donna respirazione yoga

Le cure olistiche se hai un tumore

La medicina tradizionale fa sempre più ricorso alle tecniche olistiche in caso di diagnosi di tumore (agopuntura, yoga, riflessologia). L'obiettivo è il benessere generale della persona. Molti ospedali italiani si stanno attrezzando: ne parliamo anche nella nostra diretta Facebook il 24 febbraio con Komen Italia

La medicina olistica viene utilizzata sempre più spesso nella cura delle patologie oncologiche, in particolare delle pazienti con tumore al seno. Un approccio che sta conquistando sempre più spazio accanto all’oncologia “classica”, nel mondo ma anche in Italia. Sta infatti nascendo l’oncologia integrata, un modo di curare le persone che non fa ricorso solo alla scienza medica.

Fitoterapia, sostanze naturali, lezioni di yoga, Qi-Gong e meditazione, trattamenti di riflessologia plantare e agopuntura: tutto può essere utile a ripristinare uno stato di benessere alterato da una diagnosi oncologica.

Diretta Facebook il 24 febbraio

Ne parliamo il 24 febbraio a partire dalle ore 16 sulla pagina Facebook di Komen Italia nella diretta “Diamoci una sregolata”, moderata da Barbara Rachetti di Donna Moderna e dalla giornalista Patrizia Ruscio. Intervengono Luisa Fioravanti, insegnante di yoga, Marisa Vocca, esperta di Qi Qong; Annalisa Di Micco, agopuntore ed esperta di mindfulness e infine Loriana Abbruzzetti, imprenditrice agricola e Presidentessa di Pandolea.

Cure anti tumore, arriva l’oncologia integrata

VEDI ANCHE

Cure anti tumore, arriva l’oncologia integrata

Evidenze scientifiche della medicina integrata

Il dottor Stefano Magno è senologo e responsabile del Centro Komen Italia della Fondazione Policlinico Gemelli, un punto di riferimento nazionale per i trattamenti complementari, che si stanno affermando in diversi ambulatori presso ospedali d'eccellenza italiani. «La dimostrazione dell'efficacia delle cure olistiche è stata sintetizzata nelle linee guida della Society For Integrative Oncology» spiega il dott. Stefano Magno. «Ogni disciplina è indicata per un sintomo specifico.  L'agopuntura, ad esempio, è efficace per la cura della nausea e del vomito durante la chemioterapia, la mindfulness funziona nella gestione dell'ansia e della depressione mentre il Qi Gong è efficace nella gestione dell'insonnia e dello stress».

Tali evidenze non sono sfuggite all’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha avviato un Piano strategico 2014-2023 per la promozione della medicina integrata e il suo inserimento nei sistemi sanitari nazionali.

Cancro: con l’oncologia integrata la chemioterapia non fa più  paura

VEDI ANCHE

Cancro: con l’oncologia integrata la chemioterapia non fa più paura

Il centro Komen Italia al Gemelli e le cure gratuite

Dal 2014 il Policlinico Gemelli, grazie al sostegno della Komen Italia, ha introdotto le terapie integrate per aiutare le donne con tumori mammari a svolgere il proprio percorso di cura nel modo più dolce ed efficace possibile, come spiega il dott. Magno: «Quando arriva da noi una paziente la sottoponiamo a un colloquio psico-oncologico in cui cerchiamo di capire la sua capacità di confrontarsi con la diagnosi, dopodiché le consigliamo un'alimentazione e un'attività fisica ad hoc e in terza battuta cerchiamo di proporre le terapie integrate più adatte alla sua condizione».

Le cure olistiche potenziano quelle tradizionali

Il Centro di Senologia del Policlinico Gemelli mette a disposizione delle pazienti una serie di proposte terapeutiche complementari gratuite (fitoterapia, sostanze naturali) o a carico del SSN (agopuntura, fisioterapia) e offre anche opportunità di formazione accademica per promuovere la ricerca clinica. «Le cure olistiche sono personalizzate e consentono di focalizzare l'attenzione sulla persona piuttosto che, unicamente, sulla malattia» conclude Stefano Magno. «Ciò ci consente di affiancare ai trattamenti oncologici tradizionali metodi che rendono il percorso di cura e guarigione meno faticoso e più efficace e, in ultima analisi, garantiscono alle pazienti le migliori possibilità di guarigione e di un pieno recupero del benessere psicofisico».

I centri italiani di riferimento

-Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS (06 30157077).

-Ambulatorio di medicine complementari dell’ospedale Campo di Marte di Lucca, (tel. 0583970618 oppure 0583449459).

-Ambulatorio di medicina complementare del Centro senologico (diretto dalla dottoressa Manuela Roncella) dell’ospedale Santa Chiara di Pisa, (tel. 050993576).

-Ambulatorio di terapie omeopatiche a supporto dei malati oncologici dell’Unità di senologia dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, (tel. 0239042605).

-Servizio di oncologia medica del Centro SH Health Service (Stato di San Marino, tel. 0549909654).

-Servizio di medicina complementare dell’ospedale di Merano, (tel. 0473251400).

Riproduzione riservata