Videochiamate con Houseparty: come si fa

22 03 2020 di Alessia Cogliati
Credits: shutterstock

Houseparty è una app gratuita per le videochiamate. Perfetta per chi usa il telefono, è più semplice delle app più usate per meeting di lavoro e videolezioni come Zoom. E anche più efficiente, per esempio, di whatsapp. Qui una guida spiegata bene 

"Ogni giorno più smart" è un progetto di Donna Moderna. Sul web, sul magazine e sui social ti accompagniamo alla scoperta degli strumenti digitali che ti permettono di restare a casa ma anche di vivere da protagonista tutto quello che succede nel mondo.

In questi giorni di isolamento forzato una delle cose che dà più conforto è tenersi in contatto con le persone che amiamo, i genitori, i figli, gli amici. Meglio ancora se possiamo vederci con videochiamate che coinvolgano più persone.

Le app a disposizione sono tantissime, le più usate sono ovviamente quelle gratuite. Tra queste ce n'è una che si chiama Houseparty e che sta registrando un boom di download. I motivi? Innanzitutto il nome accattivante, ma non finisce qui. Ha un'interfaccia semplice e intuitiva e una qualità video molto alta: significa che è stabile e non va in pausa se qualcuno in casa sta usando la stessa rete.

Piace agli adolescenti che la usano per parlare con gli amici ma anche per il gaming, piace agli adulti che trovano più comodo usare lo smartphone per videochattare con amici e parenti dal divano di casa, e usare invece Skype, Zoom, Hangout o Webex sul computer per le riunioni online con i colleghi d'ufficio.

Che cos'è Houseparty

«Houseparty ha successo perché è semplice, intuitiva, ha un'ottima definizione video e bastano pochi passaggi per ritrovarsi a parlare con un massimo di 8 amici sulla stessa schermata dello smartphone (WhatsApp, per esempio permette solo quattro contatti contemporanei) e tenere vive le relazioni personali in questo strano periodo» dice Luca Conti, blogger esperto di tecnologia (pandemia.info), consulente di marketing digitale e autore di "Content marketing for dummies" per Hoepli. «Diciamo che è un mezzo pensato per la sfera ludica più che per il business, infatti non ha funzioni tipo “alzare la mano” per chiedere la parola o gestire il passaggio di documenti».

Di sicuro l'alta definizione video è il suo punto di forza. Hangouts supporta fino a 50 persone ma più aumentano gli account connessi più la qualità dell'immagine soffre. Anche Zoom, che riunisce fino a 100 persone e permette di affiancarle tutte in una stessa schermata, può dare immagini a scatti e comunque, nella versione gratuita, consente chiamate limitate a un massimo 40 minuti.

8 passi per usare subito Houseparty

1. Puoi scaricare Houseparty gratuitamente su iOs, Android, MacOS e come estensione anche su Chrome (occupa 76,85 MB della tua memoria). Ti basta andare sullo store delle app (si chiama App store sui dispositivi iOS, Play Store su quelli Android) e cercare Houseparty. Stai attenta a scaricare quella che ha l'icona con la manina gialla che saluta su sfondo rosso. Su pc, infatti, potresti trovare anche un HouseParty con la casetta bianca su sfondo viola che serve a tutt'altro: ti manda una notifica quando le feste a cui vuoi partecipare stanno per iniziare.

2. Ti registri con indirizzo email, data di nascita e anche il numero di telefono (la app ti invia un codice via sms da inserire entro 10 minuti per proseguire l'iscrizione). Il numero di telefono serve a verificare la reale identità dell'utente ma anche come modalità alternativa per l'aggiunta di amici.

3. A questo punto dai l'ok a Houseparty per vedere i tuoi contatti sul telefono e su Facebook. Compaiono piccoli quadrati con la foto delle persone che conosci e la scritta “add a friend” (aggiungi l'amico).

4. Per parlare con i tuoi amici devi creare una “room”, una stanza. Scorri con il dito da destra a sinistra per vedere gli amici che hanno scaricato la app e clicca su “add a friend” quando trovi le persone che ti interessano. In ogni stanza possono esserci un massimo di otto utenti (la app ti avverte quando qualcuno accede al tuo spazio), ma non c'è limite al numero di chat a cui puoi prendere parte.

5. Per passare da una videochiamata all'altra sarà sufficiente scorrere con il dito da un lato all'altro dello schermo fino a che non trovi la room che ti interessa.

6. Puoi avviare o partecipare a più incontri contemporaneamente, puoi chattare e scambiare emoji. In più, puoi unirti, senza password, link o inviti (come succede per app tipo Zoom o Webex), alla room dei tuoi amici. «Non c'è bisogno di password o inviti, Houseparty non ha vincoli di riservatezza né è stata programmata con lo scopo di limitare conversazioni o ingressi non autorizzati, il sistema di gestione delle room è pensato per persone che si collegano per vedersi e divertirsi» spiega Luca Conti.

7. Se non vuoi che qualcuno di indesiderato acceda alla tua room la puoi “chiudere a chiave” selezionando la possibilità “lock your room here” in basso a sinistra sul tuo smartphone.

8. Se hai problemi tecnici e vuoi fare una domanda al team di programmatori che ha realizzato la app, ti basta scuotere il cellulare e apparirà una schermata su cui inserire la tua domanda.


Il servizio in più: il gaming oniline

L'anno scorso Houseparty è stata acquisita da Epic Games, la società che possiede anche Unreal Engine e Fortnite, videogiochi dal successo planetario. Con l'app è quindi anche possibile fare gaming online e condividere lo schermo e i giochi con gli amici. Ci si può sfidare a Heads Up! Trivia e Chips and Guac (alcuni dei giochi a disposizione) e chattare scambiandosi tecniche e consigli.

Riproduzione riservata