Dagli abiti al giardinaggio: w la stagione dei fiori

13 05 2019 di Fiamma Sanò
<p>Uno scorcio di Orticola, ai Giardini Indro Montanelli di Milano. Foto di Anna Soldà</p>

Uno scorcio di Orticola, ai Giardini Indro Montanelli di Milano. Foto di Anna Soldà

A Milano si inaugura Orticola. L’alta moda gioca con la botanica. In passerella sfilano abiti e accessori stile “english garden”. Hai ancora dubbi su quale tendenza fashion seguire?

«Floreale? Per la primavera? Avanguardia pura…». Così, nel film "Il diavolo veste Prada", Miranda Priestly apostrofava sarcastica una delle sue redattrici di moda. Oggi non si può che darle torto: senza sarcasmo, i fiori sono davvero avanguardia pura. O quantomeno segnano, senza tentennamenti, la tendenza più ardita e immaginifica della moda 2019.

Quindi sentitevi libere di indossarli senza timori, perché la stagione si inaugura proprio adesso, a Milano, fra il 17 e il 19 maggio, con Orticola, la manifestazione che celebra la cultura del giardino e del paesaggio. Dopo la Prima della Scala, è il più ambito degli appuntamenti mondani della città, dove le “signore bene” sfoggiano la passione per il giardinaggio e soprattutto cappelli che fanno invidia ai roseti inglesi.

Il flower power griffato

Ma per lanciare una moda ci vogliono gli stilisti. E il primo a rendere i fiori protagonisti assoluti, quest’anno, è stato Pierpaolo Piccioli, direttore creativo di Valentino. Non solo ha disegnato una collezione di alta moda che è un’esplosione di foglie, petali e corolle, ma ha anche chiesto alle sarte dell’atelier di battezzare gli abiti che avevano cucito con nomi botanici. E così hanno sfilato Elicriso e Chocolate Dahlia, Fiore di Zucca e Centaurea⁣. Ma tante altre passerelle di primavera sono tutte in boccio, dagli abiti principeschi di Chanel e Dolce & Gabbana alle fantasie stile tappezzeria di Erdem, fino ai ricami preziosi di Giambattista Valli per arrivare alle borse di Schiaparelli, Oscar de la Renta, Michael Kors e via elencando.

E non si possono trascurare bijoux e accessori. Una tendenza consolidata negli ultimi tempi è quella dei fiori in testa: tra revamp dell’hippie e celebrazioni di Frida Kahlo, le coroncine e i cerchietti di boccioli colorati si indossano quando si vuole. Solo che adesso, invece di gerbere e peonie realistiche, vanno i fiori stilizzati, spesso fatti di pietre colorate. Ma, se si parla di accessori, il dettaglio più romantico e sontuoso lo ha proposto Marc Jacobs: sciarpe e cinture di raso dalle tinte vibranti con giganteschi volant che sbocciano sul punto vita o sulla spalla. Deliziosi.

Valentino Haute Couture

Valentino Haute Couture

Giambattista Valli Haute Couture

Chanel Haute Couture

Dolce & Gabbana

Schiaparelli Haute Couture

Marc Jacobs

Foto

La variante vintage

È chiaro che questo è l’anno ideale per sbizzarrirsi con gli outfit a fiori: abbinati a fantasie geometriche, disegnati piccolissimi su abitini a quadretti Vichy (sui siti di e-shopping spopolano), in patchwork di diverse stampe come negli anni ’90. E valgono tutti gli stili, o meglio tutte le varietà botaniche, dalle rose ai fiori tropicali (perfetti con le stampe pappagallo), da quelli coloratissimi al bianco e nero, fino ai total look coordinati con tanto di borsa e cappello.

C’è di bello che il tema si presta al fai-da-te: basta recuperare spille vintage di tulle e organza, applicare cristalli su T-shirt, collane e cerchietti, giocare con i tessuti... Perché alla fine la verità è una: i fiori piacciono. Sempre. E se una Miranda qualsiasi avesse mai qualcosa da ridire, voi rispondetele con sicurezza che i fiori stanno bene a tutte. Che sanno mettere allegria. E che del sarcasmo non sanno cosa farsene. 

Orticola, la mostra che è anche un mercato

La XXIV edizione di Orticola si tiene, come sempre, ai Giardini Pubblici Indro Montanelli di via Palestro a Milano, da venerdì 17 a domenica 19 maggio. Il clou della manifestazione sono i vivaisti che espongono (e vendono) fiori, piante e frutti insoliti, rari e antichi. Ma le iniziative, tra cui il “Fuori Orticola” con eventi in giro per la città, sono tante: cercale sul sito di Orticola.

Riproduzione riservata