Ricetta elettronica per i pet: per ora non entra in vigore

07 01 2019 di Giorgia Nardelli
Credits: Shutterstock

La ricetta elettronica per cani e gatti doveva entrare in vigore il 1° gennaio 2019. Per il momento invece è stata annullata. In attesa che entri in vigore, ecco come funzionerà

La novità che riguarda da vicino tutti i proprietari di animali e che doveva entrare in vigore il 1° gennaio 2019, è stata messa in stand by. La ricetta per i medicinali di cani, gatti & co. doveva diventare elettronica, ma a fine dicembre 2018 il ministero della Salute ha sospeso a sorpresa la pubblicazione n Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo della legge (già varato e firmato dal ministro) che rendeva operativa la norma. I tecnici si sono resi conto che non tutti gli operatori (veterinari e farmacie) erano pronti.

In attesa che la situazione si definisca, ecco intanto gli step da seguire.

Dal veterinario

Ricorda di portare con te la tua tessera sanitaria, ti servirà per fornire il tuo codice fiscale al medico, che ti invierà via email, sms (o semplicemente te lo comunicherà a voce) un Pin. Il codice ti servirà per comprare il farmaco in tutte le farmacie italiane.

In farmacia

Una volta comunicato il Pin, il farmacista ti rilascerà in automatico lo scontrino “parlante” che serve a detrarre la spesa dalla dichiarazione dei redditi.

Se devi acquistare lo stesso farmaco per diverse volte

Quando la ricetta è ripetibile puoi conservare il Pin e utilizzarlo per gli acquisti successivi per tutto il periodo di validità.

Riproduzione riservata