Calendario Pirelli 2017: donne vere al naturale, basta nudo

29 11 2016 di Alessia Sironi
Credits: Pirelli

Ecco gli scatti del "Cal Pirelli 2017". Che per il terzo anno è stato affidato al polacco Lindbergh. Le star? Immortalate in bianco e nero. Vestite. E al naturale. 

ll Calendario Pirelli, per il terzo anno consecutivo, sceglie ancora lui, il polacco Peter Lindbergh, già autore degli scatti del calendario del 1996 (vi ricordate la rinascita della bellissima Carré Otis? Tutto merito suo). Dimenticatevi però seni al vento, interminabili cosce e pance scoperte: questa volta va in scena l'eleganza della donna vera. Proprio come ha raccontato l'artista al Corriere della Sera: "Abbiamo ancora bisogno del nudo?".

Noi no. E infatti Lindbergh decide, oltre che di puntare su donne e non ragazzine (la maggior parte di loro ha superato i quaranta da un pezzo), di mostrare la bellezza reale, quella fatta di qualche ruga, qualche chilo di troppo e qualche imperfezione. Ed è così che vengono ritratte Penelope Cruz, Julianne Moore, Uma Thurman, Rooney Mara, Jessica Chastain, Nicole Kidman, Zhang Ziyi, Alicia Vikander, Robin Wright, Charlotte Rampling, Helen Mirren, Kate Winslet, Lea Seydoux e Anastasia Ignatova. In tutto il loro splendore.

Guarda gli scatti in bianco e nero e alcuni frame del video del backstage postato dal sito ufficiale del Calendario Pirelli.

Credits: Pirelli
Credits: Pirelli
Credits: Pirelli
Credits: Pirelli
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Credits: Youtube
Foto

Le foto sono state scattate tra New York, Berlino, Londra, Parigi e Los Angeles. "Il risultato è opposto a quel codice di bellezza terribile che si vede in giro donne perfette e orrende, che hanno tolto ogni segno dal volto e dal corpo. Sono sicuro che tra 100 anni, quando le persone vedranno cosa era per noi la bellezza, penseranno che eravamo pazzi", ha spiegato il fotografo al quotidiano diretto da Luciano Fontana.

Riproduzione riservata