WhatsApp, stesso account da più dispositivi e altre novità

Si potrà utilizzare WhatsApp su 4 dispositivi diversi con uno stesso account. In arrivo anche la cancellazione automatica dei messaggi

A breve si potrà utilizzare WhatsApp da più dispositivi, fino a quattro, con lo stesso account. Come spiegato da Mark Zuckerberg in una intervista a WABetaInfo, consentirà di ovviare al problema di utilizzare il social quando si scarica la batteria del proprio smartphone.

Ma non si tratta dell’unica novità in arrivo: presto aumenteranno le funzioni che consentono di cancellare i messaggi o i contenuti multimediali in brevissimo tempo (dopo una sola visualizzazione) o nell’arco di 7 giorni.

WhatsApp da più dispositivi

Il Ceo di Facebook ha dunque annunciato l’arrivo della possibilità di configurare lo stesso account di WhatsApp su più dispositivi, fino ad un massimo di quattro. L'aggiornamento verrà lanciato prima in versione beta (per essere testato su un numero ristretto di utenti, insomma) e poi a tutti. Il tutto entro la fine dell’estate. «È stata una grande grande sfida tecnica riuscire a mantenere la crittografia end-to-end su tutti i contenuti e su tutti i dispositivi anche quando la batteria di uno di essi si scarica – ha spiegato Zuckerberg – ma abbiamo risolto questo problema e non vediamo l’ora di pubblicare presto l’aggiornamento!».

Cosa cambia per l'utente

Ma cosa cambia rispetto ad oggi? In realtà sembrerebbe poco, perché WhatsApp Web e WhatsApp Desktop consentono di utilizzare la piattaforma da pc. Entrambi i sistemi, però, per funzionare hanno bisogno della connessione principale da smartphone, vale a dire che se il cellulare non risulta online e collegato a una rete internet, non è possibile utilizzare WhatsApp. Ecco, dunque, l’esigenza di poter creare un accesso multi-dispositivo, in modo tale da poter inviare e ricevere messaggi o contenuti multimediali, o poter effettuare videochiamate da qualsiasi dei device “abilitati”, indipendentemente dallo “stato” degli altri, cioè anche se sono offline. Su ciascun apparecchio, insomma, si aggiorneranno in tempo reale le chat e le attività.

WhatsApp arriva anche su iPad

L’altra grande novità, attesissima dagli utenti Apple, riguarda lo sbarco di WhatsApp anche su iPad. A confermarlo, su esplicita domanda del giornalista, è stato Will Cathcart, numero uno di WhatsApp: «Ci piacerebbe supportare WhatsApp su iPad. Ottenere la funzione multi-dispositivo renderà possibile per noi costruire cose come queste». Non resta, dunque, che pazientare ancora qualche settimana.

Quando sarà disponibile per tutti

Tra uno due mesi verrà rilasciata una versione beta pubblica, così da permettere ai tester di fornire i propri feedback. Se tutto andrà secondo le previsioni, la versione ufficiale arriverà subito dopo in maniera definitiva per tutti gli utenti, al più tardi entro fine anno.

Privacy e sicurezza

Ma come sarà protetta la privacy e la sicurezza dei dati, con l’accesso da più dispositivi? Su questo punto il Ceo di Faceook ha garantito che la nuova modalità non comprometterà la crittografia end-to-end, cioè quella in uso già oggi per tenere al sicuro i messaggi e le chat tra dispositivi in comunicazione tra loro. Si tratta di una “chiave” o “codice” composto da una parte comune e una univoca, presente sullo smartphone di invio e su quello di ricezione.

In arrivo anche Disappearing Mode e View Once

Sono in arrivo anche altre due funzioni nuove: Disappearing Mode e View Once. Entrambe sono in via di rilascio, con una tempistica indicata tra uno e due mesi, comunque entro l’estate. Con il primo sistema i messaggi ricevuti e inviati verranno eliminati dopo un arco temporale a scelta tra 24 ore o 7 giorni. In questo modo il social di messaggistica si adegua a quanto è già possibile fare con Telegram.

Con View Once, invece, dopo che un utente avrà visualizzato i contenuti multimediali all'interno di una chat, questi scompariranno automaticamente e definitivamente. Le nuove funzioni di cancellazione automatica, a quanto appreso finora, saranno impostate di default, ma con la possibilità di modificare, in base alle proprie preferenze.

Signal, come funziona l’app che sta conquistando chi vuole fuggire da Whatsapp

VEDI ANCHE

Signal, come funziona l’app che sta conquistando chi vuole fuggire da Whatsapp

Signal e Telegram, le app di messaggistica alternative a WhatsApp

VEDI ANCHE

Signal e Telegram, le app di messaggistica alternative a WhatsApp

Riproduzione riservata