Si è spenta a 70 anni Maria Giovanna Maglie. Opinionista, saggista e volto noto della tv, era nata a Venezia il 3 agosto 1952. Nei mesi scorsi la giornalista era stata operata al cuore per un aneurisma all’aorta. La morte è avvenuta all’alba all’ospedale San Camillo Forlanini di Roma.

Francesca Chaouqui: “Adesso è in pace”

A dare notizia della morte di Maria Giovanna Maglie, l’amica Francesca Chaouqui che era accanto a lei al momento del decesso. “Amici miei, Maria Giovanna Maglie è tornata questa Mattina alla Casa del Padre – scrive Chaouqui su Twitter -. È stata portata al San Camillo Forlanini la scorsa
notte per una complicazione venosa ed è spirata poco fa. Ero accanto a lei, ha lottato fino alla fine come sempre. Adesso è in pace”.

Maria Giovanna Maglie

I problemi di salute della Maglie

Nell’ultimo periodo la giornalista aveva avuto diversi problemi di salute, che aveva raccontato sui social. “Sono in ospedale per una serie di interventi chirurgici da quasi due mesi – aveva scritto lo scorso dicembre su Twitter, rispondendo a quanti si chiedevano il motivo della sua assenza
dalla tv -. Ecco la ragione della mia latitanza. Spero di riprendermi al più presto e tornare come prima, per ora fatemi tanti auguri”.

Il malore durante il talk show

Poco prima la Maglie aveva avuto un malore durante la maratona
elettorale del programma “Quarta Repubblica”, il talk show
condotto da Nicola Porro su Retequattro. “Ho avuto un malore che
ho cercato di mascherare – aveva detto -. Ho concluso il
collegamento e poi ho spiegato che avevo bisogno di staccare.
Non so nemmeno se ne siano accorti gli spettatori”.

Gli esordi della Maglie all'”Unità”

Decana del giornalismo italiano, Maria Giovanna Maglie esordì nel 1979 all'”Unità” dove lavorò come inviata in America Latina occupandosi di politica internazionale. Lasciò in seguito il quotidiano del PCI per divergenze ideologiche con il partito.

Maria Giovanna Maglie alla Rai

Maria Giovanna Maglie fu assunta in Rai nel 1989. Cronista affermata, nel 1990, allo scoppio della prima guerra del Golfo, fu inviata in Medio Oriente per il Tg2. Divenne poi corrispondente da New York fino al 1993.

Maria Giovanna Maglie

Collaborazioni e saggi

Successivamente la Maglie ha collaborato con diverse testate, “Il Giornale”, “Il Foglio”, Radio Radicale, e Radio24. Dal 2015 è diventata editorialista di politica statunitense per il sito Dagospia. Ha scritto diversi libri, tra i quali la biografia di Oriana Fallaci e alcuni saggi su argomenti di politica internazionale.

La presenza della Maglie nei salotti tv

Molto presente in tv come opinionista in diversi programmi
politici, Maria Giovanna Maglie sempre stata vicina a idee di destra. All’inizio del 2019 fu al centro di una polemica perché la Rai era intenzionata ad affidarle una striscia informativa subito dopo il Tg1. Di
fronte alle proteste di Pd e Movimento 5 Stelle, il progetto non
si realizzò.

Mentana: “Giornalista battagliera e donna forte”

Il ricordo del giornalista Enrico Mentana sui social: “Se n’è andata Maria Giovanna Maglie, giornalista battagliera, donna forte, con le sue idee e la sua vis polemica. Ognuno la ricorda a modo suo, secondo le sue passioni e le sue sensibilità”.

Lorenzo Fontana: “Talentuosa e appassionata”

L’omaggio del Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana: “Esprimo il mio cordoglio per la scomparsa di Maria Giovanna Maglie. Cronista e scrittrice talentuosa e appassionata, la sua prematura scomparsa rappresenta una grande perdita per il giornalismo italiano. Alla famiglia giungano le espressioni delle più sentite condoglianze”.