piante per la circolazione

Ecco le piante che aiutano ad avere gambe più belle e sane

Erbe e piante sono delle vere strategie di bellezza naturale. Alcune migliorano anche la circolazione delle gambe. Ecco quali

Erbe e piante che aiutano la circolazione delle gambe

Gambe gonfie , appesantite e stanche sono spesso la conseguenza di una cattiva circolazione. Questo problema riguarda soprattutto le donne e le cause possono essere diverse:

  • sedentarietà,
  • caldo in estate,
  • vestiti troppo stretti o scarpe con i tacchi,
  • consumo eccessivo di sale,
  • fumo,
  • età.

Per avere delle gambe sane e belle possiamo mettere in atto delle strategie che aiutano la circolazione delle gambe: bere molto, soprattutto tisane a base di ginko biloba, eseguire massaggi drenanti per stimolare il flusso sanguigno, tenere il più spesso possibile le gambe sollevate, soprattutto se si sta molto tempo seduti. Una volta alla settimana preparare uno scrub con le ricette naturali fai da te e curare l'alimentazione.

Un importante aiuto ci è dato dalla natura: alcune piante ed erbe hanno particolari proprietà che hanno un effetto benefico sul microcircolo e sulla circolazione in generale.

Dolore alle gambe: ecco tutte le possibili cause e cosa fare

VEDI ANCHE

Dolore alle gambe: ecco tutte le possibili cause e cosa fare

Ginko Biloba

Il Ginko Biloba migliora il microcircolo e, soprattutto se fumi, è utile per prevenire trombosi venose e combattere l'insufficienza cardiocircolatoria. Al pari del mirtillo grazie alle proprietà vasoregolatrici, antinfiammatorie e capillarotrope  è prezioso per la salute dei capillari: puoi assumerlo come bevanda, tisana o decotto (di norma è controindicato in gravidanza e allattamento) oppure impiegandolo per uso esterno, utile come cicatrizzante.

Insieme a achillea, meliloto e ortica è consigliato per un'azione drenante e vasoprotettrice. Anche il tiglio aiuta a ridurre la fragilità capillare, mentre il trifoglio rosso è noto per l’azione tonificante.

Vite rossa

L'azione protettiva ed antiossidante della vitis vinifera, ricca di polifenoli e antocianine, migliora la resistenza capillare: il bagno alla vite rossa oltre a essere disintossicante, aiuta il drenaggio dei liquidi. Consultando uno specialista è possibile assumere la vite rossa come crema, compresse o estratto secco.

Edera

Sai che anche l'edera aiuta il benessere delle gambe? Metti a bollire una manciata di foglie d'edera, circa 100 grammi, per due o tre minuti, lascia riposare a fuoco spento, poi applica sulle gambe utilizzando garze da immergere e lasciare in posa: attenzione, utilizza l'edera solo per uso esterno e evita di lasciarla a portata di mano dei bambini.

Anche le foglie di tè possono essere efficacemente utilizzate in un decotto da applicare sulle gambe. Puoi completare massaggiando la pelle con un olio naturale mescolato con olio essenziale di lavanda e rosmarino.

Olio essenziale di limone

L'olio essenziale di limone lavora su ritenzione idrica e gonfiori. Inoltre favorisce il metabolismo del collagene e grazie all'esperidina previene il rischio di trombosi e inspessimento delle pareti vascolari.

Per contrastare cellulite e pelle a buccia d'arancia è possibile effettuare impacchi con argilla verde, a cui aggiungere, stemperando in una ciotola, un olio naturale a tua scelta, succo di limone e olio essenziale di pompelmo, rivitalizzante e ottimo per la circolazione linfatica.

Ricorda che anche l'ananas aiuta il  drenaggio dei liquidi corporei.

Olio essenziale di betulla

Tra i principi attivi dell'olio  essenziale di betulla si trovano tannini, flavonoidi, acido  caffeico, vitamina C, in grado di rendere questa pianta ricca di virtù dermopurificanti,  antiossidanti, astringenti ed antiossidanti. Puoi mescolare alcune gocce di olio essenziale di betulla, ginepro e lentisco, decongestionante e creare un impacco naturale con fondi di caffè e sale fino.

Il cipresso, drenante e utile per ridurre il gonfiore, migliora la circolazione insieme a equiseto, rusco, centella, ginseng, che contrastano la ritenzione dei  liquidi.

Ginepro

Il ginepro cura cellulite, ritenzione idrica, stasi venosa, edemi. Oltre a svolgere un'azione antinfiammatoria, massaggiare su una parte dolorante qualche goccia di olio essenziale di ginepro mescolato a un olio naturale produce un effetto analgesico e scioglie le contratture muscolari, utile se fai sport.

Hai a disposizione una pianta di ginepro? Nell'acqua calda della vasca aggiungi qualche ramo insieme a mezzo kg di sale marino e immergiti per 20 minuti. Per contrastare gonfiori e cellulite puoi massaggiare le gambe due volte al giorno con olio di avocado a cui avrai aggiunto olio essenziale di ginepro.

Mix di piante mediterranee

Olio essenziale di limone o arancio, menta, rosmarino e timo: queste piante, facili da individuare nel paesaggio del Mediterraneo, costituiscono un prezioso aiuto per il benessere del microcircolo, insieme all'effetto vasocostrittore.

Mescola un olio vegetale naturale a tua scelta (per esempio di avocado, vinaccioli,  sesamo) e aggiungi olio essenziale di rosmarino, pompelmo, origano, ginepro e menta, una ricetta semplice per risollevare le gambe stanche a fine giornata.

Leggi anche Prurito alle gambe: quali sono le possibili cause e cosa fare

Riproduzione riservata