abitudini sane bella stagione

5 abitudini sane che aumenteranno il tuo benessere nella bella stagione

Le routine possono cambiare con le stagioni e aiutarci a superare tutti quei momenti complicati dove la riserva di energie è ai minimi termini. E poi qualche piccolo cambiamento fa bene all’umore

La bella stagione è iniziata e abbiamo bisogno di abitudini sane da integrare alla nostra quotidianità per accertarci di mantenere alto il livello dell’energia.

Il caldo, l’umidità, le giornate più lunghe e, in generale, gli impegni che aumentano possono condurci al sovraccarico estivo. Chi soffre di pressione bassa, poi, si rende conto di quanta energia in più sia necessaria per tirare a sera. Meglio integrare qualche buona abitudine che possa aiutarci a non mollare proprio mai.

Salutiamo il mattino con più entusiasmo

Alzarsi con la luce fuori è decisamente tutta un’altra cosa. Svegliarsi con la luce e tornare a casa dal lavoro che ci si vede ancora per diverse ore? Un sogno. Già, ma serve anche l’energia per poter trasformare il sogno in pratica realtà. Cerchiamo dunque di approfittare delle ore di luce per rimetterci in contatto con noi stesse, almeno dieci minuti la mattina e dieci la sera.

Non chiuderti in bagno per evitare l’assalto dei bambini ma trova un momento per te dove puoi accedere alla luce fresca del mattino e concederti 10 minuti, 10 di numero, di yoga. La routine del saluto al Sole dello yoga è il modo perfetto per cominciare la mattina rimettendosi in contatto con il proprio corpo, il proprio bisogno, la propria pace interiore.

Non dobbiamo pensare tanto ai benefici fisici dello yoga sul grasso in eccesso, al peso che ci assilla, alla prova costume. Dobbiamo rimetterci in contatto con il nostro corpo per trovare in modo di andarci finalmente d’accordo proprio nella stagione in cui ne abbiamo più bisogno: quella dove saremmo costrette a scoprirlo in qualche misura. Imparare ad ascoltarlo, assecondarlo e soddisfarlo è il primo passo verso quel vestito che ami, ma che ti vergogni di mettere per qualsiasi motivo.

Non pesarti di continuo: le abitudini sane richiedono tempo

L’estate è stress. Prove costume. Vestiti corti. Ti sei depilata bene? Ti vanno ancora i pantaloncini dell’anno scorso? E se non vanno più bene? Bisogna tornare in palestra. Ammazzarsi di cardio, di dieta, di digiuni intermittenti. Di punizioni perché non siamo più quello che eravamo. Ti sembra giusto? No, non dovrebbe.

Per quanto uno stile di vita sano ed equilibrato possa aiutarci davvero a superare le nostre insicurezze, sia fisicamente che (soprattutto) mentalmente, è importante ricordare che i risultati non arrivano subito. Se una dieta promette 5 chili in meno in una settimana, è probabile che quei 5 chili siano liquidi. E sai cosa significa? Che appena la interrompi, se sei fortunata, ne riprendi 6.

L’estate ci porta a provare diete estreme, sport senza tregua, lotte per migliorare il nostro corpo. Se ti fa stare bene l’idea, e il dottore è d’accordo, prova. Quello che ci teniamo a specificare, però, è che i risultati veri, sani, duraturi, richiedono tempo e dedizione. Supponiamo che tu ti sia messa a dieta da un mese, e non abbia ancora visto risultati sulla bilancia.

Il peso di una persona è influenzato da mille fattori quotidiani, come l’andare di corpo o la quantità d’acqua. Il peso è un buon indicatore di risultati, ma cerca di pesarti in condizioni standard (la mattina, alla stessa ora, una volta alla settimana, in condizioni fisiche standard). Rivolgiti piuttosto al metro da sarta, e misurati il girovita o il giro coscia. Noterai che il peso rimane quello, ma i centimetri si riducono. Magia? No: il prodotto di una vita sana ed equilibrata. Non demordere e non ossessionarti.

Meglio verdura? Meglio frutta? Meglio carne? Niente carboidrati?

Sfatiamo il mito. Niente fa ingrassare se mangiato nella giusta quantità atta a soddisfare il nostro particolare bisogno di benessere, dovuto a tanti fattori. Ciò significa, per proprietà transitiva, che tutto fa ingrassare, se mangiato in dosi sbagliate. Anche frutta e verdura. Chiaro, è più facile sforare con la Nutella che con i broccoli, con il beneficio che il broccolo ha diversi apporti vitaminici interessanti. E tuttavia la verità è questa: non abbiamo bisogno della paleo, della cheto, del digiuno intermittente e della dieta crudista.

Abbiamo bisogno dl giusto fabbisogno di nutrienti, tutti i giorni. Come li vogliamo assumere fa parte dell’educazione alimentare: la migliore delle abitudini sane per la bella stagione (e per tutta la vita).

Mantenere l’idratazione

Mantenersi idratate significa rimettere in circolo tutti i liquidi necessarie a moltissime funzioni del nostro corpo. Abbiamo bisogno di idratarci per lavorare meglio, pensare meglio, riposare meglio e addirittura per dormire meglio. I medici consigliano da 2 a 3 litri al giorno d’acqua. Non succo di frutta, non caffè. Acqua, magari abbinata a una tisana senza zucchero se proprio non ci piace bere “liscio”.

Educarsi all’idratazione per vivere meglio l’estate.

Abitudini sane per la bella stagione: ndare a letto presto

L’estate è bella, la notte è giovane, ma col caldo che c’è è meglio sfruttare tutte le ore di sonno possibili nelle fasce orarie dove il caldo ci da tregua.

Più sonno significa più energia, e più energia significa più tempo da dedicare alle cose che amiamo.

Come migliorare l’equilibrio fisico e mentale

VEDI ANCHE

Come migliorare l’equilibrio fisico e mentale

Riproduzione riservata