto per rendere glam il tuo look e oggi puoi scegliere tra un'infinità di modelli. Dal borsalino a quelli in paglia, scegli quello che più si addice al tuo stile.

Un accessorio must che completa il look con un tocco in più ricco di personalità e di glamour: il cappello. Per la primavera estate 2018 i modelli di tendenza sono tantissimi e puoi sbizzarrirti senza remore, ma anche divertirti molto a combinare tra loro stili e design differenti. Oltre ai grandi classici con le falde larghe, la paglia o la visiera, ci sono versioni originali e inaspettate, magari pescate dal guardaroba maschile, ma anche copricapo alternativi come i foulard, le fasce e gli ormai immancabili turbanti.




  • 1 16
    Credits: Missoni
    Visiera multicolor con tesa larga (MISSONI MARE)
  • 2 16
    Credits: Zara
    Pamèla piatta con allacciatura (ZARA)
  • 3 16
    Credits: Yuri Ahn
    Baseball cap con patchwork e veletta (YURI AHN)
  • 4 16
    Credits: Jacquemus
    Cappello di paglia con tesa in formato maxi (JACQUEMUS)
  • 5 16
    Credits: Twinset
    Fedora con banda a contrasto (TWINSET)
  • 6 16
    Credits: Pennyblack
    Berretto alla marinara (PENNYBLACK)
  • 7 16
    Credits: Mango
    Cappello di paglia dalla linea allungata (MANGO)
  • 8 16
    Credits: iBlues
    Foulard a fantasia da avvolgere tra i capelli (iBLUES)
  • 9 16
    Credits: Elisabetta Franchi
    Pamèla bianca con dettaglio chain (ELISABETTA FRANCHI)
  • 10 16
    Credits: Vetements
    Baseball cap con logo (VETEMENTS)
  • 11 16
    Credits: &Other Stories
    Cappello idi paglia con anelli metallici (&OTHER STORIES)
  • 12 16
    Credits: North Sails
    Berretto con logo all over (NORTH SAILS)
  • 13 16
    Credits: Carpisa
    Cappello a tesa larga in rafia con fascia multicolor (CARPISA)
  • 14 16
    Credits: Gap
    Cappello di paglia con fascia multicolor (GAP)
  • 15 16
    Credits: H&M
    Cappello di paglia in tinte a contrasto (H&M)
  • 16 16
    Credits: Intropia
    Cappello di paglia verde petrolio (INTROPIA)

Stile Borsalino

È il più classico tra i cappelli ed è anche il più facile da abbinare ai tuoi look. Solitamente si trova in feltro ma ci sono anche moltissime versioni estive con tessuti freschi ma corposi. Falde larghe e nastro alto magari in contrasto. Su modelli scuri in nero o in blu notte puoi trovare infatti nastri color verde menta o aragosta che possono però essere anche i colori dei cappelli stessi. Arancione vivo è un viola deciso, ad esempio, sono perfetti per ravvivare il tuo outfit maschile fatto di un tailleur gessato in doppio petto. Su questo stile sono simpatiche anche le bombette alla Charlie Chaplin da portare anche nei tuoi momenti più casual con jeans e t-shirt o, perché no, anche con una salopette un po’ sfiziosa.

Da pescatore

I cappelli da pescatore sono un evidente retaggio degli anni Novanta, che come sappiamo sono ormai fonte di ispirazione per molti designer e non pochi brand del lusso. Sono in tessuto, circolari e con le falde ampie ma morbide che ricadono su sé stesse. Ricordano quindi proprio quelli che si usano per andare a pesca, spesso anche nei colori e nelle fogge. Il verde militare e il beige sono infatti le tinte più diffuse ma ovviamente le variazioni cromatiche sul tema sono le più intriganti. Dai colori pastello come l’azzurro polvere e il rosa confetto, a quelli carichi come il corallo e il rosso rubino, ma anche le fantasie di fiori e piante o quelle più rigorose in bianco e nero o addirittura in gessato. Ci sono poi modelli fatti di tessuti tecnici e impermeabili, interessanti per texture e consistenza. Belle anche le versioni antipioggia in pvc trasparente, facilmente abbinabili con tutto.

