pompe benzina

Bonus benzina da 200 euro: cos’è e come funziona

Con il decreto Energia dal 22 marzo 2022 arrivano i buoni benzina e cala il prezzo dei carburanti. Cos'è il buono benzina, chi può riceverlo, fino a quando dura

Arrivano i buoni benzina e il prezzo del carburante scende (poco). Le aziende potranno chiedere voucher benzina da 200 euro per i propri dipendenti e il costo alla pompa della benzina e del gasolio diminuisce di 25 centesimi.

Sono alcune delle misure che entrano in vigore da oggi, 22 marzo, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (la n. 67 del 21 marzo 2022) dei decreti con le «Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina». Le misure saranno applicate fino al 20 aprile.

Bonus benzina: cos'è

Il bonus benzina riguarda le aziende private e non viene chiesto dai dipendenti. Si tratta di un'esenzione fino a 200 euro per tutto l'anno sui voucher per la benzina che le aziende forniscono già, in pratica è un incentivo per le imprese che già erogano buoni benzina ai propri addetti. Questi buoni sono completamente esenti da tasse, cioè non concorrono alla formazione del reddito per chi li percepisce.

Le App per risparmiare su benzina e diesel

VEDI ANCHE

Le App per risparmiare su benzina e diesel

Requisiti per accedere ai buoni benzina 

Non sono previsti requisiti o tetti al reddito per potere accedere a questo benefit. Perciò non si devono fare domane alla propria azienda, è l’azienda stessa a erogare il voucher. 

Tutti i bonus che puoi chiedere nel 2022

VEDI ANCHE

Tutti i bonus che puoi chiedere nel 2022

A quali aziende sono riservati

Posso accedere ai buoni le aziende private, quindi non i dipendenti del settore pubblico, ovviamente neanche le partite Iva.

Quanto costerà la benzina dal 22 marzo

Dopo l'intervento del governo il costo della benzina potrebbe essere di circa 1,88 euro al litro, mentre il gasolio dovrebbe scendere a 1,85. Al momento i prezzi alle pompe di carburante non sono ancora aggiornati e difficilmente cambieranno già dal 22 marzo. Il taglio di 25 centesimi dovrebbe essere effettivo già dal 23, ma potrebbero esserci delle difficoltà tecniche legate alla comunicazione ufficiale che deve arrivare ai gestori tramite una email. In ogni caso lo sconto sarà in vigore fino a fine aprile, poi – come ha spiegato il ministro Cingolani – si deciderà in base all'andamento del mercato e alla eventuale necessità di intervenire nuovamente.

Benzina: perché aumenta tra guerra, tasse e accise

VEDI ANCHE

Benzina: perché aumenta tra guerra, tasse e accise

Riproduzione riservata