iPhone XR: colorato e (quasi) accessibile

26 10 2018 di Eugenio Spagnuolo

Apple presenta il terzo iPhone del 2018: meno costoso e più colorato degli altri due. Ecco le caratteristiche

Quando 10 anni fa arrivò il primo iPhone, i colori disponibili erano 2: bianco e nero. L’iPhone XR, l’iPhone “economico”, nei negozi dal 26 ottobre, è invece disponibile in 6 colori: bianco, nero, rosso, giallo, azzurro, corallo. Ma il passaggio dal bianco e nero al colore, non è l’unica novità: le differenze con i vecchi iPhone sono soprattutto tecnologiche. Ecco 5 + 1 cose che abbiamo scoperto provandolo

1. Display

Difficile non farci caso: misura ben 6.1 pollici, il che fa dell’iPhone XR uno più grandi di sempre. E la cosa, in termini pratici, si nota. Guardare un video di Youtube, leggere un articolo di Donnomoderna.com o anche solo sfogliare Instagram su uno schermo così grande è sicuramente più comodo, anche grazie alla risoluzione del display liquid retina LCD (1.792 x 828 pixel).

2. Fotocamera

Ammettiamolo: la differenza clou tra smartphone sta proprio nel modo in cui fanno foto evideo. Come si comporta l’iPhone Xr? Bene, ha due fotocamere: una frontale da 7 mp e una posteriore (singola) da 12 mp con grandangolo. Ed era ora: non c’è più rischio di tagliare qualcuno da una foto. La messa a fuoco è più veloce e grazie a un sensore più ampio del 30%, è migliorata la resa delle foto quando la luce scarseggia. Anche la modalità ritratto, croce e delizia in tempi di selfie, ha fatto passi avanti rispetto al passato: possiamo regolare la sfocatura del campo (effetto bookeh) sia prima di scattare, che dopo, in post-produzione. Infine da notare la videocamera che registra in 4k, cioè alla stessa risoluzione dei film al cinema. Non ci trasformerà tutti in novelli Fellini, ma…

3. Resistenza

C’è stato un tempo, neppure troppo lontano, in cui gli smartphone morivano a contatto con l’acqua. Oggi, per fortuna, non è più così: l’iPhone XR è impermeabile, con un grado di protezione IP67, cioè esce indenne dal contatto non solo con l’acqua, ma anche liquidi come tè, caffè, bibite… Anche la struttura del telefono è stata rinforzata: Apple assicura che il vetro frontale è il più resistente mai visto su uno smartphone e la cornice è di alluminio “aerospaziale”. Quindi se hai in programma un viaggio su Marte, non devi cambiare smartphone.

4 Sicurezza

All’inizio fu il codice a 4 cifre. Poi venne l’impronta digitale. Oggi è tempo di Face-Id: una volta che l’iPhone XR ha registrato il nostro volto, per sbloccarlo non dobbiamo fare altro che guardarlo. E lo sblocco è così rapido che quasi non ci si accorge di averlo inserito. Comodo soprattutto se usiamo Apple Pay, Satispay o altri sistemi di pagamento via smartphone. Ma anche per tenere il telefono al sicuro dai curiosi.

5. Il design

L’iPhone XR è un telefono alto 15 cm all screen (tutto schermo), cioè sono stati eliminati i bordi per far sì che possa stare in una sola mano. E, come dicevamo all’inizio, è coloratissimo: rosso, azzurro, corallo, bianco, nero e un inedito giallo destinato a diventare iconico. È anche scomparso il tasto home: ora si fa tutto strisciando il dito sullo schermo. Più pratico, ma se sei abituata ai vecchi iPhone ci metterai un po’ a prendere confidenza con le nuove “gesture”. Last but not least, c’è la ricarica wireless

6. Il prezzo

Qualcuno l’ha definito l’iPhone low cost, ma non esageriamo: è pur sempre uno smartphone di fascia alta. I prezzi partono da 889 euro, non poco, ma pur sempre 300 euro in meno dell’iPhone Xs e 400 in meno dell’iPhone Xs max. E la differenza si farà notare anche nei prezzi offerti dagli operatori telefonici.

Riproduzione riservata