Battesimo di Louis di Cambridge, sei tra padrini e madrine ma assente la Regina

  • 1 7
    Credits: Getty Images
  • 2 7
    Credits: Getty Images
  • 3 7
    Credits: Getty Images
  • 4 7
    Credits: Getty Images
  • 5 7
    Credits: Getty Images
  • 6 7
    Credits: Getty Images
  • 7 7
    Credits: Getty Images
3/5
di

Alessia Sironi

Nato il 23 aprile scorso, Louis Arthur Charles Mountbatten-Windsor ha fatto il suo ingresso ufficiale nella chiesa anglicana: quinto in linea di successione al trono è stato battezzato nella cappella reale di St James’s Palace con indosso la copia del famoso Honiton Lace Christening

La cerimonia, durata circa quaranta minuti e guidata dall’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby (lo stesso che aveva battezzato Geroge e Charlotte rispettivamente a ottobre del 2013 e luglio del 2015), si è svolta nella cappella di St.James’s Palace, a Londra, e ha visto comparire in pubblico, per la prima volta dopo la nascita il 23 aprile scorso, il piccolo Louis di Cambridge. Precisamente Luoise Arthur Charles Mountbatten-Windsor che ha fatto il suo ingresso ufficiale nella chiesa anglicana.

Quinto in linea di successione al trono, a quasi tre mesi dalla nascita, il principino, si è "presentato" indossando, come da tradizione, la copia dell’Honiton Lace Christening, la veste battesimale di pizzo e raso, realizzata per la primogenita della regina Vittoria nel 1841 e utilizzata dai reali fino al 2004. Naturalmente, come accadde per il battesimo di George e Charlotte, l'acqua usata per bagnare il capo delterzogenito dei Duchi di Cambridge proviene dal fiume Giordano in Medio Oriente, quello dove Gesù fu battezzato da Giovanni Battista.

Alla cerimonia in prima linea ovviamente il principe Carlo con la moglie Camilla e gli zii Harry e Meghan Markle (vestita in un total look verde oliva), che hanno regalato a Louis una prima edizione di Winnie The Pooh del 1926, dal valore di 8 mila sterline. E tutti i Middleton, compresa Pippa, in attesa del primo figlio dal marito James Matthews.

Per Louis sono stati scelti sei amici stretti e parenti di Kate e William: ci sono la cugina Lucy Middleton come prima madrina, Lady Laura Meade, moglie dell’amico d’infanzia di William, James Meade e la compagna di studi di Kate Hannah Gillingham. E poi Nicholas van Cutsem, amico stretto del principe William (il fratello è già uno dei padrini del piccolo George), Guy Pelly, noto come proprietario di diversi locali a Londra la cui madre era amica di Lady Diana e un compagno di università del principe, Harry Aubrey-Fletcher.

Ma come mai ad un appuntamento così importante mancava la Regina Elisabetta? Appena rientrata dal Norfolk, è attesa da un fitto calendario di appuntamenti tra i quali spiccano le celebrazioni per il centenario della Royal Air Force (martedì 10 luglio) e la visita ufficiale del presidente americano Donald Trump a Windsor (venerdì 13).

Ma il fatto che Louis sia stato battezzato proprio oggi non è casuale: si tratta infatti di una data molto importante per la regina. Il 9 luglio del 1947, quella che era ancora la principessa ereditaria annunciò il suo fidanzamento con Philip Mountbatten, ora duca di Edimburgo e suo marito da 70 anni. Insomma un bellissimo gesto per omaggiare ancora una volta la Sovrana.

Dopo la cerimonia la famiglia reale si è recata a Clarence House per un té privato e, come vuole la tradizione, per gli ospiti è stata preparata una torta partendo da una fetta della torta nuziale di Kate e William e accuratamente conservata in questi ultimi sette anni. Era stato fatto così anche per il battesimo di George e di Charlotte. E i Royal Watchers del Mirror giurano che le fette di torta conservate siano cinque!

Scelti per te