Baywatch: 30 anni fa debuttavano i bagnini più famosi della Tv

24 04 2019 di Alessia Sironi
Credits: Getty Images

Era l'aprile del 1989 e negli States, sulla Nbc, andava in onda la prima puntata del telefilm che sarebbe entrato nella storia della televisione: Baywatch

Ah, quelle corse al rallentatore di Pamela Anderson, alias C.J. Parker, sulla spiagga di Malibù a Los Angeles, e gli stop-motion delle bagnine strizzate negli ormai famosissimi costumi rossi che hanno fatto di Baywatch un'autentica icona non solo degli Anni Novanta! Per non parlare delle inquadrature che lasciavano ben poco spazio all'immaginazione degli spettatori. Insomma, non ci fosse stato Baywatch, oggi molti di noi non saprebbero neanche chi è Pamela Anderson! E forse la parola "bagnino" continuerebbe a rievocare uomini di una certa età con larghi mutandoni e canottiere a righe dei nostri vari "Sapore di mare" intenti a rastrellare le spiagge al tramonto.

Sono passati 30 anni dalla prima puntata nell'aprile 1989, ma al solo sentire pronunciare "Baywatch", ad almento un paio di generazioni vengono i brividi: per due decenni ha tenuto tutti incollati allo schermo per seguire le vicende dei Los Angeles County Lifeguards alle prese con salvataggi (talvolta improponibili) in mare.

In Italia, quella che poi si sarebbe dimostrata una serie cult, è arrivata cinque mesi dopo, il 22 settembre, in onda su Italia 1. Tradotta in ben 44 lingue, Baywatch è perfino entrata nel Guinness dei Primati come telefilm più visto al mondo: pensate che la serie è andata in onda (fino al 2001) in tutti i Continenti e ha raggiunto un'audience settimanale di oltre un miliardo di persone.
In realtà, l'inizio non era stato dei più promettenti: la prima stagione non aveva ottenuto gli ascolti sperati e la Nbc aveva perfino deciso di cancellare il programma. È stato Mitch Buchannon, ops, David Hasselhoff, reduce dal grandissimo successo di Supercar (un altro must degli anni Ottanta) a comprenderne il potenziale e a convincere i produttori a rilanciare la fiction con una casa di produzione indipendente. Così è stato. E così è arrivato il grande successo.

Di pubblico, che apprezzava l'avvenenza del cast - Baywatch è stata la serie in cui appaiono più Playmate, le conigliette di Playboy, e modelle di sempre - ma non di critica perché in più di dieci anni non ha mai vinto un Emmy, il principale premio televisivo americano.

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Foto
Riproduzione riservata