Achille Lauro a Sanremo con “Me ne frego”

L’artista romano Achille Lauro torna a Sanremo per la seconda volta. Dopo aver colpito la platea dell’Ariston con Rolls Royce nel 2019, quest’anno ha presentato Me ne frego con una serie di performance teatrali memorabili. Qui l'intervista

L’artista romano Achille Lauro è tornato a Sanremo per la seconda volta. Dopo aver sorpreso la platea dell’Ariston con Rolls Royce nel 2019, quest’anno ha cantato Me ne frego con la stessa intenzione di stupire, facendo ballare. Non ha conquistato il podio della finale ma tutta l'attenzione del festiva è rimasta puntata su di lui e sulle sue esibizioni teatrali e sui costumi firmati Gucci. Sul palco con lui, come sempre, Boss Doms, compagno di avventura e produttore delle sue canzoni. Nella serata delle cover ha cantato Almeno tu nell’universo (Mia Martini, 1992) con Annalisa, un'esibizione che è piaciuta anche a chi la sera prima era rimasto scioccato negativamente dalla "tutina" per la sensibilità dell'interpretazione.

Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Festival Di Sanremo 2020: Achille Lauro e Boss Doms durante la serata finale
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro al Festival Di Sanremo 2020: la quarta serata
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro al Festival Di Sanremo 2020: la quarta serata
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro con Fiorello sul palco dell'Ariston durante la serata di apertura del Festival edizione 2020
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms al 70mo Festival di Sanremo durante la serata dell'8 ottobre
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro durante la serata finale del 70mo Festival Di Sanremo. Ha portato sul palco dell'Ariston la canzone “Me ne frego”
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro al Festival di Sanremo 2020: la quarta serata
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro e Annalisa durante la serata dei duetti al Festival di Sanremo 2020
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro al Festival di Sanremo 2020: la terza serata, il 6 febbraio
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro e Boss al Festival Di Sanremo 2020: la quarta serata
Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro all'apertura del Festival di Sanremo 2020, il 3 febbraio
Stefania D'Alessandro/Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms ospiti del programma "Che Tempo Che Fa" condotto da Fabio Fazio il 9 febbraio 2020
Stefania D'Alessandro/Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms ospiti del programma "Che Tempo Che Fa" condotto da Fabio Fazio il 9 febbraio 2020
ANSA/RICCARDO ANTIMIAN
Achille Lauro con Morgan al Festival di Sanremo 2019
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/WireImage
Sanremo 2019: Achille Lauro e Boss Doms sul palco dell'Ariston la serata di chiusura del Festival
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/WireImage
Achille Lauro con Morgan al Festival di Sanremo 2019
Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro durante la prima serata del Festival di Sanremo 2019
Getty Images
Achille Lauro ospite del programma tv "20 Anni Che Siamo Italiani"
Stefania D'Alessandro/Getty Images
Achille Lauro ospite del programma tv "20 Anni Che Siamo Italiani"
Francesco Prandoni/Redferns
Achille Lauro all'Alcatraz di Milano il 7 novembre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Achille Lauro a Sanremo per il Premio Tenco il 17 ottobre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms partecipano al Premio Tenco 2019, il 17 ottobre a Sanremo
Roberto Finizio/Getty Images
Achille Lauro in posa prima della rassegna Premio Tenco 2019. Sanremo, 17 ottobre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Achille Lauro in posa prima della rassegna Premio Tenco 2019. Sanremo, 17 ottobre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Premio Tenco 2019: Achille Lauro sul palco dell'Ariston il 17 ottobre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Achille Lauro in posa prima della rassegna Premio Tenco 2019. Sanremo, 17 ottobre 2019
Roberto Finizio/Getty Images
Premio Tenco 2019: Achille Lauro sul palco dell'Ariston il 17 ottobre 2019
Francesco Prandoni/Redferns
Achille Lauro con Boss Doms sul palco dell'Alcatraz a Milano il 7 novembre 2018
Francesco Prandoni/Getty Images
Achille Lauro durante un concerto a Milano (Carroponte) l'8 settembre 2019
Ansa/Ettore Ferrari
Achille Lauro alla première di "Happy Birthday" (un corto che tratta il tema degli hikikomori e di cui il cantante ha curato la colonna sonora, oltre a partecipare con un cameo) a Venezia durante il Festival del Cinema il 3 settembre 2019
Stefania D'Alessandro/WireImage,
Achille Lauro alla 76ma edizione del Festival di Venezia il 3 settembre 2019
Getty Images
Achille Lauro al Concertone del Primo Maggio 2019 a Roma
Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images
Achille Lauro sul palco con Clementino durante un concerto al Fabrique di Milano il 17 dicembre 2019
Pier Marco Tacca/Getty Images
Achille Lauro ospite del programma tv "E poi c'è Cattelan"
Roberto Panucci/Corbis via Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms durante un concerto a Roma il 4 ottobre 2019
Francesco Prandoni/Redferns, Getty Images
Achille Lauro all'Alcatraz di Milano il 25 marzo 2018
Stefania D'Alessandro/Getty Images
Achille Lauro durante una performance a Milano a luglio 2019
Roberto Panucci/Corbis via Getty Images
Achille Lauro a Roma il 4 ottobre 2019
Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms al Party Like a Deejay di Radio Deejay a Milano il 22 giugno 2019
Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images
Achille Lauro al Party Like a Deejay di Radio Deejay a Milano il 22 giugno 2019
Jacopo Raule/Getty Images for Gucci
Achille Lauro, Leonardo Fioravanti, Zen e Miyavi alla sfilata di Gucci durante la Menswear Fashion Week Fall/Winter 2020/21 di Milano il 14 gennaio 2020
Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images
Achille Lauro al party di Gucci che si è tenuto alle Fonderie Milanesi durante la Settimana della Moda maschile il 14 gennaio 2020
Daniele Venturelli/Getty Images
Achille Lauro e Boss Doms alla presentazione della sfilata di Stella McCartney durante la Milan Men's Fashion il 14 gennaio 2020
Roberto Finizio/NurPhoto via Getty Images
Achille Lauro al GruVillage Festival 2019 che si è tenuto a Grugliasco, vicino a Torino, il 27 luglio 2019
Ansa