Da gaucho

Falda larghissima e sagomatura rigida, i cappelli in stile gaucho sono uno dei must irrinunciabili per la prossima primavera estate 2018. Si ispirano ovviamente ai gaucho argentini ma sono contaminati dallo stile contemporaneo con texture a tratti anche sperimentali. Quelli in color cuoio o più in generale nelle tinte neutre sono i più classici che puoi trovare e puoi indossarli sia con un look casual in total denim, che per sdrammatizzare un outfit più classico fatto di trench e pantaloni a palazzo. Di questo tipo di cappello ci sono anche versioni glamour con tessuti di raso o leggermente broccati e magari tempestati di cristalli o arricchiti da preziose borchie in contrasto, da portare con un tailleur pantalone total black o un long dress sempre rigorosamente nero.

Il basco

Il basco è il più classico tra i capelli femminili, nonostante venga sempre associato a un look alla maschietto. Anche per la primavera trova la sua freschezza e può diventare un accessorio interessante con cui giocare e divertirsi parecchio. Il colore più ambito è il blu notte, simbolo di eleganza e pulizia cromatica, da portare con magliette a righe o pullover in cotone in pendant per uno stile parigino più unico che raro. Ci sono però anche varianti più vivaci come il rosso e il rosa shocking, ma anche il viola e il verde bottiglia possono star bene con i tuoi vestitini anni Sessanta pieni di fiori di tutte le dimensioni. Anche il basco lascia spazio a molte interpretazioni, dalle applicazioni di dettagli tridimensionali all’aggiunta della veletta in rete, tipica dei cappellini da cerimonia.

In paglia

Per l’estate il cappello in paglia è senza dubbio l’accessorio che per primo trova spazio in valigia. I modelli sono tanti ma più la falda è larga più sono glam, anche perché sono perfetti non solo per il mare ma anche per la città. Quelli più contenuti nelle dimensioni, infatti, li puoi indossare tutti i giorni con pantaloni in cotone e camicette fresche e dal design asciutto. Quelli larghissimi invece usali per proteggerti dal sole con moltissimo stile, cercando quelli dove le fibre intrecciate si tingono di bianco e nero o delle diverse nuance naturali della paglia. Se ami farti notare ci sono poi colori molto estivi, dal giallo limone al rosa sushi. Sono molto belli anche i modelli in paglia in stile esploratore da abbinare a occhialoni da sole a specchio per destare curiosità ed essere super glam.

I foulard

Se non sei tipa da cappello, ma non vuoi rimanere sguarnita, soprattutto sotto al sol leone, i foulard sono la giusta soluzione che unisce stile e praticità. Sceglili in seta e dalle stampe colorate dalle tinte accese che colorano maxi fiori, motivi cachemire o greche color oro, soprattutto se li indossi con un look dal profilo basic. Al contrario scegli dei carrè in tinta unita per equilibrare le fantasie vivaci dei tuoi vestitini freschi e cascanti. Puoi cingerti il capo in diversi modi, in base soprattutto allo stile che vuoi rappresentare e se ti senti diva per un giorno, fai passare i lembi del foulard da una parte all’altra del collo con molta nonchalance e un paio di occhialoni scuri. Al contrario se vuoi essere originale e più casual, fai un piccolo nodo sotto al collo e portalo alla contadina.

I turbanti

Un’altra interessante variante al classico cappello, è sicuramente il turbante. Farlo non è difficile ma se non sei molto pratica e non vuoi improvvisare, sul web ci sono moltissimi tutorial ai quali affidarsi. Scegli un foulard o un pezzo di tessuto colorato, con stampe allegre o motivi etnici e arrotolatelo in testa nei modi più originali, anche a seconda delle occasioni nel quale vuoi indossarlo. Il turbante può essere in cotone dalle trame più o meno grosse o in seta per essere il più chic possibile. Ci sono anche molti modelli già pronto che ti basterà indossare come una cuffia anni Venti. È bello anche per le sera nelle tinte più scure come il blu è il nero, magari arricchito da riflessi metallici come l’argento o il bronzo. 

Sfoglia la gallery e lasciati ispirare dalla nostra selezione!

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te