Mudra yoga mani

Lo yoga anti tristezza si fa con le mani

Parola di La Pina che usa i Mudra per tenere a bada ansia e paure e ne ha raccolti 40 in un nuovo libro. Sono semplici posizioni delle dita che puoi praticare ovunque e in qualsiasi momento. Con effetti potenti su mente e fisico

Paura, malessere, tristezza… In tempi difficili come questi si prova tutto ciò che ci possa dare sollievo. E La Pina, famosa e simpaticissima conduttrice di Radio Deejay, è riuscita a trovare un rimedio accessibile a tutti, gratis e senza controindicazioni: i Mudra, ovvero le posizioni yoga per le mani. Ne ha scelti 40 e li ha raccolti in un nuovo libro, I love Mudra.

«In radio un’ascoltatrice, saputo che mi erano tornati gli attacchi di panico, mi ha detto: “Perché non provi i Mudra?”. Non ne sapevo niente, ho fatto ricerche, ma non trovavo nulla di semplice, per non addetti ai lavori. E soprattutto non c’era un libro che facesse vedere le mani, con le foto! Così mi sono detta: “Me lo scrivo io, su misura”». Detto, fatto. «E il risultato è una guida pratica, utile a tutti, con un approccio senza pretese scientifiche, ma efficace per stare meglio subito». Sì, perché il bello dei Mudra è che hanno un effetto immediato, nel momento stesso in cui si eseguono. E che si possono fare ovunque: in ufficio, mentre si guarda la tv, in metropolitana, al lavoro, in coda alla Posta o al parchetto.

Per quanto tempo si deve praticare un Mudra? L’ideale sarebbe per 21 giorni di seguito, tre volte al giorno, per una durata che va da 7 a 21 minuti per sessione. «Però pochi hanno tutto questo tempo» dice La Pina «Quindi, fate un po’ come vi pare. Io li faccio quando sono stanca, in ansia o semplicemente ho bisogno di relax, di una coccola». L’essenziale è controllare il respiro e avere sempre in mente dei mantra, piccole frasi su cui concentrarsi. Che ne dite, proviamo?

1 di 6 - 1. UTTAROBODHI MUDRA
Aumenta la concentrazione

Le punte dei pollici e quelle degli indici si uniscono e si distendono in direzione opposta. Le altre dita si intrecciano fra loro. In un momento particolare come quello che stiamo vivendo in cui essere lucidi non è facile, questo semplice esercizio aiuta a fermare il pensiero e a focalizzarsi. «Prova a farlo prima di un colloquio oppure prima di lasciare il fidanzato: è meglio essere freschi e soprattutto concentrati» dice La Pina.
Il mantra Sono lucida, le mie idee sono allineate come perle di una collana.
2 di 6 - 2. BHRAMARA MUDRA
Rinforza il sistema immunitario

L’indice si piega nell’incavo del pollice e il pollice si appoggia sul lato della punta del medio mentre anulare e mignolo restano distesi. Ecco un Mudra che rinforza le nostre difese immunitarie e aiuta a proteggerci anche dal Covid, il nemico invisibile che in questi ultimi mesi ci ha messi a dura prova e che spesso si insinua dentro noi senza che ce ne accorgiamo. «Così piccolo e subdolo che non si può prendere a cazzotti» dice La Pina.
Il mantra Anche se non ti vedo perché sei piccolissimo, non mi freghi: sono forte e sto una bomba.
3 di 6 - 3. AKASH MUDRA
Facilita la digestione

I palmi sono rivolti verso l’alto con le mani che si appoggiano sulle ginocchia, la punta dei pollici tocca la punta dei medi. Le altre dita sono distese. «Questo è un Mudra che non solo stimola il processo digestivo, ma aiuta a mandare giù anche delusioni, ingiustizie o una perdita importante. Emozioni represse che, ingigantendosi, ci farebbero “sbroccare” malamente nel luogo e nel momento sbagliato» dice La Pina.
Il mantra Va giù che è un piacere.
4 di 6 - 4. VAJTAPRADAMA MUDRA
Mette di buonumore