Ecco l'intervista prima dello show  

Come mai torni a Sanremo?

Ho decido di rifarlo perché l’anno scorso siamo entrati in punta di piedi. Quest’anno voglio presentare quello che di solito portiamo in giro nei nostri show. Sfrutteremo quattro esibizioni, senza sentire il concorso, per far vedere la mia musica.

Cosa ti aspetti?

Arriverà il vero me.

Canti Me ne frego.

È nata contestualmente a tutta la nuova musica a cui stiamo lavorando, da quando è partita Rolls Royce. Se dovessi contare i brani che ho già pronti, farei tre dischi. Ho scelto questa canzone perché è perfetta come messaggio. Me ne frego è un modo di pensare.

Come cover invece hai scelto il brano di Mia Martini.

Penso che sia uno dei brani più belli della musica italiana e non può essere troppo stravolto, ma sono contento di proporlo in una chiave mia. È un brano che rispetto, femminista. Sarà con me Annalisa, l’ho conosciuta un po’ di tempo fa. Mi piace la sua attitudine, è semplice. Mi piace la sua voce.

Come ti stai preparando alla settimana?

Come per i miei live.

Boss Doms è sempre al tuo fianco. Come descriveresti il vostro rapporto?

Lui è il mio alter ego. Non nasce come uno che mi affianca, lui ha un background diverso. Siamo molto vicini. La nostra intesa è nata dal fatto che io ero una figura un po’ anomala, non ero in nessun genere particolare, non ero considerato un cantante, ma neanche un rapper. È una persona perfetta.

Vi capita di guardare indietro, agli inizi?

Ci capita. La nostra storia nasce da situazioni assurde familiari, da un quartiere assurdo. Quando ci guardiamo indietro è bello, ma rimaniamo sempre con i piedi per terra perché abbiamo costruito tutto giorno per giorno. Senza acceleratori. Abbiamo conquistato una persona per uno, passando da generi diversi, la salsa, la trap, la samba, il rock’n roll, il punk e ancora e ancora. Ma continuiamo a costruire come fosse il primo giorno. Abbiamo tutti i nostri castelli pronti.

Cos’è cambiato?

Abbiamo sempre tantissime idee ma sono molto contento di non avere più fetta. Non ho più la fame di arrivare. Adesso voglio fare le cose bene.

Su che look punterai?

Il look per me va sempre di pari passo con la musica. Sto lavorando con Niccolò Cerioni, non si tratta solo di vestiti ma di un concept creativo che si lega molto con la musica. Reinterpretiamo stili, è un concetto unico.

Quando sei a casa come ti vesti, quando sei in relax?

Diciamo che relax è una parola che conosco poco. Impiego tutto il mio tempo in modo quasi ossessivo. Anche di notte o quando potrei dire “mi fermo e vado in vacanza”, mi invento qualcosa. Ho sempre idee, ora dipingo. Sono andato in vacanza dieci giorni dopo tre anni, in montagna. Ecco, lì ero vestito da persona normale che va in montagna.

Come dipingi?

Come capita. Tutta la mia visione dell’arte è poco convenzionale, molto personale.

Hai fatto nuovi tatuaggi quest’anno?

No, mi sono fermato. Mi sono concentrato ancora di più sul lavoro, più vado avanti più vedo mattoni uno dopo l’altro e ho voglia di costruire. Sono molto focalizzato sulla musica e su progetti paralleli. Dalle 9 alle 18 faccio impresa.

Dopo Sanremo suonerai live?

Ci stiamo pensando. Mi dedicherò a fare musica sicuramente, suonare è una cosa che amo. Quando qualcuno ti vede al live cambia anche la percezione che ha di te. Rimorchiamo tanto nei live.

Achille Lauro e Boss Doms saranno insieme anche il 31 ottobre a Roma, al Palazzo dello Sport, per “Trent’anni di Roma”, concerto evento nell’anno dei suoi trent’anni, per festeggiare la musica in un viaggio nel tempo.

Achille Lauro (e la sua tutina) conquistano Sanremo

VEDI ANCHE

Achille Lauro (e la sua tutina) conquistano Sanremo

Achille Lauro a Sanremo con “Me ne frego”

VEDI ANCHE

Achille Lauro a Sanremo con “Me ne frego”

Riproduzione riservata