Ora che si può tornare in sala a godersi un film, è bene sbirciare tra i titoli in programmazione. L’offerta è davvero vasta e per tutti i gusti. Dal drama alla commedia irriverente, dai paesaggi del Cile ai racconti di guerra, dal folk romagnolo alla scuola per diventare boss. Ecco dieci titoli di film da vedere a giugno 2021, da non perdere al cinema.

Run

Tra i film da vedere a giugno, un thriller nitido e carico di tensione, diretto da Aneesh Chaganty in cui viene raccontata la storia della giovane Chloe, costretta su una sedia a rotelle, ha problemi cardiaci e soffre anche di asma e diabete. La madre Diana, che ha dedicato tutta la sua vita a lei, la segue in tutto, dall’istruzione all’assistenza medica. Chloe è caparbia, non si arrende, è positiva. Per questo attende la risposta del college alla sua richiesta di iscrizione. La risposta però non arriva. La ragazza, deve iniziare una nuova cura e compie delle indagini sul medicinale che dovrà prendere, scoprendo delle verità nascoste.

Lessie torna a casa

Cult assoluto: Lassie torna 80 anni dopo la prima apparizione con un film per tutta la famiglia. Le avventure della collie più famoso della cinematrografia, dirette da Hanno Olderdissen, è un remake del film del 1943 basato sul libro di Eric Knight, Torna a casa Lessie. Andreas Maurer perde il lavoro e la casa mentre la moglie Sandra è incinta del secondo figlio. Il primogenito, Flo, è legatissimo alla sua cagnolina, Lassie, ma la nuova affittuaria non accetta la presenza di animali, costringendo Andreas ad affidare Lessi al conte von Sprengel e a sua nipote Priscilla che la smarriranno.

La cordigliera dei sogni

Tra i film da vedere a giugno 2021 c’è il docufilm di Patricio Guzmàn racconta il paesaggio del Cile, in tutto il suo splendore. Alba e tramonti, colline, cime imponenti, le terre sconosciute delle Ande, onnipresenti ma inesplorate anche dagli stessi locali. Dopo essere andato da nord a sud, il regista ha voluto filmare questa enorme spina dorsale per rivelarne i misteri, tra storie passate e presenti.

In Prima Linea

Tredici fotoreporter di guerra e il loro lavoro che ribalta qualsiasi convinzione o clichè. Il film di Matteo Balsamo, racconta in maniera inedita il lavoro di questi testimoni in prima linea, che hanno documentato le brutture e l’inferno della guerra. Il mezzo attraverso cui passano orrori, sofferenze, sconti e morti, è l’obiettivo che cattura immagini, volti, voci, le e i ricordi di uomini e donne che diventano loro stessi, frammenti di un diario di viaggio.

Amazing Grace

Un lavoro recuperato dall’immenso valore. Girato nel 1972 da Sidney Pollack e rimasto inedito, in un cassetto, per oltre 47 anni a causa di questioni tecniche e legali. Amazing Grace oggi arriva nelle sale, e ci mostra una incredibile Aretha Franklin mentre registra il suo leggendario doppio album omonimo, l’opera gospel più venduta della storia. Nel 1971 Aretha Franklin era una diva d’America, considerata la più grande voce soul di tutti i tempi. Dopo cinque anni di successi al cinema e nelle classifiche mondiali, lei e il suo produttore, Jerry Wexler della Atlantic Records, decisero l’ album successivo sarebbe stato quello del ritorno al mondo del gospel americano. Le registrazioni si tennero nella chiesa del reverendo James Cleveland e durante i giorni del 13 e del 14 gennaio 1972 il regista Sydney Pollack ne riprese le sessioni.

Extraliscio Punk da Balera

Il film diretto da Elisabetta Sgarbi, è un documentario sulla band Extraliscio (li abbiamo visti a Sanremo 2021 con Davide Toffolo). Il gruppo rock-folk romagnolo nasce nel 2014, dopo l’incontro del frontman Mirco Mariani con Moreno il Biondo, voluto da Riccarda Casadei (figlia del violinista Secondo Casadei). Il primo, Mariani, è un polistrumentista e sperimentatore eclettico, mentre Moreno è uno dei pilastri dell’Orchestra Casadei degli anni ’90. Successivamente si è unito al duo anche Mauro Ferrara. La Romagna contamina qualsiasi sound, e i tre compagni di viaggio nel mondo della musica hanno ridato nuova linfa al liscio, facendo ballare anche le ultime generazioni. Tutti in balera!

La Nostra Storia

Tra i film da vedere a giugno 2021 c’è la storia drammatica di Fernado Trueba, ambientata negli anni Settanta in Colombia, nella cittadina di Medellín. Héctor Abad Gómez (Javier Cámara), è un medico, professore universitario e padre di famiglia. L’uomo si prende cura, non solo dei suoi figli, ma anche dei bambini nati in famiglie disagiate. La sua vita viene sconvolta dalla morte di una delle sue figlie, uccisa dal cancro. La disperazione, lo farà buttare a capofitto nella lotta per i diritti umani, per quelle cause sociali che gli daranno la forza di andare avanti, nonostante alcuni personaggi di spicco della politica locale gli metteranno i bastoni fra le ruote, decisi a farlo tacere per sempre.

Evangelion

Il film del giapponese Hideaki Anno è ambientato in un 2015 distopico, dopo l’enorme catastrofe che ha dimezzato la popolazione mondiale il 13 settembre del 2000. Quindici anni dopo gli esseri mani si ritrovano a contrastare un altro attacco da parte degli Angeli, ossia gli invasori. Ogni arma contro di loro è inutile, tranne la potente Evengelion. Per mettere sul campo quest’arma suprema, però, occorrono le menti di giovani quattordicenni; tra i prescelti c’è anche Shinji Ikari, l’unico figlio del comandante a capo della squadra che ha amministrato Evangelion. Da vedere nelle sale cinematografica tra i film da vedere a giugno 2021.

School of Mafia

La commedia diretta da Alessandro Pondi è tra i film da vedere a giugno 2021 al cinema. Narra la storia di tre giovani ragazzi newyorchesi, Nick, Joe e Tony, con una valigia piena di sogni per il proprio futuro. Nick Di Maggio (Giuseppe Maggio) ha la passione per la chitarra ed entrerà nel cast di un noto talent show americano, Joe Cavallo (Guglielmo Poggi) è un cadetto dell’accademia di polizia e Tony Masseria (Michele Ragno) è un insegnante di danza. Cosa li accomuna? Sono tutti e tre figli di esponenti di spicco della mafia a capo di traffici illeciti in città e che per loro vorrebbero un futuro da boss, per portare avanti gli affari di famiglia. Così Nick, Joe e Tony, vengono spediti con la forza dai loro padri, in Sicilia, per frequentare la scuola di Don Turi “u’appicciaturi” (Nino Frassica), il Padrino che tutti rispettano e temono. 

La Vita che verrà

Il film di Phyllida Lloyd racconta la storia di Sandra (Clare Dunne), una giovane madre, che cerca di fuggire dal marito violento, e di affrontare le avversità: non riesce a mantenere un alloggio stabile e adatto ai suoi figli, ed è costretta a cambiare vita. Sandra decide che è giunto il momento di costruirsi da sola una casa, un nido per lei e le sue bambine, nel quale quest’ultime possano sentirsi protette e vivere una vita felice e spensierata. Mentre si barcamena tra fondamenta e muri, la donna avrà modo di riscoprirsi e, aiutata da un gruppo di nuovi amici, inizierà al contempo a ricostruire anche la sua vita pezzo dopo pezzo. Empowerment femminile.