Marco Giallini Rocco Schiavone gialli
Marco Giallini interpreta il vicequestore Rocco Schiavone

E se Rocco Schiavone si innamorasse?

Il vicequestore Rocco Schiavone, ispirato ai romanzi polizieschi di Antonio Manzini, torna su Rai 2 il 17 marzo con 2 episodi inediti (e una svolta romantica). Abbiamo intervistato l’attore che lo interpreta, Marco Giallini

I modi bruschi, la voce roca con l’inconfondibile accento romanesco, l’eterna sigaretta tra le labbra. «Rocco Schiavone sono io» mi dice Marco Giallini. «Inutile raccontarsela, le mie affinità col personaggio sono troppe, a partire dalla tragedia che abbiamo entrambi condiviso: la perdita di una moglie molto amata».

1 di 6 - Marco Giallini, il vicequestore Rocco Schiavone
2 di 6 - Valeria Solarino e Marco Giallini
3 di 6 - I personaggi della fiction (a partire da sinistras): Casella (Gino Nardella), D’Intino (Christian Ginepro), Deruta (Massimiliano Caprara), Rocco Schiavone (Marco Giallini), Italo (Ernesto D’Argenio), Scipioni (Alberto Lo Porto)
4 di 6 - Gli attori Massimo Reale e Lorenza Indovina
Daniele Mantione
5 di 6 - Marco Giallini e Isabella Ragonese
6 di 6 - Marco Giallini, il vicequestore Rocco Schiavone

Rocco Schiavone torna con 2 nuovi episodi

Il vicequestore ispirato ai romanzi polizieschi di Antonio Manzini torna su Rai 2 il 17 marzo con 2 episodi inediti (il secondo andrà in onda il 24 marzo) e l’attore riflette sul perché abbia colpito così profondamente il cuore degli italiani. «Rocco Schiavone è un personaggio ben scritto, funzionava già nei libri, e la trasposizione in tv è stata ben confezionata. Tuttavia credo che piaccia perché è un uomo sopra le righe, che agisce come vuole, persino utilizzando metodi poco ortodossi. Insomma, uno che ha scelto la libertà, pur pagandone il prezzo».

Guarda una clip dal primo episodio, Rien ne va plus (tratto dal giallo omonimo di Antonio Manzini) in onda mercoledì 17 marzo:

Costretto a lavorare ad Aosta, una città che detesta, perennemente accompagnato dal fantasma della moglie scomparsa a cui parla come se fosse viva, Schiavone è un poliziotto cinico, disincantato, introverso. Eppure nella sua ultima indagine (in tv il 24 marzo), che è tratta dal romanzo uscito l’anno scorso Ah l’amore l’amore (Sellerio), ci sorprenderà con una svolta romantica. Lei è la giornalista Sandra Buccellato, interpretata da Valeria Solarino, e i 2 trascorreranno insieme una notte di passione... con un finale a sorpresa.

«Io però non credo che Schiavone potrà mai innamorarsi di nuovo» nota Giallini «anche se forse qualcosa sta cambiando, e la voce di sua moglie comincia ad affievolirsi. Lo dico per esperienza: quando perdi la donna con la quale hai passato gran parte della tua vita, all’inizio il dolore ti impedisce perfino di parlarne. Poi il tempo passa e in qualche modo la vita ricomincia. Ma ti senti come se ti mancasse un braccio: legarti a un’altra è quasi impossibile».

La serie tv Rocco Schiavone è una co-produzione Cross Productions, Rai Fiction, Beta Film per la regia di Simone Spada.

Finalmente torna in Tv Rocco Schiavone

VEDI ANCHE

Finalmente torna in Tv Rocco Schiavone

Rocco Schiavone è un cattivo esempio?

VEDI ANCHE

Rocco Schiavone è un cattivo esempio?

Rocco Schiavone, serie tv: 4 cose da sapere

VEDI ANCHE

Rocco Schiavone, serie tv: 4 cose da sapere

Riproduzione riservata