Le mani appoggiate allo sterno si intrecciano con i pollici verso l’alto, come a formare una copertina per il cuore. «Se ci hanno fatto a pezzi in passato o temiamo di farci fare a fettine nel futuro» dice La Pina. «Abbiamo solo il presente a rassicurarci. In questo Mudra, le mani formano una specie di retino, una rete che raccoglie i pezzi del passato rimettendoli insieme ma è anche quella che ci accoglierà nel salto nel vuoto del futuro».
Il mantra La torta che sto tirando fuori dal forno è pazzesca!
5 di 6 - 5. APANA VAYU MUDRA
Attenua gli attacchi di panico

Le punte del medio e dell’anulare toccano la punta del pollice. L’indice e il mignolo sono distesi verso l’alto. «Molte persone hanno attacchi di panico ma se ne parla pochissimo» dice La Pina. Per alleviarli si può provare a fare questo Mudra. «Sono tantissime le testimonianze positive: molte persone, oltre che sollievo, hanno trovato anche una via di uscita dagli attacchi stessi» continua La Pina.
Il mantra Passa passa Pinetta (qui puoi mettere un tuo soprannome), sei più forte tu.
6 di 6 - 6. BHUCHARI MUDRA
Ha un effetto antiage

L’unghia del pollice (scegli tu la mano) si appoggia alla fossetta del labbro superiore. Medio, indice e anulare si piegano su loro stessi, il mignolo è disteso. Ora cerca di fissare la punta del mignolo strizzando gli occhi il meno possibile. «Pare che questo Mudra aiuti il collo che crolla impietoso, maledetto! E serva anche agli occhi, a tenere botta al tempo che passa» dice La Pina. «Sicuramente costa meno delle creme che, finora, su di me hanno avuto poco effetto».
Il mantra Vecchia gallina ma che carina!

Il parere dell’esperta

«I Mudra, parola sanscrita che significa gesto o atteggiamento, possono essere definiti come posizioni del corpo che agiscono sul piano fisico, spirituale ed emotivo. Risalgono a prima dell’XI secolo, in origine erano stati pensati per essere tramandati all’allievo solo attraverso la trasmissione orale del maestro» spiega l’insegnante di yoga Giulia Peditto.

I Mudra di solito vengono classificati in 5 gruppi: hasta (Mudra delle mani), mana (della testa), kaya (posturali), bandha (di chiusura) e adhara (perineali). «Eseguire quelli delle mani, intrecciando le dita in un gesto specifico, crea un collegamento trasversale tra mano destra e mano sinistra, bilanciando le energie del corpo e le attività dei due emisferi del cervello. Tra gli effetti benefici di questa pratica ci sono il rilascio di emozioni represse, il recupero della calma, il ritrovamento di nuove energie e il miglioramento della digestione» dice l’esperta.

Senza alcun bisogno di strumenti o attrezzature particolari, i Mudra possono essere praticati ovunque e da chiunque, in modo semplice e sicuro. «Non avendo nessun tipo di controindicazione, ed essendo lo yoga 99 per cento pratica e 1 per cento teoria, non ti resta che provarli» conclude Giulia.

La Pina
La Pina

Le dita sono intelligenti, hanno una loro memoria: quindi più pratichi i Mudra, più le tue mani diventano sensibili. E l’effetto benefico che vorrai ottenere sarà sempre più veloce, immediato e duraturo


IL LIBRO DA LEGGERE

Nel suo libro La Pina I Love Mudra 40 posizioni pazzesche di yoga per le mani (Vallardi, 108 pagine, 16,90 euro), la famosa speaker radiofonica, che va in onda tutti i giorni su Radio Deejay, spiega le posizioni delle mani che regalano benessere immediato. Da fare prima di un esame o di un appuntamento romantico. E da provare subito: tutti i gesti che troverai
nel libro sono fotografati e spiegati in modo chiaro e semplice. Non ti resta che provare!

Impara online lo yoga facciale

VEDI ANCHE

Impara online lo yoga facciale

Spinning o yoga? Scegli il tuo corso online

VEDI ANCHE

Spinning o yoga? Scegli il tuo corso online

Riproduzione riservata